Contenitore OT

Spazio libero per la discussione di tutti gli altri argomenti e per tutti i tipi di richieste extra-calcistiche.

Moderatori: Moderatori, Moderatore Plus

Avatar utente
Piceno
Messaggi: 2233
Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 16:11
Settore Stadio: Curva Sud
Località: Piazza del Popolo

Re: Aspettando il mercato

Messaggio da Piceno »

paolo69 ha scritto:
mercoledì 8 maggio 2019, 16:49
ci avevamo creduto in tanti, magari non ciecamente ma abbastanza. oggi non esistono più persone come Costantino che ci ha regalato un sogno, almeno a chi di noi non è più giovanissimo. io mi tengo stretto sempre il suo ricordo nel mio cuore, ogni volta che si intona il coro per lui nemmeno ce la faccio a gridarlo per quanto mi si strozza in gola e mi commuovo. è successo anche con il palermo. va bene questa b e poi chissà magari un giorno che non si riesca a fare qualche campionato nella massima serie.
...tu già ti accontenteresti di "qualche" campionato di A.
Non ricordo chi lo ha scritto, ma ho letto un post di chi si aspetta di poter fare come Chievo, Sassuolo, Atalanta...ossia "molti" campionati di A e di un certo livello...io me lo auguro, per carità, ma la realtà è diversa dai sogni. Poi sognare troppo in grande non ci fa vivere bene e con la giusta serenità il presente...
Rozzi è Rozzi. Non tornerà. E forse non torneranno neanche tutti quegli anni di A...lasciamoci una speranza, un sogno grande...ma godiamoci il presente che può essere vissuto con altrettanto orgoglio e soddisfazione, perché il calcio, l'Ascoli, Ascoli sono diversi da quello che erano 50 anni fa...
LA NOSTRA FEDE NON FALLIRA' MAI !!!

TERZI1898
Messaggi: 2907
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2014, 18:32
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Aspettando il mercato

Messaggio da TERZI1898 »

RAGNO ha scritto:
giovedì 9 maggio 2019, 8:38
.........il discorso è che l'Ajax doveva difendere lo 0-1 andata ed il 2-0 in casa ritorno................perdere una finale di Champion credo sia anche un grandissimo danno economico..
però a fine gara i tifosi dell'Ajax applaudivano i loro giocatori, nonostante la rimonta micidiale (prendere 3 gol in casa nel secondo tempo e perdere la finale.....mica poco....)
e, dunque, è solo una questione di mentalità......
Noi ascolani (italiani in genere) amiamo le vittorie, anche se provengono da rapine sul campo......come diceva lo juventino Boniperti: vincere è l'unica cosa che conta.....
Ci vorranno tante generazioni per un cambio di mentalità.....all'estero insegnano a giocare bene al calcio ai ragazzini....qui ti insegnano a vincere e stop....(anche se tante scuole calcio stanno finalmente modificando le loro scuole di pensiero......)..........se lo fai anche giocando bene.....meglio!
Ma, certamente e senza ombra di smentita, la mentalità italiana è quella del "meglio giocare male e vincere che giocare bene e perdere".....
Però da decenni ormai assistiamo in Europa a squadre finaliste inglesi spagnole tedesche.....raramente son presenti le squadre italiane.....
Premesso che per me parliamo di due sport diversi, perchè quello che abbiamo visto in questi due giorni è un altro sport. Io credo che a questi livelli se giochi bene, che non vuol dire attenzione dover attaccare sempre e comunque, alla fine vai avanti, altrimenti vai a casa. La Juventus con una squadra superiore è stata presa a pallonata. Il Tottenham, che non ha il gioco dell'Ajax e nemmeno i giocatori della Juventus, alla fine grazie ad un'ottima organizzazione è riuscita ad avere la meglio, in una partita comunque pari che infatti è finita 3-3 nel complesso. Diciamo che in serie B è difficile replicare certe cose. E' vero che Vivarini ci ha provato, però alla lunga paghi. Paghi perchè per giocare così devi essere sempre al top e se cali fisicamente fai fatica. Per questo poi subisci rimonte. Se hai un Troiano che ha 34 anni che magari nel secondo tempo si stanca, se hai dei terzini che non sono in grande condizione per diversi motivi (entrambi hanno fatto una preparazione approssimata), se gli attaccanti si spompano e non fanno più pressing allora vai in crisi, oltre al fatto che non è che a centrocampo avessi palleggiatori, ma più giocatori di sostanza. Il modello Ajax è un modello non replicabile in serie B e forse nemmeno in A, perchè parliamo di un lavoro lungo, con dei giocatori abituati a fare un certo tipo di lavoro, un pò come il Barcellona. Se tu hai una squadra nuova con 15 giocatori è difficile poter dare un'impronta del genere. Magari si può sperare di vederla l'anno prossimo, con qualche innesto e con un anno in più di lavoro.
"Noi non supereremo mai questa fase"

RAGNO
Messaggi: 14173
Iscritto il: giovedì 3 febbraio 2011, 14:11

Re: Aspettando il mercato

Messaggio da RAGNO »

TERZI1898 ha scritto:
giovedì 9 maggio 2019, 10:41
Premesso che per me parliamo di due sport diversi, perchè quello che abbiamo visto in questi due giorni è un altro sport. Io credo che a questi livelli se giochi bene, che non vuol dire attenzione dover attaccare sempre e comunque, alla fine vai avanti, altrimenti vai a casa. La Juventus con una squadra superiore è stata presa a pallonata. Il Tottenham, che non ha il gioco dell'Ajax e nemmeno i giocatori della Juventus, alla fine grazie ad un'ottima organizzazione è riuscita ad avere la meglio, in una partita comunque pari che infatti è finita 3-3 nel complesso. Diciamo che in serie B è difficile replicare certe cose. E' vero che Vivarini ci ha provato, però alla lunga paghi. Paghi perchè per giocare così devi essere sempre al top e se cali fisicamente fai fatica. Per questo poi subisci rimonte. Se hai un Troiano che ha 34 anni che magari nel secondo tempo si stanca, se hai dei terzini che non sono in grande condizione per diversi motivi (entrambi hanno fatto una preparazione approssimata), se gli attaccanti si spompano e non fanno più pressing allora vai in crisi, oltre al fatto che non è che a centrocampo avessi palleggiatori, ma più giocatori di sostanza. Il modello Ajax è un modello non replicabile in serie B e forse nemmeno in A, perchè parliamo di un lavoro lungo, con dei giocatori abituati a fare un certo tipo di lavoro, un pò come il Barcellona. Se tu hai una squadra nuova con 15 giocatori è difficile poter dare un'impronta del genere. Magari si può sperare di vederla l'anno prossimo, con qualche innesto e con un anno in più di lavoro.
io non parlo di sport diversi ma di mentalità diverse.............puoi vincere o non vincere (legge dello sport) per 1.000 episodi (svista arbitrale, palo pieno o palo interno....1 cm che può modificare gol/non golo/risultato positivo o negativo.....tutto in 1 cm).
parlo di mentalità diverse.....di voler o meno arrivare al risultato con il gioco oppure con giocatori forti ma senza gioco.
La Juventus di quest anno (IO SEGUO E TIFO SOLO ASCOLI) da quello che leggo in giro sui siti da parte di tifosi juventini........vince ma gioca male.......vince per mancanza di avversari (che si appellano agli arbitraggi ed arrivano 20-30 punti dietro :n0041: ), poi vai in Europa ed il solo avere Ronaldo e qualche altro campione non ti salva dalla lezione di gioco che ricevi da squadre più organizzate e con MENTALITA' DIVERSA....
Come giustamente sottolinei tu.....il modello Ajax non è proponibile in Italia (non solo in Ascoli) perché arrivi a quel modello con ANNI DI PAZIENZA....in Italia se vanno male 2 partite la gente fischia e con 3-4 gare andate male....il tecnico salta la panchina.....
Sport identico.....mentalità diverse.....

TERZI1898
Messaggi: 2907
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2014, 18:32
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Aspettando il mercato

Messaggio da TERZI1898 »

RAGNO ha scritto:
giovedì 9 maggio 2019, 10:58
io non parlo di sport diversi ma di mentalità diverse.............puoi vincere o non vincere (legge dello sport) per 1.000 episodi (svista arbitrale, palo pieno o palo interno....1 cm che può modificare gol/non golo/risultato positivo o negativo.....tutto in 1 cm).
parlo di mentalità diverse.....di voler o meno arrivare al risultato con il gioco oppure con giocatori forti ma senza gioco.
La Juventus di quest anno (IO SEGUO E TIFO SOLO ASCOLI) da quello che leggo in giro sui siti da parte di tifosi juventini........vince ma gioca male.......vince per mancanza di avversari (che si appellano agli arbitraggi ed arrivano 20-30 punti dietro :n0041: ), poi vai in Europa ed il solo avere Ronaldo e qualche altro campione non ti salva dalla lezione di gioco che ricevi da squadre più organizzate e con MENTALITA' DIVERSA....
Come giustamente sottolinei tu.....il modello Ajax non è proponibile in Italia (non solo in Ascoli) perché arrivi a quel modello con ANNI DI PAZIENZA....in Italia se vanno male 2 partite la gente fischia e con 3-4 gare andate male....il tecnico salta la panchina.....
Sport identico.....mentalità diverse.....
Io credo che dipende tutto dal rischio che una squadra corre: mi spiego meglio. Prendiamo un esempio in Italia, l'Atalanta. L'Atalanta adesso sta quarta e ci è arrivata perchè non aveva pressioni, rispetto a Roma e Milan dove invece andare in champions è quasi un obbligo. L'Atalanta però non ha pressioni perchè ha comunque una squadra costruita per fare un campionato tranquillo, diciamo di metà classifica. Quindi loro stanno sereni perchè se le cose vanno male si salvano tranquilli, perchè questo è il loro livello, perchè con la A a 20 squadre poi una squadra così non retrocederà mai. Però pensiamo che se l'Atalanta si trovasse a rischiare di retrocedere non sente poi la pressione? (parliamo dell'Atalanta, una piazza abituata a fare la A tanto seguita, non parliamo del Sassuolo o Frosinone o del Chievo). E' vero che Gasperini iniziò male, però comunque nelle prime 4 partite una l'aveva vinta almeno, dopo 6 gare aveva 6 punti, poi vinse con il Napoli e da li è esplosa l'Atalanta (parlo della sua prima stagione, 2016-2017). Sicuramente i Percassi hanno avuto pazienza, ma se dopo 6 partite aveva 1 punto non lo so se non prendevano provvedimenti. Il caso nostro è semplice; purtroppo in un campionato del genere puoi anche programmare, però se dopo 5-6 partite non ne hai vinta una poi rischi di retrocedere, quindi la società deve fare alcune considerazioni. E se tu retrocedi è un dramma calcisticamente parlando.
"Noi non supereremo mai questa fase"

Avatar utente
Rino
Messaggi: 6
Iscritto il: mercoledì 8 maggio 2019, 10:02
Settore Stadio: Tribuna Ovest Poltrona Rossa
Località: Ascoli Piceno

Re: Aspettando il mercato

Messaggio da Rino »

RAGNO ha scritto:
giovedì 9 maggio 2019, 10:58
io non parlo di sport diversi ma di mentalità diverse.............puoi vincere o non vincere (legge dello sport) per 1.000 episodi (svista arbitrale, palo pieno o palo interno....1 cm che può modificare gol/non golo/risultato positivo o negativo.....tutto in 1 cm).
parlo di mentalità diverse.....di voler o meno arrivare al risultato con il gioco oppure con giocatori forti ma senza gioco.
La Juventus di quest anno (IO SEGUO E TIFO SOLO ASCOLI) da quello che leggo in giro sui siti da parte di tifosi juventini........vince ma gioca male.......vince per mancanza di avversari (che si appellano agli arbitraggi ed arrivano 20-30 punti dietro :n0041: ), poi vai in Europa ed il solo avere Ronaldo e qualche altro campione non ti salva dalla lezione di gioco che ricevi da squadre più organizzate e con MENTALITA' DIVERSA....
Come giustamente sottolinei tu.....il modello Ajax non è proponibile in Italia (non solo in Ascoli) perché arrivi a quel modello con ANNI DI PAZIENZA....in Italia se vanno male 2 partite la gente fischia e con 3-4 gare andate male....il tecnico salta la panchina.....
Sport identico.....mentalità diverse.....
Erik ten Hag, l'allenatore dell'Ajax, dopo l'1-0 dell'andata e il 2-0 del primo tempo stava conducendo per 3-0, non ha messo la squadra in difesa a mantenere il risultato, ma ha giocato in modo propositivo e ha cercato sempre di attaccare. Fosse successo all'Ascoli, e lo dico senza nessuna vis polemica, avremmo contestato duramente l'allenatore, accusandolo di incompetenza e altro.
Mentalità diversa assolutamente, la stessa mentalità che non mette pressione alla squadra nemmeno se l'obiettico è ambizioso e quasi obbligato.

RAGNO
Messaggi: 14173
Iscritto il: giovedì 3 febbraio 2011, 14:11

Re: Aspettando il mercato

Messaggio da RAGNO »

TERZI1898 ha scritto:
giovedì 9 maggio 2019, 11:25
Io credo che dipende tutto dal rischio che una squadra corre: mi spiego meglio. Prendiamo un esempio in Italia, l'Atalanta. L'Atalanta adesso sta quarta e ci è arrivata perchè non aveva pressioni, rispetto a Roma e Milan dove invece andare in champions è quasi un obbligo. L'Atalanta però non ha pressioni perchè ha comunque una squadra costruita per fare un campionato tranquillo, diciamo di metà classifica. Quindi loro stanno sereni perchè se le cose vanno male si salvano tranquilli, perchè questo è il loro livello, perchè con la A a 20 squadre poi una squadra così non retrocederà mai. Però pensiamo che se l'Atalanta si trovasse a rischiare di retrocedere non sente poi la pressione? (parliamo dell'Atalanta, una piazza abituata a fare la A tanto seguita, non parliamo del Sassuolo o Frosinone o del Chievo). E' vero che Gasperini iniziò male, però comunque nelle prime 4 partite una l'aveva vinta almeno, dopo 6 gare aveva 6 punti, poi vinse con il Napoli e da li è esplosa l'Atalanta (parlo della sua prima stagione, 2016-2017). Sicuramente i Percassi hanno avuto pazienza, ma se dopo 6 partite aveva 1 punto non lo so se non prendevano provvedimenti. Il caso nostro è semplice; purtroppo in un campionato del genere puoi anche programmare, però se dopo 5-6 partite non ne hai vinta una poi rischi di retrocedere, quindi la società deve fare alcune considerazioni. E se tu retrocedi è un dramma calcisticamente parlando.
Empoli - ASCOLI 0-3
Era la 9^ di campionato girone andata.....l'ASCOLI di Zaza Feczesin sbancò Empoli (eravamo in 150 a godere nel settore ospiti del Castellani) ed eravamo sulla parte SX della classifica......empoli ultimo con 4 punti in classifica.....4 pareggi e 5 sconfitte in 9 gare.....allenatore l'ex bancario Maurizio Sarri.
Alzi la mano chi non avrebbe cacciato un tecnico innovativo che, nonostante Maccarone e Tavano davanti.....era ultimo in classifica ed umiliato con uno 0-3 casalingo da noi?
Corsi, presidente dell'Empoli, resistette alla piazza......che voleva la testa di Sarri (Empoli non è piazza calda, ma abituata al sali scendi A e B).
Lo confermò....ed a fine anno l'ASCOLI retrocesse (certamente per problemi societari) e l'Empoli giocò la finale play off per la A.
Lo stesso Corsi, lo scorso anno.....esonerò Vivarini nonostante il 4^ o 5^ posto in classifica dell'Empoli......dette la squadra ad Andreazzoli che non perse più una gara e riportò l'Empoli in A con 3 giornate di aticipo.......MISTERI DEL CALCIO....stesso Presidente....stesso ambiente.....situazione a sfavore di Sarri e favore di Vivarini per un eventuale esonero....invece tutto il contrario....
Le dinamiche nel mondo frenetico del calcio italiano sfuggono ai più.....e dall'intelligenza dei Presidenti nel capire determinate situazioni che al ns occhio da tifosi sfuggono....

Avatar utente
cri4picchio
Messaggi: 2099
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2018, 13:22
Settore Stadio: Tribuna Est

Re: Aspettando il mercato

Messaggio da cri4picchio »

......next year last train to League A in decade 2010-2020 ........ Always in League A ..... in every decade since we started.......74/75.

I Want to take that TRAIN....


:bandiera2: :bandiera2: :bandiera2:
Epica vittoria interna per 2-0 contro il Cagliari del 15 Maggio 1983, un successo che permise alla squadra di Carlo Mazzone di restare in Serie A.
"Chi non c'era se lo deve far raccontare... Chi c'era non lo può dimenticare..."  Enrico Nicolini

„La serie A è nostra e nessuno ce la toglierà mai più. Resterà in eredità ai figli dei nostri figli.“ Costantino Rozzi.
:soccer: Sempre e solo ASCOLI :soccer:

Avatar utente
GREZZO
Messaggi: 20670
Iscritto il: lunedì 22 maggio 2006, 18:10
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Aspettando il mercato

Messaggio da GREZZO »

RAGNO ha scritto:
giovedì 9 maggio 2019, 8:38
.........il discorso è che l'Ajax doveva difendere lo 0-1 andata ed il 2-0 in casa ritorno................perdere una finale di Champion credo sia anche un grandissimo danno economico..
però a fine gara i tifosi dell'Ajax applaudivano i loro giocatori, nonostante la rimonta micidiale (prendere 3 gol in casa nel secondo tempo e perdere la finale.....mica poco....)
e, dunque, è solo una questione di mentalità......
Noi ascolani (italiani in genere) amiamo le vittorie, anche se provengono da rapine sul campo......come diceva lo juventino Boniperti: vincere è l'unica cosa che conta.....
Ci vorranno tante generazioni per un cambio di mentalità.....all'estero insegnano a giocare bene al calcio ai ragazzini....qui ti insegnano a vincere e stop....(anche se tante scuole calcio stanno finalmente modificando le loro scuole di pensiero......)..........se lo fai anche giocando bene.....meglio!
Ma, certamente e senza ombra di smentita, la mentalità italiana è quella del "meglio giocare male e vincere che giocare bene e perdere".....
Però da decenni ormai assistiamo in Europa a squadre finaliste inglesi spagnole tedesche.....raramente son presenti le squadre italiane.....
Aspè a me sembra che dopo Ascoli-Palermo la squadra è stata osannata sotto la TRIBUNA................non capisco cioè il concetto di mentalità che dici tu. La prima cosa che ho fatto dopo che ho letto questo post.............è andare su di un forum dell'Ajax e la prima cosa che ho trovato è questo POST:
"Je geeft het zelf gewoon weg, ongelofelijk. Als je een 2-0 bij rust thuis niet kan verdedigen dan verdien je die finale ook niet. Laffe wissels ook van Ten Hag. Ze deden precies waar ik voor de wedstrijd al bang voor was, achteruit lopen. Dat kunnen wij helemaal niet"
Che tradotto significa:
Va dda viè lu cule.............se non sei in grado di difendere un 2-0 in casa quando ci vai in Finale? Anche i CODARDI avrebbero cambiato atteggiamento rispetto a Ten Hag. Hanno fatto esattamente ciò di cui avevo paura prima della partita e cioè tutti ad offendere senza rientrare. Non dovevamo farlo.

Tanto per dirtene una.

restando in TEMA..............l'allenatore dell'Ajax è naddre matte....................2-0 cioè devi subire 3 gol per uscire.................tutti in attacco pigghia lu gol del 2-1 in inferiorità numerica al 52esimo mi pare 4 contro 3 in un contropiede colossale. Poi ognuno la ntenne a modo suo ma..............
Lo avete visto come la gente è venuta qui allo Stadio, come ha gioito per la salvezza........PERCHE' QUI........è qualcosa di UNICO...................questo lo posso dire. UNICO significa che si vive il calcio......................in una MANIERA................................................A......A.....ALLUCINANTE!!!! Se uno non ha la forza di CAPIRLO rischia di..............................di........................SBANDARE!!!" by COSMI Serse

........ma rimango dell'opinione che una volta braccata la preda la devi sbranare, e non fartela scappare all'ultimo........by Zebro'

Lesson n° 2: SCANZETEVE!!! by Zebrò

RAGNO
Messaggi: 14173
Iscritto il: giovedì 3 febbraio 2011, 14:11

Re: Aspettando il mercato

Messaggio da RAGNO »

cri4picchio ha scritto:
giovedì 9 maggio 2019, 13:09
......next year last train to League A in decade 2010-2020 ........ Always in League A ..... in every decade since we started.......74/75.

I Want to take that TRAIN....


:bandiera2: :bandiera2: :bandiera2:
DECADE 70/80 SERIE A (5 ANNI) 74/75 - 75/76 - 77/78 - 78/79 - 79/80
DECADE 80/90 SERIE A (8 ANNI) 80/81 - 81/82 - 82/83 - 83/84 - 86/87 - 87/88 - 88/89 - 89/90
DECADE 90/00 SERIE A (1 ANNO) 91/92
DECADE 00/10 SERIE A (2ANNI) 05/06 - 06/07 TOTALE COMPLESSIVO 16 ANNI SERIE A :sshappy: :sshappy:
DECADE 10/20 ..............e dagghieeeee PICCHIOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

RAGNO
Messaggi: 14173
Iscritto il: giovedì 3 febbraio 2011, 14:11

Re: Aspettando il mercato

Messaggio da RAGNO »

GREZZO ha scritto:
giovedì 9 maggio 2019, 13:53
Aspè a me sembra che dopo Ascoli-Palermo la squadra è stata osannata sotto la TRIBUNA................non capisco cioè il concetto di mentalità che dici tu. La prima cosa che ho fatto dopo che ho letto questo post.............è andare su di un forum dell'Ajax e la prima cosa che ho trovato è questo POST:
"Je geeft het zelf gewoon weg, ongelofelijk. Als je een 2-0 bij rust thuis niet kan verdedigen dan verdien je die finale ook niet. Laffe wissels ook van Ten Hag. Ze deden precies waar ik voor de wedstrijd al bang voor was, achteruit lopen. Dat kunnen wij helemaal niet"
Che tradotto significa:
Va dda viè lu cule.............se non sei in grado di difendere un 2-0 in casa quando ci vai in Finale? Anche i CODARDI avrebbero cambiato atteggiamento rispetto a Ten Hag. Hanno fatto esattamente ciò di cui avevo paura prima della partita e cioè tutti ad offendere senza rientrare. Non dovevamo farlo.

Tanto per dirtene una.

restando in TEMA..............l'allenatore dell'Ajax è naddre matte....................2-0 cioè devi subire 3 gol per uscire.................tutti in attacco pigghia lu gol del 2-1 in inferiorità numerica al 52esimo mi pare 4 contro 3 in un contropiede colossale. Poi ognuno la ntenne a modo suo ma..............

.........quello che scrive la stampa non è quello che, spesso, dicono i tifosi con il loro comportamento.........
al risultato finale di 2-3 la TV ha inquadrato un mare di tifosi con le sciarpe biancorosse ad applaudire.......ovviamente la stampa sportiva potrebbe pensarla diversamente.....
Per quanto riguarda la "mentalità del tifoso" ognuno la pensa a modo suo.......quando, da salvi, perdemmo 1-2 contro la Ternana.....fischi ed insulti......
ora che, da salvi, perdi a Brescia ed in casa contro il Palermo....applausi.....AMEN.....l'antipatia verso Bellini spostava gli umori della tifoseria.....perché le situazioni erano identiche.....a Bari ho visto gente contestare per la salvezza avvenuta con 1 giornata di anticipo.....ma riguardava le dinamiche societarie.....questa contestazione....

Avatar utente
GREZZO
Messaggi: 20670
Iscritto il: lunedì 22 maggio 2006, 18:10
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Aspettando il mercato

Messaggio da GREZZO »

RAGNO ha scritto:
giovedì 9 maggio 2019, 14:02
.........quello che scrive la stampa non è quello che, spesso, dicono i tifosi con il loro comportamento.........
al risultato finale di 2-3 la TV ha inquadrato un mare di tifosi con le sciarpe biancorosse ad applaudire.......ovviamente la stampa sportiva potrebbe pensarla diversamente.....
Per quanto riguarda la "mentalità del tifoso" ognuno la pensa a modo suo.......quando, da salvi, perdemmo 1-2 contro la Ternana.....fischi ed insulti......
ora che, da salvi, perdi a Brescia ed in casa contro il Palermo....applausi.....AMEN.....l'antipatia verso Bellini spostava gli umori della tifoseria.....perché le situazioni erano identiche.....a Bari ho visto gente contestare per la salvezza avvenuta con 1 giornata di anticipo.....ma riguardava le dinamiche societarie.....questa contestazione....
:okyy: :okyy:
Lo avete visto come la gente è venuta qui allo Stadio, come ha gioito per la salvezza........PERCHE' QUI........è qualcosa di UNICO...................questo lo posso dire. UNICO significa che si vive il calcio......................in una MANIERA................................................A......A.....ALLUCINANTE!!!! Se uno non ha la forza di CAPIRLO rischia di..............................di........................SBANDARE!!!" by COSMI Serse

........ma rimango dell'opinione che una volta braccata la preda la devi sbranare, e non fartela scappare all'ultimo........by Zebro'

Lesson n° 2: SCANZETEVE!!! by Zebrò

TERZI1898
Messaggi: 2907
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2014, 18:32
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Aspettando il mercato

Messaggio da TERZI1898 »

RAGNO ha scritto:
giovedì 9 maggio 2019, 13:02
Empoli - ASCOLI 0-3
Era la 9^ di campionato girone andata.....l'ASCOLI di Zaza Feczesin sbancò Empoli (eravamo in 150 a godere nel settore ospiti del Castellani) ed eravamo sulla parte SX della classifica......empoli ultimo con 4 punti in classifica.....4 pareggi e 5 sconfitte in 9 gare.....allenatore l'ex bancario Maurizio Sarri.
Alzi la mano chi non avrebbe cacciato un tecnico innovativo che, nonostante Maccarone e Tavano davanti.....era ultimo in classifica ed umiliato con uno 0-3 casalingo da noi?
Corsi, presidente dell'Empoli, resistette alla piazza......che voleva la testa di Sarri (Empoli non è piazza calda, ma abituata al sali scendi A e B).
Lo confermò....ed a fine anno l'ASCOLI retrocesse (certamente per problemi societari) e l'Empoli giocò la finale play off per la A.
Lo stesso Corsi, lo scorso anno.....esonerò Vivarini nonostante il 4^ o 5^ posto in classifica dell'Empoli......dette la squadra ad Andreazzoli che non perse più una gara e riportò l'Empoli in A con 3 giornate di aticipo.......MISTERI DEL CALCIO....stesso Presidente....stesso ambiente.....situazione a sfavore di Sarri e favore di Vivarini per un eventuale esonero....invece tutto il contrario....
Le dinamiche nel mondo frenetico del calcio italiano sfuggono ai più.....e dall'intelligenza dei Presidenti nel capire determinate situazioni che al ns occhio da tifosi sfuggono....
Infatti volevo citare anche questo esempio: credo che in questi in casi poi vengano fuori altre questioni. Magari io presidente sono calcisticamente innamorato di un allenatore e sono disposto a rischiare, ad aspettarlo, perché magari sono convinto di lui, nonostante i risultati negativi. Magari Corsi ha visto certe cose in Sarri che non ha rivisto in Vivarini, e diciamo che su Sarri non si è sbagliato, la carriera parla per lui, quindi ha avuto ragione ad aspettarlo. E se con Vivarini non abbiamo la controprova, però con Andreazzoli poi è andato in A giocando un bellissimo calcio, però ripeto, non abbiamo la controprova, magari andava in A con Vivarini e con lui quest'anno roba che si salvava pure.
"Noi non supereremo mai questa fase"

Oetzi
Messaggi: 2573
Iscritto il: lunedì 6 marzo 2017, 23:12
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Aspettando il mercato

Messaggio da Oetzi »

TERZI1898 ha scritto:
giovedì 9 maggio 2019, 10:41
Premesso che per me parliamo di due sport diversi, perchè quello che abbiamo visto in questi due giorni è un altro sport. Io credo che a questi livelli se giochi bene, che non vuol dire attenzione dover attaccare sempre e comunque, alla fine vai avanti, altrimenti vai a casa. La Juventus con una squadra superiore è stata presa a pallonata. Il Tottenham, che non ha il gioco dell'Ajax e nemmeno i giocatori della Juventus, alla fine grazie ad un'ottima organizzazione è riuscita ad avere la meglio, in una partita comunque pari che infatti è finita 3-3 nel complesso. Diciamo che in serie B è difficile replicare certe cose. E' vero che Vivarini ci ha provato, però alla lunga paghi. Paghi perchè per giocare così devi essere sempre al top e se cali fisicamente fai fatica. Per questo poi subisci rimonte. Se hai un Troiano che ha 34 anni che magari nel secondo tempo si stanca, se hai dei terzini che non sono in grande condizione per diversi motivi (entrambi hanno fatto una preparazione approssimata), se gli attaccanti si spompano e non fanno più pressing allora vai in crisi, oltre al fatto che non è che a centrocampo avessi palleggiatori, ma più giocatori di sostanza. Il modello Ajax è un modello non replicabile in serie B e forse nemmeno in A, perchè parliamo di un lavoro lungo, con dei giocatori abituati a fare un certo tipo di lavoro, un pò come il Barcellona. Se tu hai una squadra nuova con 15 giocatori è difficile poter dare un'impronta del genere. Magari si può sperare di vederla l'anno prossimo, con qualche innesto e con un anno in più di lavoro.
Comunque qualcosa di simile tra l'Ascoli e l'Ajax era visibile. Ovviamente con le dovute proporzioni. Ieri l'Ajax è stato davvero sfortunato. Bastavano altri 60 secondi ed eri in finale. É un calcio innovativo, una orchestra. Ma anche un nugulo di avversari che ti si avventato prima che tu possa impostare. Nemmeno troppo distante dal calcio dei vari Resenbrink, Kroll, Van de Kerkoff, Neeskens degli anni 70. Una versione del pressing 2.0. Ritengo la Juve, il Real il Barcellona, il City, il Psg squadre enormemente più forti dell'Ajax. Superate con disinvoltura. Ma il calcio non può mai essere lo stesso. Con una squadra che segna tre goal con un rincalzo, il calcio deve sempre variare la propria lettura e richiede che il pallone venga spedito in tribuna. Come con l'Ascoli con il Cittadella ieri l'Ajax ha sciorinato un calcio eccezionale nel primo tempo una superiorità fantastica ma ha perso di vista altri parametri come il livello di energia, il tipo di squadra avversaria le risorse anche ingegnose dell'altro allenatore. Quando hai gente come Dele Alli, Son, Sissoko, da marcare, non pensi mai che la riserva di Kane possa essere il tuo primo problema mentre un Pochettino qualsiasi pensa che un Lucas Moura sia la tua migliore risorsa. Il calcio non ha regole statiche, se non che vince sempre chi merita.

Oetzi
Messaggi: 2573
Iscritto il: lunedì 6 marzo 2017, 23:12
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Aspettando il mercato

Messaggio da Oetzi »

lafaina2 ha scritto:
giovedì 9 maggio 2019, 10:15
chi fa finta di dire che tutto è andato meravigliosamente bene?
Nessuno.
Però si dice che occorre guardare la resa e se la resa sta più dalle parti del positivo, bisdogna solo tenerne conto in ogni metro di giudizio.
Anche quando si rimarca il singolo errore.

Perchè qua si va solo sugli errori, per arrivare alla fine, a far dire e a far arrivare che: vivarinio non è certamente buono per l'ascoli. Vivarini ci farà piagne.
Vedrai alla prossima, ecc... invece di ripartire con uno schema già iniziato e da supportare fino a prova contraria (risultati).
Non credere che sia sciocco che non so valutare tutte le ultime uscite di un altro tifoso.
Se ti riferisci a me (metto il beneficio del dubbio per rispetto) lo sei. Fidati.

Oetzi
Messaggi: 2573
Iscritto il: lunedì 6 marzo 2017, 23:12
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Aspettando il mercato

Messaggio da Oetzi »

RAGNO ha scritto:
giovedì 9 maggio 2019, 8:38
.........il discorso è che l'Ajax doveva difendere lo 0-1 andata ed il 2-0 in casa ritorno................perdere una finale di Champion credo sia anche un grandissimo danno economico..
però a fine gara i tifosi dell'Ajax applaudivano i loro giocatori, nonostante la rimonta micidiale (prendere 3 gol in casa nel secondo tempo e perdere la finale.....mica poco....)
e, dunque, è solo una questione di mentalità......
Noi ascolani (italiani in genere) amiamo le vittorie, anche se provengono da rapine sul campo......come diceva lo juventino Boniperti: vincere è l'unica cosa che conta.....
Ci vorranno tante generazioni per un cambio di mentalità.....all'estero insegnano a giocare bene al calcio ai ragazzini....qui ti insegnano a vincere e stop....(anche se tante scuole calcio stanno finalmente modificando le loro scuole di pensiero......)..........se lo fai anche giocando bene.....meglio!
Ma, certamente e senza ombra di smentita, la mentalità italiana è quella del "meglio giocare male e vincere che giocare bene e perdere".....
Però da decenni ormai assistiamo in Europa a squadre finaliste inglesi spagnole tedesche.....raramente son presenti le squadre italiane.....
È un discorso complesso. Applaudivano si ma per ringraziare non perché fossero contenti. E penso che ognuno ami vincere. Un Ajax a febbraio non avrebbe avuto scampo contro una Juve anche solo al 75percento. Il loro campionato è meno logorante, sono ragazzi giovani ed hanno un gioco avvincente. Ma nel calcio ogni mito ha il suo tempo ed i suoi Dei. Ieri una squadra che al debutto aveva perso con l'Inter (dico Inter) li ha purganti con una azione spettacolare all'ultimo minuto. Il peggio della sfiga. Io rimango dell'idea che il nostro calcio, quello fatto di regole artigianali, rimanga il migliore. 4 mondiali in epoche differenti non si inventano dall'oggi al domani. Ed è proprio il ripudio di questo nostro modo di giocare sparagnino che non ci fa vincere più. Perché la Francia ha vinto il mondiale con il più italiano dei modi.... Difesa e concretezza. Mentre il Liverpool finalista in champions ha costruito se stessa con il più fetente contropiedista del secolo ovvero Salah.

Bloccato