Il Tifometro, questo sconosciuto

On line dal 1999. Per parlare dell'Ascoli Calcio.

Moderatori: Moderatori, Moderatore Plus

Avatar utente
franz
Moderatore
Messaggi: 9774
Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 18:21
Settore Stadio: Curva Sud

Il Tifometro, questo sconosciuto

Messaggio da franz »

Buongiorno a tutti,

passa il tempo ma i modus operandi, gli atteggiamenti, i rimproveri, le considerazioni, le ripicche, i flame, gli insulti si ripetono ciclicamente.

Non è la prima volta che il TB viene dato per "morto", eppure è ancora qui.

Io dato la sua nascita, almeno l'embrione da cui si è sviluppato, nel 1998, quando era appoggiato al sito rinascita.it e gestito via mail da... (non ricordo il nick purtroppo, ma so chi è). Sono passati 22 anni e nel frattempo, per l'espandersi della rete, sono nati e cresciuti infiniti altri posti dove leggere e parlare del Picchio, ognuno di questi è stato, ove esplicitamente richiesto ma anche solo parlandone, "pubblicizzato" su queste pagine perché valeva e vale la regola: "più si parla del Picchio e meglio è". Senza gelosie o voglia di primeggiare, senza personalismi o pretese di ufficialità. Semplicemente: "qui si parla del Picchio".

E se ne parla in tutti i sensi, nonostante le periodiche "accuse" di avere un mandante od una linea editoriale o di tenere per qualcuno in particolare, semplicemente garantendo a TUTTI la possibilità, con i dovuti modi ovviamente, di esprimere il proprio pensiero, assicurando anche a chi andava contro l'opinione maggioritaria di dire la sua.
Difatti, ciò che viene spesso scambiato per linea editoriale è invece il comune sentire di diversi tifosi che lo esprimono qui, un comune sentire soggetto a cambiamenti in base a vari fattori (Boskov docet). Quindi periodi di depressione, di esaltazione, di così così si sono alternati e si alternano quotidianamente.

Ora la notizia che Grezzo vuole andarsene è la più eclatante del momento, ed ha scatenato interventi a profusione, come è giusto che sia perché Grezzo E' importante per il TB. Personalmente non entro nel merito della motivazione, perché appartiene alla sfera della sensibilità individuale: se uno non ha più voglia di scrivere qui è libero di farlo, con o senza richiesta di cancellazione, e proprio per questo si danno 15 giorni di tempo per "ripensarci" perché l'amarezza del momento spesso conduce ad azioni che a mente fredda, valutando la reale consistenza del motivo, mai si farebbero.

Rispetto ad alcune eazioni lette avrei una mia opinione che però non esprimo perché nulla darebbe al discorso e che, comunque, mi serve, come sempre, per capire meglio le persone.

Qui vado però sul filo del rasoio e spero di non essere frainteso. Nel senso che spero che Grezzo ci ripensi: a volte non sono stato d'accordo con lui, quasi mai sono riuscito a leggere fino in fondo i "romanzi" che scriveva :mrgreen: però vi ho sempre trovato spunti interesssanti, ragionamenti "fini" però... però nella lunga storia del TB, e mi riallaccio al titolo, ho visto nick considerati "essenziali" svanire, e anche lì si gridò alla morte del TB (qualcuno ricorda per esempio Boro o il mio "fratellino" PaoloPicchio?) eppure il TB è ancora qui, e salvo imprevisti lo sarà ancora finché ci sarà il Picchio o finché ci saranno "stupidi" come i miei colleghi mods che si prendono la briga di portarlo avanti. Ricambio generazionale, è la normalità, per mantenere un sito ove si parli del Picchio senza "gridare", ove ogni opinione abbia diritto di cittadinanza, anche se non gradita ai più, perché è il "confronto" che fa crescere mentre la "voce unica" è stagnazione.

Una cosa è certa: il TB non sarà mai come lo volete voi, inteso che non conterrà mai solo ciò che fa piacere ad ogni singolo utente, solo ciò che si vuole leggere o sentire. Conterrà anche opinioni diverse, spesso "da incazzatura". Il consiglio è sempre quello: o si interloquisce con i dovuti modi, ci si confronta, oppure... si salta a piè pari e si va a cercare quel che si vuole. Però la libertà di espressione che vi viene garantita vale anche per chi non la pensa come voi, perché è questa la vera libertà, non quella che si può riassumere con un: "faccio come mi pare". Non so se mi sono spiegato. Ah, come ovvio e già avvenuto in passato, quando si nota che qualcuno interloquisce solo con discorsi mirati a destabilizzare (è difficile distinguere dalle opinioni ma qualche nick bannato a vita si è reso conto che alla fine ci riusciamo) c'è il naturale intervento della moderazione... basta avere pazienza.

Chiedo scusa per la prolissità, ci tenevo a ribadire il concetto fondamentale che ha caratterizzato il TB in questi decenni.

Buon campionato a tutti:

P.S. blocco questo thread perché non nasce per discutere pro e contro, chi vuole può semmai aprire un altro thread nella sezione apposita ove confrontare le proprie idee con gli altri, ma solo per fornire uno spunto di riflessione.
PER CHI CI HA FATTO SOGNARE, E HA SCRITTO LA NOSTRA STORIA,
A ROZZI COSTANTINO, ONORE E ETERNA GLORIA!

Avatar utente
tozzi
Moderatore
Messaggi: 32520
Iscritto il: domenica 6 luglio 2008, 7:55
Settore Stadio: Curva Sud
Località: Lecce

Re: Il Tifometro, questo sconosciuto

Messaggio da tozzi »

Caro Franz, come sempre incisivo e preciso anche nel leggere le situazioni. Aggiungo solo alcune cose. La prima è che sono convinto che Grezzo tornerà sui suoi passi, anche se personalmente, seguendo una linea valsa in passato con chiunque (compreso mio cugino), non farò nulla perché lo faccia. Certi processi sono spontanei e nascono e maturano,o eventualmente rientrano (come credo che sarà nella specie) al proprio esclusivo interno.
Per il resto, se ci sono post che si ritiene meritino l'intervento dei moderatori vanno segnalati (specificamente avendo sul singolo post) con il comando apposito. Chi vuole uscire e farsi cancellare il.nick deve scrivere in mp a picchio_ale (non parlo per Grezzo che secondo.me non.lo farà, ma di altri che hanno manifestato pubblicamente analogo intento). Infine, personalmente non ho nulla in contrario, se gli altri mod non la pensano diversamente, ad aprire questo topic che Franz ha chiuso. Meglio qui che sui topic del mercato.
"L'Ascoli è capace di grandi cose. Rende intimi amici persone che, senza l'Ascoli, normalmente si sarebbero magari solo conosciute, dei fratelli persone che eppure, senza l'Ascoli, le cui strade si sarebbero magari solo sfiorate. Dei consanguinei bianconeri, potremmo chiamarli, persone apparentemente che sono di estrazione sociale e culturale diversa, di dialetti diversi. Che, senza l'Ascoli, si sarebbero potuti incrociare probabilmente solo in un autogrill o in un supermercato, tutti invece animati da una delle grandi passioni della loro vita, se non la più grande, l'Ascoli calcio" (Costantino Rozzi, 12.05.1989).

"Non è importante cercare sempre un colpevole quando le cose non girano bene ma è fondamentale rendersi conto che dobbiamo essere sempre uniti: noi Società, la squadra, i tifosi e sentendoci nei momenti positivi come oggi, tutti protagonisti assoluti" (Massimo Pulcinelli, 7.04.2019)

Avatar utente
tozzi
Moderatore
Messaggi: 32520
Iscritto il: domenica 6 luglio 2008, 7:55
Settore Stadio: Curva Sud
Località: Lecce

Re: Il Tifometro, questo sconosciuto

Messaggio da tozzi »

Col consenso di Franz ho riaperto.
"L'Ascoli è capace di grandi cose. Rende intimi amici persone che, senza l'Ascoli, normalmente si sarebbero magari solo conosciute, dei fratelli persone che eppure, senza l'Ascoli, le cui strade si sarebbero magari solo sfiorate. Dei consanguinei bianconeri, potremmo chiamarli, persone apparentemente che sono di estrazione sociale e culturale diversa, di dialetti diversi. Che, senza l'Ascoli, si sarebbero potuti incrociare probabilmente solo in un autogrill o in un supermercato, tutti invece animati da una delle grandi passioni della loro vita, se non la più grande, l'Ascoli calcio" (Costantino Rozzi, 12.05.1989).

"Non è importante cercare sempre un colpevole quando le cose non girano bene ma è fondamentale rendersi conto che dobbiamo essere sempre uniti: noi Società, la squadra, i tifosi e sentendoci nei momenti positivi come oggi, tutti protagonisti assoluti" (Massimo Pulcinelli, 7.04.2019)

Soloilpicchio
Messaggi: 788
Iscritto il: domenica 2 aprile 2017, 20:08
Settore Stadio: Distinti

Re: Il Tifometro, questo sconosciuto

Messaggio da Soloilpicchio »

Mi sento in dovere di ringraziare i moderatori perché fanno un lavoro ingrato e, soprattutto, perché grazie al loro impegno tutti noi possiamo esprimere le nostre opinioni sul Nostro Grande Amore...purtroppo incomprensioni, diversità di vedute, a volte incaxxature ci stanno proprio perché parliamo del Nostro Ascoli...andarsene è lecito ma eccessivo.

Oetzi
Messaggi: 3054
Iscritto il: lunedì 6 marzo 2017, 23:12
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Il Tifometro, questo sconosciuto

Messaggio da Oetzi »

tozzi ha scritto:
giovedì 1 ottobre 2020, 13:26
Col consenso di Franz ho riaperto.
Bene. Approfitto per chiedere scusa a tutti. Ho capito che la motivazione di questo terremoto stava in ciò che avevo scritto. Quindi volente o nolente è colpa mia. Credo ci sia qualche fraintendimento sui nick. Io Emilio6 e strepp non li conosco. Non sono fascista ma certamente di orientamento non sinistrorso. L'italiano non è da Accademico. Ho una laurea questo si...una partita iva societaria, una Pec, un gatto, due figli ormai grandi...una moglie (sic) un Suv, un appartamento, una seconda casa molto lontano ed una a Sbt. Sono di Ascoli amo la mia Città ed ho il bianconero nel cuore. Detto questo sono dispiaciuto, ma non affranto. Le lacrime agli occhi sono frequenti ma non per questo caso. Non faccio capricci e le verità per effetto di una età disincantata sono una costruzione personale dipendente dal proprio vissuto. Un buon cannibale non disdegna una bella bistecca di uomo. Ognuno ha la propria sensibilità. Quindi boh se l'ho offesa non ho capito cosa ho offeso ed a chi e per quale recondito scopo. E ci tengo a dire che non sono un cannibale. Nemmeno vegano.

DIE HARD
Messaggi: 945
Iscritto il: lunedì 20 novembre 2017, 15:00
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Il Tifometro, questo sconosciuto

Messaggio da DIE HARD »

A MIO avviso prima dell'educazione e dell'ottimismo a orologeria vengono la coerenza nel tempo e ,nella fattispecie, la dimostrazione coi fatti e non con la prosa, dell'amore per i colori bianco e nero della nostra squadra. Ma anche qui prendete la mia valutazione da indigeno del web. Non sono iscritto ad alcun social, tranne questo se tale può essere considerato, e men che meno su Facebook. Per questo avrò massima considerazione e stima delle parole di chi, come l'amico RAGNO, usa la tastiera come appendice di una VITA vissuta per questi colori e non come oggetto della stessa. Col rispetto di tutti, solo una mia opinione.
“Decideremo tra stasera e domani, ma l’esonero è molto probabile. L’epilogo sembra inevitabile.“ by M.P. 22.11.2020

lafaina2
Messaggi: 3690
Iscritto il: lunedì 12 gennaio 2015, 14:12
Settore Stadio: Tribuna Ovest Poltrona Gialla

Re: Il Tifometro, questo sconosciuto

Messaggio da lafaina2 »

Dai su, tifometristi.
Io a Grezzo, per dirgli che mi dispiace e fargli un appello, gli ho scritto in pvt, perchè è un amico.

Capisco anche che la diatriba, ma sarà meglio dire la goccia che fa traboccare il vaso, perchè queste cose non nascono per una cosa in particolare secondo me, è nata con Oetzi.

Però la linea del forum l'hanno tracciata molto bene i mods.

Da sempre. E questo è un merito, io che non sono tenero personalmente con qualcuno di loro, da ascrivere a carattere cubitale e che, secondo me ma non solo, ne ha fatto0 la fortuna. Almeno in longevità.

Ricordo benissimo un fatto.
Era da solo tre anni che frequentavo il TB.
Si era l'estate di giugno del 2013.
Eravamo reterocessi in C e non si sapeva nulla di come la barca societaria dell'Ascoli sarebbe stata diretta. Anzi i nuvoloni erano evidenti.
Dal calcioscommesse dentro il nostro spogliatoio e non solo, ai punti di penalizzazione, alla conduzione di una società e squadra che, fino al primo tempo di La spezia (si vinceva tre a zero)n era in zona play off.
Siamo retrocessi con disonore.

Senza alcuna certezza per ripartire.

Ebbene vi fu una riunione abbastanza infuocata alle tofare.

Un rappresentante degli Ultras disse chiaramente e pubblicamente, eravamo circa 150/200 persone, a uno dei nostri mods. (io ero proprio accanto ai due, quindi non dimentico nulla) che il TIFOMETRO doveva assumere una linea di chiusura totale verso la società, per aiutare lo status quo della tifoseria, altrimenti, si palesava, diveniva quasi un complice.

Ebbene il nostro Mod, con assoluta franchezza, mentre lì avrebbe potuto essere più morbido e possibilista, visto che era solo contro tutti, che la linea del Tb non si cambiava, ovvero: la linea "editoriale" del Tb la facevano e continuavano a farla gli utenti. Loro avrebbero continuato a far rispettare le regole generali, ma mai a dettare una linea o peggio divenire strumento di una linea.

Andando via, dopo un'ora, capii che di questo spazio web potevo fidarmi. Anche andando in contrasto con tanti, ma potevo fidarmi ampiamente e, soprattuttto, era una garanzia per chi porta l'ascoli.

Non solo garanzia democratica, che non vuol dire nulla, ma proprio garanzia di poter raccogliere tutti i pareri, anche estremi, sull'ascoli.

Una fortuna per l'ascoli stessa, la ritengo.

Tra l'altro da lì nacque l'idea dell'associazione di tifosi, costituita poi a settembre, che aveva un valore legale perchè aveva responsabilità verso la legge e di cui il Tb ne divenne uno degli assiportanti, se non il più portante.

Adesso, Grezzo si decanti, smaltisca, faccia, discuta con se stesso, ma torni!
Per un semplice motivo: ce l'ho trovato e come disse Rozzi di Perico, il giocatore con più presenze bianconere, lui è diventato come le panchine, l'erba del del duca, le scalette del sottopassaggio, insomma fa parte dell'arredamento. Manca qualcuno e lo vedi dopo un attimo, manca Perico te ne accorgi prima di cominciare. Così è grezzo per il Tifometro, per me che conto uno.
“In quei 90 minuti lotti per la tua maglia, la tua squadra, i tuoi tifosi… ma poi quando la partita finisce, 2 ragazzi in mezzo al campo si stringono la mano , si salutano e si regalano un sogno, che durerà per tutta la vita. Da compagni o avversari… grazie”.
Valerio Bertotto (da capitano dell'Udinese)

Avatar utente
paolo69
Messaggi: 1951
Iscritto il: venerdì 14 aprile 2017, 16:47
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Il Tifometro, questo sconosciuto

Messaggio da paolo69 »

lafaina2 ha scritto:Dai su, tifometristi.
Io a Grezzo, per dirgli che mi dispiace e fargli un appello, gli ho scritto in pvt, perchè è un amico.

Capisco anche che la diatriba, ma sarà meglio dire la goccia che fa traboccare il vaso, perchè queste cose non nascono per una cosa in particolare secondo me, è nata con Oetzi.

Però la linea del forum l'hanno tracciata molto bene i mods.

Da sempre. E questo è un merito, io che non sono tenero personalmente con qualcuno di loro, da ascrivere a carattere cubitale e che, secondo me ma non solo, ne ha fatto0 la fortuna. Almeno in longevità.

Ricordo benissimo un fatto.
Era da solo tre anni che frequentavo il TB.
Si era l'estate di giugno del 2013.
Eravamo reterocessi in C e non si sapeva nulla di come la barca societaria dell'Ascoli sarebbe stata diretta. Anzi i nuvoloni erano evidenti.
Dal calcioscommesse dentro il nostro spogliatoio e non solo, ai punti di penalizzazione, alla conduzione di una società e squadra che, fino al primo tempo di La spezia (si vinceva tre a zero)n era in zona play off.
Siamo retrocessi con disonore.

Senza alcuna certezza per ripartire.

Ebbene vi fu una riunione abbastanza infuocata alle tofare.

Un rappresentante degli Ultras disse chiaramente e pubblicamente, eravamo circa 150/200 persone, a uno dei nostri mods. (io ero proprio accanto ai due, quindi non dimentico nulla) che il TIFOMETRO doveva assumere una linea di chiusura totale verso la società, per aiutare lo status quo della tifoseria, altrimenti, si palesava, diveniva quasi un complice.

Ebbene il nostro Mod, con assoluta franchezza, mentre lì avrebbe potuto essere più morbido e possibilista, visto che era solo contro tutti, che la linea del Tb non si cambiava, ovvero: la linea "editoriale" del Tb la facevano e continuavano a farla gli utenti. Loro avrebbero continuato a far rispettare le regole generali, ma mai a dettare una linea o peggio divenire strumento di una linea.

Andando via, dopo un'ora, capii che di questo spazio web potevo fidarmi. Anche andando in contrasto con tanti, ma potevo fidarmi ampiamente e, soprattuttto, era una garanzia per chi porta l'ascoli.

Non solo garanzia democratica, che non vuol dire nulla, ma proprio garanzia di poter raccogliere tutti i pareri, anche estremi, sull'ascoli.

Una fortuna per l'ascoli stessa, la ritengo.

Tra l'altro da lì nacque l'idea dell'associazione di tifosi, costituita poi a settembre, che aveva un valore legale perchè aveva responsabilità verso la legge e di cui il Tb ne divenne uno degli assiportanti, se non il più portante.

Adesso, Grezzo si decanti, smaltisca, faccia, discuta con se stesso, ma torni!
Per un semplice motivo: ce l'ho trovato e come disse Rozzi di Perico, il giocatore con più presenze bianconere, lui è diventato come le panchine, l'erba del del duca, le scalette del sottopassaggio, insomma fa parte dell'arredamento. Manca qualcuno e lo vedi dopo un attimo, manca Perico te ne accorgi prima di cominciare. Così è grezzo per il Tifometro, per me che conto uno.
:Dx :Dx :sioux:
Ultima modifica di Picchio_Ale il giovedì 1 ottobre 2020, 15:39, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: corretto il quote

RAGNO
Messaggi: 14934
Iscritto il: giovedì 3 febbraio 2011, 14:11

Re: Il Tifometro, questo sconosciuto

Messaggio da RAGNO »

DIE HARD ha scritto:
giovedì 1 ottobre 2020, 14:48
A MIO avviso prima dell'educazione e dell'ottimismo a orologeria vengono la coerenza nel tempo e ,nella fattispecie, la dimostrazione coi fatti e non con la prosa, dell'amore per i colori bianco e nero della nostra squadra. Ma anche qui prendete la mia valutazione da indigeno del web. Non sono iscritto ad alcun social, tranne questo se tale può essere considerato, e men che meno su Facebook. Per questo avrò massima considerazione e stima delle parole di chi, come l'amico RAGNO, usa la tastiera come appendice di una VITA vissuta per questi colori e non come oggetto della stessa. Col rispetto di tutti, solo una mia opinione.
Ragno ringrazia.
Spero che Grezzo ritorni tra noi....sinceramente il mio modo di vedere il calcio è quasi diametralmente opposto al suo....però il Tifometro non potrà mai essere da "pensiero unico" e, dunque, ha bisogno di TUTTI!

Oetzi
Messaggi: 3054
Iscritto il: lunedì 6 marzo 2017, 23:12
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Il Tifometro, questo sconosciuto

Messaggio da Oetzi »

DIE HARD ha scritto:
giovedì 1 ottobre 2020, 14:48
A MIO avviso prima dell'educazione e dell'ottimismo a orologeria vengono la coerenza nel tempo e ,nella fattispecie, la dimostrazione coi fatti e non con la prosa, dell'amore per i colori bianco e nero della nostra squadra. Ma anche qui prendete la mia valutazione da indigeno del web. Non sono iscritto ad alcun social, tranne questo se tale può essere considerato, e men che meno su Facebook. Per questo avrò massima considerazione e stima delle parole di chi, come l'amico RAGNO, usa la tastiera come appendice di una VITA vissuta per questi colori e non come oggetto della stessa. Col rispetto di tutti, solo una mia opinione.
Io non devo dimostrare a nessuno ne la coerenza nel tempo ne alcunché coi fatti. Ammesso che una fede abbia una scala, una graduatoria quantistica, questa non ha, sicuramente, parametri di misurazione qualitativa. Sempre ammesso che io abbia capito il succo del messaggio che mi appare oscuro come i sottili messaggi che in esso sono eventualmente contenuti. Il tutto per dire che, se non si è capito, il tifometro ha una dimensione ludica.

Avatar utente
tozzi
Moderatore
Messaggi: 32520
Iscritto il: domenica 6 luglio 2008, 7:55
Settore Stadio: Curva Sud
Località: Lecce

Re: Il Tifometro, questo sconosciuto

Messaggio da tozzi »

Grazie laf (anche se gli episodi che citi risalgono a molto prima di quando io sono entrato nello staff, ma la linea è sempre stata ed è rimasta quella).
"L'Ascoli è capace di grandi cose. Rende intimi amici persone che, senza l'Ascoli, normalmente si sarebbero magari solo conosciute, dei fratelli persone che eppure, senza l'Ascoli, le cui strade si sarebbero magari solo sfiorate. Dei consanguinei bianconeri, potremmo chiamarli, persone apparentemente che sono di estrazione sociale e culturale diversa, di dialetti diversi. Che, senza l'Ascoli, si sarebbero potuti incrociare probabilmente solo in un autogrill o in un supermercato, tutti invece animati da una delle grandi passioni della loro vita, se non la più grande, l'Ascoli calcio" (Costantino Rozzi, 12.05.1989).

"Non è importante cercare sempre un colpevole quando le cose non girano bene ma è fondamentale rendersi conto che dobbiamo essere sempre uniti: noi Società, la squadra, i tifosi e sentendoci nei momenti positivi come oggi, tutti protagonisti assoluti" (Massimo Pulcinelli, 7.04.2019)

lafaina2
Messaggi: 3690
Iscritto il: lunedì 12 gennaio 2015, 14:12
Settore Stadio: Tribuna Ovest Poltrona Gialla

Re: Il Tifometro, questo sconosciuto

Messaggio da lafaina2 »

tozzi ha scritto:
giovedì 1 ottobre 2020, 19:39
Grazie laf (anche se gli episodi che citi risalgono a molto prima di quando io sono entrato nello staff, ma la linea è sempre stata ed è rimasta quella).
ahahahahahahah, Stè, ma anche tu, come Grezzo, sei uno di quelli che ci ho trovato e continuo a trovarti.

E' innegabile che, con l'esplosione dei social e dei gruppi su FB, il Tifometro non abbia avuto quella visbilità e popolarità (buona e cattiva) di essi, all'interno della tifoseria ascolana, specie dal dopo fallimento in poi.

Anzi, quando qualcuno lancia una frecciatina un 'pò così...verso il TB, anche per snobbarlo un pochetto, io ancora oggi mi ci incavolo ricordandogli alcune cose, anzi due!

1) E' stato il primo forum, non solo ascolano, ma di quelli nazionali da me conosciuti sul web, a non parlare a vanvera di scommesse ecc...Anzi a far capire certi meccanismi più sottili e come si svolgevano determinati avvenimenti.
Nonchè il oprimo nettamente a dire che noi stavamo dentro e perchè.
Addirittura di ascoli siena ci fu la trama svelata.
(e di ascoli vicenza, doppietta di mendicino: stavo a lavorare a montegranaro e a civitanova quel giorno prima.
Si giocò un infrasettimanale di sera.
A Civitanova negli ambienti: si giocava perchè lo si conosceva, dicono, il ribaltone dell'ascoli.
Nel senso che impennarono, oltre all'uno dell'ascoli, e all'over 2.5 anche il due primo tempo e uno risultato finale.
Ricordo che era febbraio marzo, ancora, se non per fare qualunquismo, non si parlava apertamente, qui sul TB, di calcioscommesse dentro l'ascoli.
Lo si iniziò a fare alla fine di quel marzo e a giugno ce ne arrestarono due.
Ed io non volli calcare il fatto, nè raccontare che in quel di civitanova non era la prima volta che l'ascoli veniva "giocata" in maniera scientifica, per non abbaiare alla luna.

Ma si iniziò a parlare di calcioscommesse in generale.

Ve ne furono due di utenti che mi colpirono, perchè nonc redevo che in un forum ci fosse tanta competenza specifica: Boro e Emidio6: che spiegarono meccanismi che neanche io, che ne conoscevo i tratti, sapevo così bene.

Dirlo due mesi prima, svelare in anticipo alcuni meccanismi di trama di una partita ecc...
L'inquirente di Cremona Di Martino arrivò a svelare quel meccanismo perverso creato con i vari book internazionali, addirittura come si direbbe "scommesse sul calcio italiano estero su estero su estero" (tre volte) un anno dopo il TB.

2) E' certamente stato, anche se adesso si fa presto a volerlo dimenticare, il talamo dove la tifoseria ha creato il suo frutto: ovvero il connubio tra tutte le parti per la causa comune: togliere l'ascoli dalle grinfie delle figlie di Benigni che andava solo a fondo anzi nello sprofondo.
(ed io, personalmente, a Roberto Benigni, tempo dopo che era finito tutto, come lo incontrai, lui non mi conosceva, gli ho stretto la mano, perchè lo ritengo, insieme a noi, una vittima, anzi l'agnello sacrificale di un gioco meschino, che lui mai avrebbe accettato.)
Con tutto quel che ne derivò, in gesione di fatti, per arrivare alla decisione più difficile: l'ascoli per salvarsi deve fallire e lo dove fare prima di natale! Lavoriamo perchè ciò avvenga!

Senza autocelebrazioni da parte di nessuno: lunga vita al TB!
“In quei 90 minuti lotti per la tua maglia, la tua squadra, i tuoi tifosi… ma poi quando la partita finisce, 2 ragazzi in mezzo al campo si stringono la mano , si salutano e si regalano un sogno, che durerà per tutta la vita. Da compagni o avversari… grazie”.
Valerio Bertotto (da capitano dell'Udinese)

Avatar utente
tozzi
Moderatore
Messaggi: 32520
Iscritto il: domenica 6 luglio 2008, 7:55
Settore Stadio: Curva Sud
Località: Lecce

Re: Il Tifometro, questo sconosciuto

Messaggio da tozzi »

Diciamo che rispetto ai vari gruppi social è impossibile fare paragoni perché è un qualcosa di totalmente diverso, se non altro proprio per come è strutturato.
"L'Ascoli è capace di grandi cose. Rende intimi amici persone che, senza l'Ascoli, normalmente si sarebbero magari solo conosciute, dei fratelli persone che eppure, senza l'Ascoli, le cui strade si sarebbero magari solo sfiorate. Dei consanguinei bianconeri, potremmo chiamarli, persone apparentemente che sono di estrazione sociale e culturale diversa, di dialetti diversi. Che, senza l'Ascoli, si sarebbero potuti incrociare probabilmente solo in un autogrill o in un supermercato, tutti invece animati da una delle grandi passioni della loro vita, se non la più grande, l'Ascoli calcio" (Costantino Rozzi, 12.05.1989).

"Non è importante cercare sempre un colpevole quando le cose non girano bene ma è fondamentale rendersi conto che dobbiamo essere sempre uniti: noi Società, la squadra, i tifosi e sentendoci nei momenti positivi come oggi, tutti protagonisti assoluti" (Massimo Pulcinelli, 7.04.2019)

lafaina2
Messaggi: 3690
Iscritto il: lunedì 12 gennaio 2015, 14:12
Settore Stadio: Tribuna Ovest Poltrona Gialla

Re: Il Tifometro, questo sconosciuto

Messaggio da lafaina2 »

tozzi ha scritto:
venerdì 2 ottobre 2020, 12:09
Diciamo che rispetto ai vari gruppi social è impossibile fare paragoni perché è un qualcosa di totalmente diverso, se non altro proprio per come è strutturato.
si, si, giustissimo questo.

Ma io, nel mio piccolissimo e quando me ne danno il destro non smetto di far brillare la qualità di questo spazio. non per un malcelato orgoglio (tanto che io frequento indifferentemente tanti gruppi social dell'ascoli, senza sposarne alcuno), quanto per utilità necessaria alla tifoseria, più di quanto lo si creda, anzi...

(com'era molto utile, per altri motivi, il gruppo di tifi ascoli se...chiuso da poche settimane in FB)
“In quei 90 minuti lotti per la tua maglia, la tua squadra, i tuoi tifosi… ma poi quando la partita finisce, 2 ragazzi in mezzo al campo si stringono la mano , si salutano e si regalano un sogno, che durerà per tutta la vita. Da compagni o avversari… grazie”.
Valerio Bertotto (da capitano dell'Udinese)

Avatar utente
Picchio_Ale
Presidente
Messaggi: 16948
Iscritto il: sabato 3 febbraio 2007, 12:25
Settore Stadio: Tribuna Est
Località: Ascoli Piceno

Re: Il Tifometro, questo sconosciuto

Messaggio da Picchio_Ale »

lafaina2 ha scritto:
venerdì 2 ottobre 2020, 9:42
ahahahahahahah, Stè, ma anche tu, come Grezzo, sei uno di quelli che ci ho trovato e continuo a trovarti.

E' innegabile che, con l'esplosione dei social e dei gruppi su FB, il Tifometro non abbia avuto quella visbilità e popolarità (buona e cattiva) di essi, all'interno della tifoseria ascolana, specie dal dopo fallimento in poi.

Anzi, quando qualcuno lancia una frecciatina un 'pò così...verso il TB, anche per snobbarlo un pochetto, io ancora oggi mi ci incavolo ricordandogli alcune cose, anzi due!

1) E' stato il primo forum, non solo ascolano, ma di quelli nazionali da me conosciuti sul web, a non parlare a vanvera di scommesse ecc...Anzi a far capire certi meccanismi più sottili e come si svolgevano determinati avvenimenti.
Nonchè il oprimo nettamente a dire che noi stavamo dentro e perchè.
Addirittura di ascoli siena ci fu la trama svelata.
(e di ascoli vicenza, doppietta di mendicino: stavo a lavorare a montegranaro e a civitanova quel giorno prima.
Si giocò un infrasettimanale di sera.
A Civitanova negli ambienti: si giocava perchè lo si conosceva, dicono, il ribaltone dell'ascoli.
Nel senso che impennarono, oltre all'uno dell'ascoli, e all'over 2.5 anche il due primo tempo e uno risultato finale.
Ricordo che era febbraio marzo, ancora, se non per fare qualunquismo, non si parlava apertamente, qui sul TB, di calcioscommesse dentro l'ascoli.
Lo si iniziò a fare alla fine di quel marzo e a giugno ce ne arrestarono due.
Ed io non volli calcare il fatto, nè raccontare che in quel di civitanova non era la prima volta che l'ascoli veniva "giocata" in maniera scientifica, per non abbaiare alla luna.

Ma si iniziò a parlare di calcioscommesse in generale.

Ve ne furono due di utenti che mi colpirono, perchè nonc redevo che in un forum ci fosse tanta competenza specifica: Boro e Emidio6: che spiegarono meccanismi che neanche io, che ne conoscevo i tratti, sapevo così bene.

Dirlo due mesi prima, svelare in anticipo alcuni meccanismi di trama di una partita ecc...
L'inquirente di Cremona Di Martino arrivò a svelare quel meccanismo perverso creato con i vari book internazionali, addirittura come si direbbe "scommesse sul calcio italiano estero su estero su estero" (tre volte) un anno dopo il TB.

2) E' certamente stato, anche se adesso si fa presto a volerlo dimenticare, il talamo dove la tifoseria ha creato il suo frutto: ovvero il connubio tra tutte le parti per la causa comune: togliere l'ascoli dalle grinfie delle figlie di Benigni che andava solo a fondo anzi nello sprofondo.
(ed io, personalmente, a Roberto Benigni, tempo dopo che era finito tutto, come lo incontrai, lui non mi conosceva, gli ho stretto la mano, perchè lo ritengo, insieme a noi, una vittima, anzi l'agnello sacrificale di un gioco meschino, che lui mai avrebbe accettato.)
Con tutto quel che ne derivò, in gesione di fatti, per arrivare alla decisione più difficile: l'ascoli per salvarsi deve fallire e lo dove fare prima di natale! Lavoriamo perchè ciò avvenga!

Senza autocelebrazioni da parte di nessuno: lunga vita al TB!
Grazie Maurizio, ti ricordi cosa si scriveva prima di Ascoli Siena?
"Se il primo tempo perdiamo 2-0, siamo salvi!"
E così fu.
Vincemmo 3-2 dopo essere andati negli spogliatoi sotto di 2 gol.

Rispondi