Voti Ascoli - Reggiana

On line dal 1999. Per parlare dell'Ascoli Calcio.

Moderatori: Moderatori, Moderatore Plus

Rispondi
Avatar utente
Goro
Messaggi: 211
Iscritto il: martedì 9 luglio 2019, 12:03
Settore Stadio: Curva Sud

Voti Ascoli - Reggiana

Messaggio da Goro »

Leali NG: per verificare di aver messo i guanti prende con le mani un retropassaggio killer (non mi va nemmeno di dire di chi...) e le maledizioni che manda a chi lo ha effettuato riecheggieranno ai posteri per l'eternità. Per il resto è pressoché inoperoso, se non per un paio di tiretti dalla distanza che gli servono a giustificare la doccia. ASSONNATO

Pucino 6: se Bertotto, che per una vita ha fatto quel ruolo, gli ha dato addirittura la fascia di capitano, qualcosa sto ragazzo deve avergli promesso. Un Rolex, credo. VENEME PEGGHIENNE

Brosco 6,5: partita di grande sostanza, mena e sa menare; alla fine probabilmente rimanere è stata una fortuna soprattutto per lui, perché andare altrove e ritrovarsi a marcare Sabiri ne lo velesse recordà manche pe sbagghie. RINNOVA FINCHE' SEI IN TEMPO

Spendlhofer 7: mezzo voto in più per la decisione di scrivere Lukas dietro la maglia, con un cognome così in Ascoli potrebbero venir fuori cose da non tramandare ai posteri (scherzi a parte, me cojoni che difensore). GIOCATORE

Kragl 6,5: lo spessore tecnico di questo giocatore è nullo in confronto a quello del suo torace; Bertotto lo fa giocare terzino arretrato perché Pulcinelli non ha messo a budget di cambiare la rete della porta ogni partita; averlo preso prima il Comune si sarebbe risparmiato matti soldi per la demolizione della sud semplicemente chiedendogli di provare le punizioni dal limite con l'obbligo di tirare alto. DEMOLITION MAN

Saric 7: il tipico sorriso sornione di chi al quinto mojito si sente chiedere un giudizio sul riscaldamento globale nasconde in realtà un centrocampista coi controcazzi, che corre, mena ma ha anche la castagna. E dato che è periodo e che Conte ha vietato le castagnate, i tempi sono maturi per arrostirne qualcuna in fondo al sacco. SICURA PLUSVALENZA

Cavion 6,5: solito motorino di centrocampo, che nella passata stagione era imprescindibile ed insostituibile perché il nulla cosmico che aveva intorno lo rendeva inavvicinabile come chi scoreggia in ascensore. Quest'anno, invece, pare in buona compagnia. LASCIALA MICHELINO

CHIRICO' 6: ottime le premesse, sbaglia sempre le scelte finali "bruciando" i compagni, tanto che Zingaretti sta seriamente pensando di candidarlo per il Partito Democratico. Dopo alcune partite in cui non coglie lo specchio della porta, ieri ha preso il palo. Tutto fa pensare che si stia avvicinando al bersaglio, sempre se lo ricorda visto che Bertotto finora lo ha spremuto come un limone sorrentino. PIDDINO

SABIRI 7,5: considerando che sarà sì e no al 50% della condizione, e che sarà puntualmente frustato e fustigato dagli avversari, c'è solo da augurargli tanta salute perché se le premesse sono queste sto ragazzo con la Serie B centra come Luxuria quando si parla di figa. TRANS-CATEGORIA

PIERINI 6: se quel tiro a volo post veronica dalla trequarti si abbassa prima, può smetterla a poco più di ventanni col calcio giocato vivendo di rendita con le sponsorizzazioni dei filmati di Youtube. E' ancora presto per capire che robba è, ma già solo il fatto che abbia provato una cosa del genere me lo rende interessante. NAFTALINATO

BAJIC 7: la sua scocca in carbonio assorbe gli urti e gli vale cinque stelle EURONCAP; gol da fuori e un paio di passaggi al volo ed alleggerimenti fanno pensare che forse è meglio aspettare per dare giudizi affrettati su un camion del genere senza dargli nemmeno il tempo di finire il rodaggio. GRUOSSE

GERBO 10: in campo è da 6, l'intervista di fine gara è invece da registrare e far rivedere a Cavion una decina di volte filate. Aldilà di quanta paraculaggine ci sia dentro nelle risposte (ce vole pure quella), la citazione per Vellios (suggeritagli da qualcuno lì di fianco) è sintomo che nel gruppo squadra si sta lavorando bene. UN GERBO CON GARBO

CANGIANO 6: nel complesso di una squadra corazzata dal punto di vista fisico, lui è l'elemento "volandrella" che ogni anno necessariamente serve per assorbire schiaffi e brutali episodi di nonnismo all'interno del gruppo. Al momento il suo apporto è impalpabile ma è anche vero che deve ancora finire le scuole medie e probabilmente i banchi con le rotelle lo fanno arrivare stanco in partita. CRESCIAMO INSIEME

DONIS 6: entra in campo giusto il tempo di dare qualche zampata agli avversari, dimostrando immediatamente di preferire lo tzatziki al tiki-taka; si sente subito a casa quando al gol del pareggio dalle tribune partono migliaia di bestemmie in greco antico che Apollo scansati proprio. Diamogli il tempo di ambientarsi e nel frattempo facciamogli fare una chiacchierata con Eleftheropoulos. MENO TIKI TAKA, PIU' TZATZIKI

TUPTA 6: ha l'incredibile occasione di entrare e segnare senza che i compagni sappiano ancora il suo nome di battesimo, giustamente la spreca perché che senso avrebbe farsi abbracciare da gente che ti urla "Vai coso!" in dodici/tredici lingue diverse. BEN ARRIVATO

BERTEIGHT 6,5: inglesizziamo il suo nome perché questo Ascoli International, finalmente, gioca a calcio e questo se non hai un nome figo non sempre è ben visto. Se in queste prime quattro gare avessimo capitalizzato un terzo delle occasioni più nitide create non avremmo mai chiuso una partita senza segnare e forse non avremmo mai perso, ciò significa che in fondo in fondo non puoi fare altro che prendertela con il clero e forse anche con l'intero cristianesimo. Probabilmente conviene continuare a dire che non ce capisce un ca##o, perché male che vada si può sempre essere contenti di aver sbagliato giudizio. Personalmente mi vanto di capirci sicuramente meno di lui, e questo mi basta. Anche perché con qualche altro qualche dubbio m'è venuto. CHI CAZ.ZO E' BERTOTTO!?
"Il pubblico mi commuove in maniera particolare. Quando ascolto l'incitamento collettivo di duemila e più voci, quando vedo i tifosi urlare e cantare tutta la loro passione un nodo mi percorre la gola." Costantino Rozzi
"Ad Ascoli abbiamo visto i 50 calciatori più forti di tutti i tempi, tolti Cristiano Ronaldo, Messi, Sivori e Pelè, gli altri sono passati tutti al Del Duca. E non è detto che Cristiano Ronaldo non lo vedremo..." Giuliano Tosti

lafaina2
Messaggi: 3697
Iscritto il: lunedì 12 gennaio 2015, 14:12
Settore Stadio: Tribuna Ovest Poltrona Gialla

Re: Voti Ascoli - Reggiana

Messaggio da lafaina2 »

ahahahahahahahahah...grande, grande, grandissimo Goro!!!
“In quei 90 minuti lotti per la tua maglia, la tua squadra, i tuoi tifosi… ma poi quando la partita finisce, 2 ragazzi in mezzo al campo si stringono la mano , si salutano e si regalano un sogno, che durerà per tutta la vita. Da compagni o avversari… grazie”.
Valerio Bertotto (da capitano dell'Udinese)

Avatar utente
ilducabolognese
Messaggi: 4091
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2006, 0:13

Re: Voti Ascoli - Reggiana

Messaggio da ilducabolognese »

Con Goro un quarto d'ora di in...sana allegria.

superpicchio
Messaggi: 3607
Iscritto il: martedì 29 giugno 2010, 20:36

Re: Voti Ascoli - Reggiana

Messaggio da superpicchio »

Goro ha scritto:
mercoledì 21 ottobre 2020, 12:28
DONIS 6: entra in campo giusto il tempo di dare qualche zampata agli avversari, dimostrando immediatamente di preferire lo tzatziki al tiki-taka; si sente subito a casa quando al gol del pareggio dalle tribune partono migliaia di bestemmie in greco antico che Apollo scansati proprio.
:malol: :malol: :malol:

Avatar utente
pikioboy
Messaggi: 5279
Iscritto il: lunedì 3 settembre 2007, 11:55
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Voti Ascoli - Reggiana

Messaggio da pikioboy »

Splendide pagelle.
Geniali Spendlhofer e Tupta 🤣🤣🤣🤣
-46

"I tifosi hanno continuato a incitare la squadra che perde 4a0; Bravi davvero i tifosi dell'Ascoli, sembra quasi stiano vincendo 4a0. Un pubblico eccezionale che sa che deve incitare i propri giocatori e lo sta facendo ancora ora con un grande spettacolo e un grande colpo d'occhio."(Giovani Scaramuzzino, Tutto il calcio minuto per minuto, 26/3/11)

RAGNO
Messaggi: 14961
Iscritto il: giovedì 3 febbraio 2011, 14:11

Re: Voti Ascoli - Reggiana

Messaggio da RAGNO »

Goro ha scritto:
mercoledì 21 ottobre 2020, 12:28
Leali NG: per verificare di aver messo i guanti prende con le mani un retropassaggio killer (non mi va nemmeno di dire di chi...) e le maledizioni che manda a chi lo ha effettuato riecheggieranno ai posteri per l'eternità. Per il resto è pressoché inoperoso, se non per un paio di tiretti dalla distanza che gli servono a giustificare la doccia. ASSONNATO

Pucino 6: se Bertotto, che per una vita ha fatto quel ruolo, gli ha dato addirittura la fascia di capitano, qualcosa sto ragazzo deve avergli promesso. Un Rolex, credo. VENEME PEGGHIENNE

Brosco 6,5: partita di grande sostanza, mena e sa menare; alla fine probabilmente rimanere è stata una fortuna soprattutto per lui, perché andare altrove e ritrovarsi a marcare Sabiri ne lo velesse recordà manche pe sbagghie. RINNOVA FINCHE' SEI IN TEMPO

Spendlhofer 7: mezzo voto in più per la decisione di scrivere Lukas dietro la maglia, con un cognome così in Ascoli potrebbero venir fuori cose da non tramandare ai posteri (scherzi a parte, me cojoni che difensore). GIOCATORE

Kragl 6,5: lo spessore tecnico di questo giocatore è nullo in confronto a quello del suo torace; Bertotto lo fa giocare terzino arretrato perché Pulcinelli non ha messo a budget di cambiare la rete della porta ogni partita; averlo preso prima il Comune si sarebbe risparmiato matti soldi per la demolizione della sud semplicemente chiedendogli di provare le punizioni dal limite con l'obbligo di tirare alto. DEMOLITION MAN

Saric 7: il tipico sorriso sornione di chi al quinto mojito si sente chiedere un giudizio sul riscaldamento globale nasconde in realtà un centrocampista coi controcazzi, che corre, mena ma ha anche la castagna. E dato che è periodo e che Conte ha vietato le castagnate, i tempi sono maturi per arrostirne qualcuna in fondo al sacco. SICURA PLUSVALENZA

Cavion 6,5: solito motorino di centrocampo, che nella passata stagione era imprescindibile ed insostituibile perché il nulla cosmico che aveva intorno lo rendeva inavvicinabile come chi scoreggia in ascensore. Quest'anno, invece, pare in buona compagnia. LASCIALA MICHELINO

CHIRICO' 6: ottime le premesse, sbaglia sempre le scelte finali "bruciando" i compagni, tanto che Zingaretti sta seriamente pensando di candidarlo per il Partito Democratico. Dopo alcune partite in cui non coglie lo specchio della porta, ieri ha preso il palo. Tutto fa pensare che si stia avvicinando al bersaglio, sempre se lo ricorda visto che Bertotto finora lo ha spremuto come un limone sorrentino. PIDDINO

SABIRI 7,5: considerando che sarà sì e no al 50% della condizione, e che sarà puntualmente frustato e fustigato dagli avversari, c'è solo da augurargli tanta salute perché se le premesse sono queste sto ragazzo con la Serie B centra come Luxuria quando si parla di figa. TRANS-CATEGORIA

PIERINI 6: se quel tiro a volo post veronica dalla trequarti si abbassa prima, può smetterla a poco più di ventanni col calcio giocato vivendo di rendita con le sponsorizzazioni dei filmati di Youtube. E' ancora presto per capire che robba è, ma già solo il fatto che abbia provato una cosa del genere me lo rende interessante. NAFTALINATO

BAJIC 7: la sua scocca in carbonio assorbe gli urti e gli vale cinque stelle EURONCAP; gol da fuori e un paio di passaggi al volo ed alleggerimenti fanno pensare che forse è meglio aspettare per dare giudizi affrettati su un camion del genere senza dargli nemmeno il tempo di finire il rodaggio. GRUOSSE

GERBO 10: in campo è da 6, l'intervista di fine gara è invece da registrare e far rivedere a Cavion una decina di volte filate. Aldilà di quanta paraculaggine ci sia dentro nelle risposte (ce vole pure quella), la citazione per Vellios (suggeritagli da qualcuno lì di fianco) è sintomo che nel gruppo squadra si sta lavorando bene. UN GERBO CON GARBO

CANGIANO 6: nel complesso di una squadra corazzata dal punto di vista fisico, lui è l'elemento "volandrella" che ogni anno necessariamente serve per assorbire schiaffi e brutali episodi di nonnismo all'interno del gruppo. Al momento il suo apporto è impalpabile ma è anche vero che deve ancora finire le scuole medie e probabilmente i banchi con le rotelle lo fanno arrivare stanco in partita. CRESCIAMO INSIEME

DONIS 6: entra in campo giusto il tempo di dare qualche zampata agli avversari, dimostrando immediatamente di preferire lo tzatziki al tiki-taka; si sente subito a casa quando al gol del pareggio dalle tribune partono migliaia di bestemmie in greco antico che Apollo scansati proprio. Diamogli il tempo di ambientarsi e nel frattempo facciamogli fare una chiacchierata con Eleftheropoulos. MENO TIKI TAKA, PIU' TZATZIKI

TUPTA 6: ha l'incredibile occasione di entrare e segnare senza che i compagni sappiano ancora il suo nome di battesimo, giustamente la spreca perché che senso avrebbe farsi abbracciare da gente che ti urla "Vai coso!" in dodici/tredici lingue diverse. BEN ARRIVATO

BERTEIGHT 6,5: inglesizziamo il suo nome perché questo Ascoli International, finalmente, gioca a calcio e questo se non hai un nome figo non sempre è ben visto. Se in queste prime quattro gare avessimo capitalizzato un terzo delle occasioni più nitide create non avremmo mai chiuso una partita senza segnare e forse non avremmo mai perso, ciò significa che in fondo in fondo non puoi fare altro che prendertela con il clero e forse anche con l'intero cristianesimo. Probabilmente conviene continuare a dire che non ce capisce un ca##o, perché male che vada si può sempre essere contenti di aver sbagliato giudizio. Personalmente mi vanto di capirci sicuramente meno di lui, e questo mi basta. Anche perché con qualche altro qualche dubbio m'è venuto. CHI CAZ.ZO E' BERTOTTO!?
:Dx :Dx però CAVION almeno 7 in pagella lo merita....per me è stato un motorino elevato al quadrato....a prescindere dalle dichiarazioni....in mezzo al campo è stato sempre un autentico professionista....

Soloilpicchio
Messaggi: 794
Iscritto il: domenica 2 aprile 2017, 20:08
Settore Stadio: Distinti

Re: Voti Ascoli - Reggiana

Messaggio da Soloilpicchio »

MITICO

Avatar utente
cri4picchio
Messaggi: 2918
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2018, 13:22
Settore Stadio: Tribuna Est

Re: Voti Ascoli - Reggiana

Messaggio da cri4picchio »

Mitico Goro....

Berteight m'è fatte meri'
Epica vittoria interna per 2-0 contro il Cagliari del 15 Maggio 1983, un successo che permise alla squadra di Carlo Mazzone di restare in Serie A.
"Chi non c'era se lo deve far raccontare... Chi c'era non lo può dimenticare..."  Enrico Nicolini

„La serie A è nostra e nessuno ce la toglierà mai più. Resterà in eredità ai figli dei nostri figli.“ Costantino Rozzi.
:soccer: Sempre e solo ASCOLI :soccer:

Avatar utente
Rom74AP
Messaggi: 1517
Iscritto il: domenica 7 maggio 2006, 2:15
Settore Stadio: Tribuna Est
Località: Ascoli Piceno

Re: Voti Ascoli - Reggiana

Messaggio da Rom74AP »

Che grande che sei Goro!!
"La vita riserva attimi di gioia e anni di sofferenza. L'importante è trasformare gli attimi in ore e gli anni in minuti" C.Rozzi 1994

Avatar utente
Picchio_Ale
Presidente
Messaggi: 16959
Iscritto il: sabato 3 febbraio 2007, 12:25
Settore Stadio: Tribuna Est
Località: Ascoli Piceno

Re: Voti Ascoli - Reggiana

Messaggio da Picchio_Ale »

Grande Goro, col vecchio nick sarebbe stato Goroseven!

Avatar utente
tozzi
Moderatore
Messaggi: 32535
Iscritto il: domenica 6 luglio 2008, 7:55
Settore Stadio: Curva Sud
Località: Lecce

Re: Voti Ascoli - Reggiana

Messaggio da tozzi »

Picchio_Ale ha scritto:
mercoledì 21 ottobre 2020, 23:52
Grande Goro, col vecchio nick sarebbe stato Goroseven!
GR7
"L'Ascoli è capace di grandi cose. Rende intimi amici persone che, senza l'Ascoli, normalmente si sarebbero magari solo conosciute, dei fratelli persone che eppure, senza l'Ascoli, le cui strade si sarebbero magari solo sfiorate. Dei consanguinei bianconeri, potremmo chiamarli, persone apparentemente che sono di estrazione sociale e culturale diversa, di dialetti diversi. Che, senza l'Ascoli, si sarebbero potuti incrociare probabilmente solo in un autogrill o in un supermercato, tutti invece animati da una delle grandi passioni della loro vita, se non la più grande, l'Ascoli calcio" (Costantino Rozzi, 12.05.1989).

"Non è importante cercare sempre un colpevole quando le cose non girano bene ma è fondamentale rendersi conto che dobbiamo essere sempre uniti: noi Società, la squadra, i tifosi e sentendoci nei momenti positivi come oggi, tutti protagonisti assoluti" (Massimo Pulcinelli, 7.04.2019)

Rispondi