ASCOLI LA NOSTRA STORIA. Gli Anni della Guerra (1940-45)

I nostri cori, e la nostra Fede !

Moderatori: Moderatori, Moderatore Plus

asbr73
Messaggi: 3882
Iscritto il: giovedì 5 luglio 2007, 17:48

Re: ASCOLI LA NOSTRA STORIA. Gli Anni della Guerra (1940-45)

Messaggio da asbr73 » lunedì 21 agosto 2017, 21:28

Contro l'Andreanelli Ancona (fanalino di coda) l'Ascoli "suda" più del dovuto. Pur giocando ad una sola porta si deve aspettare il 76' per passare in vantaggio: assist di testa di Barrera per l'esordiente ala destra Arata che - pur non in buona giornata - batte l'ottimo portiere Galeazzi.
L'eccellente Barrera con un tiro imparabile arrotonda il risultato all'ultimo minuto.

Ormai stabile l'inserimento di Bruno Rossi come centro-mediano con l'ottimo Bacilieri spostato a mezzala destra.
Arata e Carassai sono le ali.
E' la fisionomia che l'Ascoli sostanzialmente manterrà per tutto il Campionato.

Il Forlì espugna Chieti per 1-0 e mantiene un punto di vantaggio sull'Ascoli "inseguitore".
Allegati
ascoli andreanelli.jpg

asbr73
Messaggi: 3882
Iscritto il: giovedì 5 luglio 2007, 17:48

Re: ASCOLI LA NOSTRA STORIA. Gli Anni della Guerra (1940-45)

Messaggio da asbr73 » lunedì 21 agosto 2017, 21:41

Alla VI Giornata buon pareggio a Rimini (Faotto fissa l'1-1 al 86') che conferma l'ottimo stato di forma dell'Ascoli.

Alla VII un Ascoli travolgente "surclassa" il Fano e torna a -1 dal Forlì.
Allegati
ascoli-fano-4-0.jpg
ascoli-fano-4-0.jpg (77.91 KiB) Visto 52 volte

Avatar utente
timiotatongenos
Messaggi: 1694
Iscritto il: mercoledì 3 agosto 2011, 22:59
Settore Stadio: Curva Sud
Località: ASCOLI!

Re: ASCOLI LA NOSTRA STORIA. Gli Anni della Guerra (1940-45)

Messaggio da timiotatongenos » lunedì 21 agosto 2017, 22:06

Ottimo lavoro grazie asbr

Avatar utente
Rom74AP
Messaggi: 1201
Iscritto il: domenica 7 maggio 2006, 2:15
Località: Ascoli Piceno

Re: ASCOLI LA NOSTRA STORIA. Gli Anni della Guerra (1940-45)

Messaggio da Rom74AP » lunedì 21 agosto 2017, 22:37

G R A Z I E !


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
"La vita riserva attimi di gioia e anni di sofferenza. L'importante è trasformare gli attimi in ore e gli anni in minuti" C.Rozzi 1994

asbr73
Messaggi: 3882
Iscritto il: giovedì 5 luglio 2007, 17:48

Re: ASCOLI LA NOSTRA STORIA. Gli Anni della Guerra (1940-45)

Messaggio da asbr73 » lunedì 21 agosto 2017, 23:59

L'Ascoli continua a vincere "sbaragliando" il Cluana Civitanova (Arata - Faotto per un secco 0-2) alla VIII Giornata.
Allegati
duello.jpg
VIII Giornata
duello.jpg (54.97 KiB) Visto 47 volte

asbr73
Messaggi: 3882
Iscritto il: giovedì 5 luglio 2007, 17:48

Re: ASCOLI LA NOSTRA STORIA. Gli Anni della Guerra (1940-45)

Messaggio da asbr73 » martedì 22 agosto 2017, 0:26

Alla IX l'Ascoli pareggia 0-0 grazie ad una bella prova a Forlimpopoli.
Il giornale "Il Littoriale" nell'occasione commenta "...Bene l'Ascoli che conferma la sua saldezza difensiva...".

Sette giorni dopo - il 6 dicembre 1942 - si disputa Ascoli - Chieti.
Al minuto 87' l'ala Alfiero Rota segna una delle sue 26 reti stagionali (si laureerà capo-cannoniere del Girone) e "gela" il Campo Squarcia.
E' la prima sconfitta del Campionato per l'Ascoli contro un Chieti che inaspettatamente ma meritatamente "espugna" un campo proibitivo come quello ascolano.
Allegati
chieti corsaro.jpg
chieti corsaro.jpg (86.52 KiB) Visto 45 volte

asbr73
Messaggi: 3882
Iscritto il: giovedì 5 luglio 2007, 17:48

Re: ASCOLI LA NOSTRA STORIA. Gli Anni della Guerra (1940-45)

Messaggio da asbr73 » martedì 22 agosto 2017, 0:48

Il Girone d'Andata si chiude con il pronto riscatto dell'Ascoli, che espugna 2-0 Ravenna grazie alla doppietta di Arata sul finire del match.

Le prime posizioni della Classifica a metà torneo:

18 Forlì
15 Ascoli
14 Chieti e Vis Pesaro
Allegati
Ravenna-Ascoli-0-2.jpg
Ravenna-Ascoli-0-2.jpg (55.99 KiB) Visto 45 volte

asbr73
Messaggi: 3882
Iscritto il: giovedì 5 luglio 2007, 17:48

Re: ASCOLI LA NOSTRA STORIA. Gli Anni della Guerra (1940-45)

Messaggio da asbr73 » martedì 22 agosto 2017, 1:18

Il Girone di Ritorno si apre con la vittoria di Pesaro (2-1) e con la batosta al Macerata (5-0).
Segue a Cesena un 1-1 firmato da Arata e Caracciolo (un ex-ascolano finito in Romagna dopo aver assaggiato Serie A e Serie B...) nella giornata in cui il Forlì rifila un altisonante 8-0 al Cluana Civitanova.

Il 24 gennaio 1943 l'occasione per l'Ascoli di riaprire completamente il campionato "rosicchiando" due punti al Forlì, che giunge allo "Squarcia" per la XV Giornata: è necessario assolutamente vincere per dimezzare lo svantaggio in classifica dai romagnoli.

asbr73
Messaggi: 3882
Iscritto il: giovedì 5 luglio 2007, 17:48

Re: ASCOLI LA NOSTRA STORIA. Gli Anni della Guerra (1940-45)

Messaggio da asbr73 » martedì 22 agosto 2017, 10:30

ASCOLI - FORLI'.

E' definita dal cav. Giuseppe Vecchiotti (nel suo Album Storico Fotografico sull'Ascoli Calcio) "la partita più famosa che tutti i vecchi tifosi ricordano".

Il Forlì è ancora imbattuto dopo 14 partite e comanda la classifica a +4 sull'Ascoli (ben 24 punti totalizzati sui 28 disponibili).

L'Ascoli in "formazone-tipo" davanti ai suoi tifosi trepidanti - quel 24 gennaio - passa in vantaggio al 20' con Barrera ma già al 36' il centrattacco forlivese Werther Gaiani pareggia.
Si arriva dunque all'intervallo sul punteggio di 1-1, che all'Ascoli non basta assolutamente.
La mezzala sinistra Logli riporta avanti l'Ascoli al 64' ma bastano 5' al 17enne "terribile" Gaiani per pareggiare nuovamente.
Pronti-via e l'Ascoli riesce a segnare nuovamente in quella che sta diventando una partita meravigliosa dalle 1000 emozioni: al 70' è Arata a ridare fiato ai tifosi bianco-neri.
Mancano 20 minuti al fischio finale e l'Ascoli sente sempre più vicina "l'impresa". Al 81' tuttavia giunge come "una mazzata" il 3-3 della mezzala destra Ortali.
L'Ascoli ora si dimostra davvero uno squadrone, non si perde d'animo e torna per la quarta volta in vantaggio !!
Racconta Vecchiotti che "fra un tripudio di folla, impazzita dalla gioia, il nostro Barrera riuscì a segnare la quarta rete": è il minuto 87.
Lo stesso Barrera al 90' chiude definitavamente i conti per uno storico 5-3.
Ultima modifica di asbr73 il martedì 22 agosto 2017, 23:22, modificato 2 volte in totale.

asbr73
Messaggi: 3882
Iscritto il: giovedì 5 luglio 2007, 17:48

Re: ASCOLI LA NOSTRA STORIA. Gli Anni della Guerra (1940-45)

Messaggio da asbr73 » martedì 22 agosto 2017, 10:50

Doveroso un inciso sui nostri avversari, omaggio a quel Gaiani che ci fece "penare" quel giorno del gennaio 1943.

Gaiani è un ragazzino di 17 anni appena eppure gioca già dal 1940: esordisce in Serie B col Molinella (la squadra del suo paese) il 2 giugno 1940 quando nel clamoroso 6-1 alla Pro Vercelli segna il gol che lo fa entrare "nella Storia" come il più precoce marcatore di ogni epoca fra Serie A e Serie B (avrebbe compiuto 15 anni a fine giugno !). Gaiani fornisce pure due assist: a Bonesini ed a quel Busoni che troviamo nell'Ascoli appena quattro mesi dopo l'exploit del suo giovanissimo compagno (piccolo il mondo...).
Il fortissimo ed "in gambissima" Gaiani (autore di 15 gol nella Stagione di Forlì) passa al Bologna nel '44 dopo aver giocato ottime partite anche nella "Rappresentativa Emiliana".
Ha tuttavia una sorte davvero atroce in quanto il 1 settembre 1944 muore sotto le bombe degli "Alleati" alla Bolognina, il popolare quartiere bolognese devastato dal terribile bombardamento.

L'ennesima commovente storia che rivela l'assurdità della guerra (frase "banale" ma che una volta di più - pensando alla vicenda del bomber-ragazzino - dovrebbe assumere un significato assoluto e definitivo).

http://www.duecaffe.it/index.php?option ... Itemid=238

asbr73
Messaggi: 3882
Iscritto il: giovedì 5 luglio 2007, 17:48

Re: ASCOLI LA NOSTRA STORIA. Gli Anni della Guerra (1940-45)

Messaggio da asbr73 » martedì 22 agosto 2017, 11:40

Dopo "la sbornia" di emozioni contro il Forlì l'Ascoli cade clamorosamente sul campo dell'Andreanelli Ancona, destinata all'ultima piazza in graduatoria (i dorici non vincevano dalla II Giornata e non vinceranno più).
Il gol di Giaccaglia al 32' non viene recuperato e la squadra bianco-nera sciupa in modo incredibile l'occasione di portarsi a -1 dal Forlì, bloccato sul 2-2 dal Chieti.
Un vero e proprio "suicidio sportivo"...
Ultima modifica di asbr73 il martedì 22 agosto 2017, 13:36, modificato 1 volta in totale.

asbr73
Messaggi: 3882
Iscritto il: giovedì 5 luglio 2007, 17:48

Re: ASCOLI LA NOSTRA STORIA. Gli Anni della Guerra (1940-45)

Messaggio da asbr73 » martedì 22 agosto 2017, 12:51

Il 4-0 di Ascoli-Rimini viene "ammortizzato" dal Forlì che espugna Ravenna nel derby romagnolo.

Poi alla XVIII Giornata il Forlì approfitta del pari tra Fano ed Ascoli (1-1 nella cittadina costiera) e torna a +4 in classifica.

L'Ascoli segna 5 gol al Cluana Civitanova tutti nella ripresa (5-0) e torna a sperare grazie al pari fra Macerata e Forlì (i maceratesi in casa cedono i 2 punti solo al Chieti durante tutto il campionato).

Alla terz'ultima Giornata il fragoroso KO interno del Forlì (0-3 col Cesena) porta l'Ascoli (4-0 al Forlimpopoli) ad un solo punto dalla vetta.
Mancano solo due partite: oramai l'Ascoli deve sperare solo nelle avversarie del Forlì (Forlimpopoli e Andreanelli) anche perchè il 7 marzo non gioca la partita di Chieti (si disputerà 2 settimane dopo, a campionato ormai concluso).
Il Forlì batte il Forlimpopoli e si presenta all'ultimo turno da stra-favorita: l'Andreanelli ha vinto solo due partite in tutto il campionato (una purtroppo proprio con l'AscolI...) e pensare che possa "sgambettare" i romagnoli ottenendo almeno un pari effettivamente è utopia.
L'Ascoli insomma deve battere il Ravenna ed aspettare notizie da Ancona (sperando il Forlì non vinca) per sapere se Chieti-Ascoli potrà essere decisiva per agganciare la vetta.

Come da pronostico l'Andreanelli non riesce a fermare la capolista che chiude a +3 sull'Ascoli: i bianco-neri battono 5-0 il Ravenna (quaterna di Logli) ed hanno una partita da recuperare ma ovviamente non possono più raggiungere il Forlì.
Sarebbe bastato almeno pareggiare quella maledetta partita del 31 gennaio in Ancona col "derelitto" Andreanelli per avere la possibilità di vincere il Girone ma incredibilmente ci troviamo ormai soltanto a recriminare sulla fine di un sogno più che mai alla nostra portata, la promozione in Serie B.
Fra rimpianti e delusione a Chieti perdiamo per 4-0 un match ininfluente col solito Rota che ci rifila due reti: anche lui peraltro ci suscita molto rammarico visto che a 3' dal termine aveva segnato il gol vittoria dei teatini all'andata, nell'unica sconfitta interna patita dall'Ascoli (che "a conti fatti" ci costa il campionato).

asbr73
Messaggi: 3882
Iscritto il: giovedì 5 luglio 2007, 17:48

Re: ASCOLI LA NOSTRA STORIA. Gli Anni della Guerra (1940-45)

Messaggio da asbr73 » martedì 22 agosto 2017, 13:15

TORNEO ALDO FIORINI 1943.

La beffa e la frustrazione per le sorti del campionato l'Ascoli le riversa sul Torneo Aldo Fiorini (praticamente la Coppa Italia di Serie C), che incredibilmente viene giocato sino al termine nostante la gravissima situazione bellica in Italia: emblematico che la finale fra Treviso e Casale - vinta dai bianco-celesti - si giochi il 25 luglio, proprio il giorno della caduta di mussolini.

L'Ascoli - con la novità di Battaglia in porta - "si sfoga" sulla malcapitata Cluana Civitanova, sommersa con 13 reti fra andata e ritorno (0-4 e 9-0).
Supera il Cesena (4-1 ad Ascoli, che rende ininfluente la sconfitta 2-0 in Romagna).
Elimina il Perugia (6-0 allo Squarcia e sconfitta 3-1 in Umbria).
Rifila 11 gol ai "Vigili del Fuoco" Roma (7-0 interno e 0-4 in Lazio).

Le semifinali - orami in Estate - sono col Treviso, giunto secondo in campionato nel suo Girone A.
Ad Ascoli i bianco-neri conducono 4-1 sino al 80' ma negli ultimi dieci minuti Del Grosso su rigore e Poli fissano il risultato su un "pericoloso" 4-3.
Il 4 luglio in Veneto il Treviso ci batte 2-0 (un gol per tempo di Grosso e Del Grosso) ed arriva in finale dove batterà il glorioso Casale.
Sontuoso peraltro lo "score" della coppia Logli - Barrera nelle sole 10 gare di questo torneo: il primo è autore di 14 gol (da aggiungere ai 17 gol segnati in campionato) e l'argentino lo insegue con 12 reti (da aggiungere alle 11 in campionato). SENSAZIONALI in una squadra che viaggia alla pazzesca media di 4 gol a partita ma che si ferma proprio alle soglie della finale.

Insomma altra "beffa" per quello che probabilmente rimane l'Ascoli più forte ed indimenticabile dei primi 70 anni della nostra Storia.
Non cambia "la sostanza" di un'annata sportivamente indimenticabile, funestata purtroppo dalla Guerra Mondiale che - fra l'altro - per le successive 2 Stagioni determina l'interruzione dell'attività "regolare" della FIGC.

Rispondi