ASCOLI LA NOSTRA STORIA. Il Dopo-Guerra: 1948/49

I nostri cori, e la nostra Fede !

Moderatori: Moderatori, Moderatore Plus

Rispondi
asbr73
Messaggi: 3883
Iscritto il: giovedì 5 luglio 2007, 17:48

ASCOLI LA NOSTRA STORIA. Il Dopo-Guerra: 1948/49

Messaggio da asbr73 » sabato 26 agosto 2017, 15:31

1948/49 – Promozione Interregionale (girone L)

Ben 225 squadre (divise nei tanti Gironi contrasegnati dalla A alla O) si sfidano per ottenere le 12 promozioni in Serie C previste ed almeno per evitare i posti-retrocessione, che nel Girone L dove sta l'Ascoli sono quattro.
Nelle ultime giornate del campionato - sostituendo il leccese Giuseppe Guarascio - esordisce in porta il giovanissimo ascolano Giuseppe Gaspari (nato il 6 settembre 1932), che “eredita” la maglia del mitico Guido Lucidi ed è destinato ad una carriera che lo porterà persino alla Juventus.
In attacco giocano spesso assieme i fratelli Nardi (in passato schierati entrambi soltanto nello spareggio-salvezza del 1947 perso contro il Poligrafico Roma) e di fatto sarà questa l'unica Stagione in cui potranno far coppia in maglia bianco-nera: Umberto chiude la sua avventura a 28 anni (37 reti in 4 Stagioni) quando il 18enne Orlando in pratica inizia quella “carriera” che lo porterà ad essere vice-allenatore dell'Ascoli nella gloriosa Era-Mazzone.
Confermate la coppia di terzini Lazzarini - Giambruno e la linea dei mediani Costantini - Frascarelli - Caraffi.
Il fiumano Koccian (che gioca solo nel Girone di Ritorno), il “nuovo arrivato” Simoncini e Nardi I - attaccanti assieme ai confermati titolari Pavoni e Rotini - sono i migliori “cecchini”: per loro rispettivamente 10 gol in 15 partite, 8 gol in 30 partite e 7 gol in 14 partite.
L'Ascoli - giudato stando a Stefano Pellei da una "commissione tecnica" non specificata - si piazza nelle posizioni di metà classifica, chiudendo undicesimo a +9 punti dalla quart'ultima (la squadra ternana giallo-blu della Società Lavoratori) ed a -11 dallo Jesi promosso in Serie C.
Solo una sconfitta in casa (0-1 contro l'Aquila, che perderà lo spareggio-promozione con lo Jesi).
Solo due vittorie in trasferta (a Sulmona 2-0 ed a Teramo 1-0 su rigore).
Altisonante il 7-0 al Rieti ultimo in classifica.

Rispondi