CARO PRESIDENTE PULCINELLI TORNI A FARE L’IMPRENDITORE

On line dal 1999. Per parlare dell'Ascoli Calcio.

Moderatori: Moderatori, Moderatore Plus

Urlodeldrago
Messaggi: 4809
Iscritto il: lunedì 10 gennaio 2011, 19:00
Settore Stadio: Distinti
Località: Ascoli Piceno

Re: CARO PRESIDENTE PULCINELLI TORNI A FARE L’IMPRENDITORE

Messaggio da Urlodeldrago »

Scusate ma questo è un pessimo post.
In Ascoli c'è la crisi economica tra le peggiori d'Italia e non esistono imprenditori che possono permettersi di accollarsi una società di calcio.
O meglio chi lo potrebbe fare (Gabrielli, Tosti, Faraotti), non lo vuole fare o si è tirato indietro.
I tempi di Rozzi e di Benigni sono finiti. Da adesso in poi possono esserci solo imprenditori forestieri, mettiamocelo bene in testa: non contano i campionati in serie A, conta la povertà della realtà industriale, lo svuotamento del territorio, l'assenza di infrastrutture, manca la ferrovia, l'autostrada, l'aeroporto, e perfino lo stadio.
Sotto questi aspetti, tanto per dirne una e per svegliarci dal sonno, san benedetto sta meglio di noi.
Quindi accontentiamoci di quel che abbiamo: Pulcinelli fino ad oggi i soldi ce li ha messi eccome. Ha fatto tanti errori ma almeno ci sta provando.
Se poi preferiamo affidarci alla "passione ascolana" di imprenditori locali mi può anche stare bene: a condizioni però di essere pronti ad accettare al massimo una dignitosa Legapro, scordandoci la serie B che attualmente per le nostre forze è fuori portata.
Ma chi pretende che Pulcinelli si faccia da parte, si ricordi di trovarne prima uno meglio di lui.

caio vidacilio
Messaggi: 4192
Iscritto il: mercoledì 17 aprile 2013, 0:17
Settore Stadio: Curva Sud

Re: CARO PRESIDENTE PULCINELLI TORNI A FARE L’IMPRENDITORE

Messaggio da caio vidacilio »

Cacciatore ha scritto:
martedì 24 novembre 2020, 23:56
Si perché ci sta la fila pe' chempra' l'Ascoli... senza offesa , sarete pure tifosi ma che se cocce fate pija' li mal de stomeche....
Ci sono ottimi gastroenterologi in giro 😉

RAGNO
Messaggi: 15272
Iscritto il: giovedì 3 febbraio 2011, 14:11

Re: CARO PRESIDENTE PULCINELLI TORNI A FARE L’IMPRENDITORE

Messaggio da RAGNO »

Urlodeldrago ha scritto:
mercoledì 25 novembre 2020, 9:42
Scusate ma questo è un pessimo post.
In Ascoli c'è la crisi economica tra le peggiori d'Italia e non esistono imprenditori che possono permettersi di accollarsi una società di calcio.
O meglio chi lo potrebbe fare (Gabrielli, Tosti, Faraotti), non lo vuole fare o si è tirato indietro.
I tempi di Rozzi e di Benigni sono finiti. Da adesso in poi possono esserci solo imprenditori forestieri, mettiamocelo bene in testa: non contano i campionati in serie A, conta la povertà della realtà industriale, lo svuotamento del territorio, l'assenza di infrastrutture, manca la ferrovia, l'autostrada, l'aeroporto, e perfino lo stadio.
Sotto questi aspetti, tanto per dirne una e per svegliarci dal sonno, san benedetto sta meglio di noi.
Quindi accontentiamoci di quel che abbiamo: Pulcinelli fino ad oggi i soldi ce li ha messi eccome. Ha fatto tanti errori ma almeno ci sta provando.
Se poi preferiamo affidarci alla "passione ascolana" di imprenditori locali mi può anche stare bene: a condizioni però di essere pronti ad accettare al massimo una dignitosa Legapro, scordandoci la serie B che attualmente per le nostre forze è fuori portata.
Ma chi pretende che Pulcinelli si faccia da parte, si ricordi di trovarne prima uno meglio di lui.
il post era stato aperto 4 mesi fa....in epoca Dionigi...quando lo sprofondo sembrava inevitabile....
Il problema non è se un Presidente sia ascolano o meno....ma se ci capisce o meno...se è competente o meno....e se non lo fosse....se si circonda di persone competenti o meno.....Bellini e Pulcinelli su questo sono 2 gocce d'acqua....entrambi fortemente incompetenti di calcio ed entrambi si sono circondati di personaggi incompetenti (i risultati sono chiari...quando ti salvi sempre per il rotto della cuffia....l'incompetenza è INDISCUTUBILE).
Anche Rozzi inizialmente era incompetente....la sua forza però è stata quella di sapersi circondare di persone che sapevano di calcio per lui....poi....pian pianino....ha imparato!!
Se ci sono squadre che ogni anno fanno i play off e spendono la metà se non la terza parte di quello che spendi tu....la differenza la fa LA COMPETENZA e LA SERIETA'...
Anche io non vedo un dopo Pulcinelli....a meno che COSTANTINO dall'alto possa illuminare qualche imprenditore che voglia investire seriamente nel calcio...ascolano o meno...

Avatar utente
Thobia
Messaggi: 1962
Iscritto il: martedì 2 novembre 2010, 13:15
Settore Stadio: SKY
Località: Milano

Re: CARO PRESIDENTE PULCINELLI TORNI A FARE L’IMPRENDITORE

Messaggio da Thobia »

Per me l'unica vera grossa cazzata di Pulcinelli è stata quella di non confermare Dionigi, che ha causato una serie di disastri a catena.
Con lui oggi Ninkovic sarebbe in rosa e avrebbe fatto sfaceli entusiasmando la tifoseria, non in un letto di ospedale.
Con lui non avremmo ripiegato su un allenatore inadeguato per la nostra piazza.
Sky is his celling, grass is his bed,
A saddle is the pillow for a cowboy's head.
Where the eagles scream and the catamounts squal,
The cowboy's home is the best of all.

Avatar utente
tozzi
Moderatore
Messaggi: 32767
Iscritto il: domenica 6 luglio 2008, 7:55
Settore Stadio: Curva Sud
Località: Lecce

Re: CARO PRESIDENTE PULCINELLI TORNI A FARE L’IMPRENDITORE

Messaggio da tozzi »

Chiudo. Guardiamo avanti
"L'Ascoli è capace di grandi cose. Rende intimi amici persone che, senza l'Ascoli, normalmente si sarebbero magari solo conosciute, dei fratelli persone che eppure, senza l'Ascoli, le cui strade si sarebbero magari solo sfiorate. Dei consanguinei bianconeri, potremmo chiamarli, persone apparentemente che sono di estrazione sociale e culturale diversa, di dialetti diversi. Che, senza l'Ascoli, si sarebbero potuti incrociare probabilmente solo in un autogrill o in un supermercato, tutti invece animati da una delle grandi passioni della loro vita, se non la più grande, l'Ascoli calcio" (Costantino Rozzi, 12.05.1989).

"Non è importante cercare sempre un colpevole quando le cose non girano bene ma è fondamentale rendersi conto che dobbiamo essere sempre uniti: noi Società, la squadra, i tifosi e sentendoci nei momenti positivi come oggi, tutti protagonisti assoluti" (Massimo Pulcinelli, 7.04.2019)

Bloccato