Ipotesi blocco

On line dal 1999. Per parlare dell'Ascoli Calcio.

Moderatori: Moderatori, Moderatore Plus

Avatar utente
obn
Messaggi: 3062
Iscritto il: martedì 9 marzo 2010, 13:57

Re: Ipotesi blocco

Messaggio da obn »

caio vidacilio ha scritto:
domenica 15 marzo 2020, 20:58
Io sono stato critico con il professorone che minimizza a con saccenza millantando elevate competenze...e sono critico anche ora con il catastrofismo.
Oetzi mi piace molto per come scrive e per la sua dialettica e preparazione, ma sono per l'equilibrio.
Non credo però che la strategia della paura sia la strada giusta.
Bisogna essere freddi e non correre dietro ad ogni notizia che esce senza riscontri scientifici certi.
Interpretare i dati con raziocinio.
La paura genera il panico, la fermezza nel fare rispettare le regole è la strada migliore.
Poi per il dopo se sapremo apprendere qualcosa da questa esperienza affronteremo meglio il futuro.
Sicuramente tante cose cambieranno bisognerà adattarsi in fretta.
D'accordissimo Caio!
Bisogna tenere presente anche i guasti che un'eccessiva drammatizzazione della situazione può causare su altri versanti (quando si cita Manzoni, si deve ricordare anche l'"assalto ai forni").
Tutti gli altri problemi e tutte le altre numerosissime patologie non sono di colpo scomparsi.
Bisogna muoversi quindi su un crinale stretto: il massimo sforzo di contenimento si deve fare nelle prime tre-cinque settimane, dopo non sarà più realisticamente possibile (le altre esigenze e gli altri problemi fondamentali non possono essere trascurati).

Oetzi
Messaggi: 2553
Iscritto il: lunedì 6 marzo 2017, 23:12
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Ipotesi blocco

Messaggio da Oetzi »

obn ha scritto:
lunedì 16 marzo 2020, 14:55
D'accordissimo Caio!
Bisogna tenere presente anche i guasti che un'eccessiva drammatizzazione della situazione può causare su altri versanti (quando si cita Manzoni, si deve ricordare anche l'"assalto ai forni").
Tutti gli altri problemi e tutte le altre numerosissime patologie non sono di colpo scomparsi.
Bisogna muoversi quindi su un crinale stretto: il massimo sforzo di contenimento si deve fare nelle prime tre-cinque settimane, dopo non sarà più realisticamente possibile (le altre esigenze e gli altri problemi fondamentali non possono essere trascurati).
Purtroppo stiamo vivendo un periodo che rimarrà nella storia. Questa crisi arrivata improvvisa cancella di fatto l'evento cardine degli anni 2000 ovvero l'attacco alle torri gemelle. Non credo che superata la crisi tutto sarà come prima. La retorica ed i meccanismi comunicativi ci stanno facendo dimenticare che a morire sono persone vere. Solo oggi ne sono morte 349. Ma stiamo diventando insensibili anche a questo con una bestiale rappresentazione delle morti che vengono giustificate dal fatto che erano persone che soffrivano di altre patologie. Proprio per questo avremmo dovuto fare di tutto per difenderle. In questa rappresentazione viene fuori il pessimo sentimento atavico che assegna la sorte finale solo ai più deboli. Non riesco ad uscir fuori da questa pessima e bestiale rappresentazione della realtà. Mi pare il peggio di un processo comunicativo che nella algida presentazione delle cifre si sofferma al trend invece che al lutto che gli eventi dovrebbero imporre. Il Capo della Protezione Civile Borrelli è il simbolo visivo di questa rappresentazione. La sua espressione è il frutto di anni ed anni di duro addestramento al controllo delle pulsioni e di conseguenza anche delle loro espressioni migliori ovvero le emozioni.
L'assenza di emozioni visibili di quest'uomo non ammette alcun pianto per le 2200 persone morte che non hanno nome. Non sappiamo nulla di loro. Sappiamo solo che avevano altre patologie e che è quasi nell'ordine delle cose che se ne vadano. Nel fare la riforma delle pensioni la Ministra Fornero si commosse o fece finta di farlo per un nobile scopo ovvero attivare meccanismi emozionali. In questa brutta crisi, dei morti non parla nessuno. Quasi fossero il prodotto indesiderato di una sorte già prevista. Nessun meccanismo di salvaguardia nemmeno morale di queste persone. Non viene dato loro nessun conforto religioso, nessun conforto parentale. Una volta lasciata la vita non solo senza fiato ma senza nemmeno un alito di conforto non hanno nemmeno un funerale. Pagheremo amaramente questo imbarbarimento. Non lo pagheremo di la. Lo pagheremo di qua. I nostri figli saranno come noi. E ci faranno morire anonimamente.

caio vidacilio
Messaggi: 3373
Iscritto il: mercoledì 17 aprile 2013, 0:17
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Ipotesi blocco

Messaggio da caio vidacilio »

Oetzi ha scritto:
lunedì 16 marzo 2020, 22:54
Purtroppo stiamo vivendo un periodo che rimarrà nella storia. Questa crisi arrivata improvvisa cancella di fatto l'evento cardine degli anni 2000 ovvero l'attacco alle torri gemelle. Non credo che superata la crisi tutto sarà come prima. La retorica ed i meccanismi comunicativi ci stanno facendo dimenticare che a morire sono persone vere. Solo oggi ne sono morte 349. Ma stiamo diventando insensibili anche a questo con una bestiale rappresentazione delle morti che vengono giustificate dal fatto che erano persone che soffrivano di altre patologie. Proprio per questo avremmo dovuto fare di tutto per difenderle. In questa rappresentazione viene fuori il pessimo sentimento atavico che assegna la sorte finale solo ai più deboli. Non riesco ad uscir fuori da questa pessima e bestiale rappresentazione della realtà. Mi pare il peggio di un processo comunicativo che nella algida presentazione delle cifre si sofferma al trend invece che al lutto che gli eventi dovrebbero imporre. Il Capo della Protezione Civile Borrelli è il simbolo visivo di questa rappresentazione. La sua espressione è il frutto di anni ed anni di duro addestramento al controllo delle pulsioni e di conseguenza anche delle loro espressioni migliori ovvero le emozioni.
L'assenza di emozioni visibili di quest'uomo non ammette alcun pianto per le 2200 persone morte che non hanno nome. Non sappiamo nulla di loro. Sappiamo solo che avevano altre patologie e che è quasi nell'ordine delle cose che se ne vadano. Nel fare la riforma delle pensioni la Ministra Fornero si commosse o fece finta di farlo per un nobile scopo ovvero attivare meccanismi emozionali. In questa brutta crisi, dei morti non parla nessuno. Quasi fossero il prodotto indesiderato di una sorte già prevista. Nessun meccanismo di salvaguardia nemmeno morale di queste persone. Non viene dato loro nessun conforto religioso, nessun conforto parentale. Una volta lasciata la vita non solo senza fiato ma senza nemmeno un alito di conforto non hanno nemmeno un funerale. Pagheremo amaramente questo imbarbarimento. Non lo pagheremo di la. Lo pagheremo di qua. I nostri figli saranno come noi. E ci faranno morire anonimamente.
Parole Sante, ma noi non intendavamo assolutamente giustificare questa visione cinica e fredda della situazione.

Avatar utente
obn
Messaggi: 3062
Iscritto il: martedì 9 marzo 2010, 13:57

Re: Ipotesi blocco

Messaggio da obn »

Caro Oetzi, hai una cultura e una sensibilità non comuni (che apprezzo da tantissimo tempo, e un giorno mi piacerebbe conoscerti... ma credo che tu preferisca l'anonimato per sentirti più libero).
Il problema, come sostiene Caio, è che tu dici cose condivisibilissime, ma allo stesso tempo c'è la dinamica della vita che continua e che preme in maniera potente.
Restare umani (e anzi alimentare il senso di umanità) nella difficoltà, questa è la scommessa e insieme la meta difficile che abbiamo dinanzi.

Avatar utente
cri4picchio
Messaggi: 2089
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2018, 13:22
Settore Stadio: Tribuna Est

Re: Ipotesi blocco

Messaggio da cri4picchio »

Oetzi ha scritto:
lunedì 16 marzo 2020, 22:54
Purtroppo stiamo vivendo un periodo che rimarrà nella storia. Questa crisi arrivata improvvisa cancella di fatto l'evento cardine degli anni 2000 ovvero l'attacco alle torri gemelle. Non credo che superata la crisi tutto sarà come prima. La retorica ed i meccanismi comunicativi ci stanno facendo dimenticare che a morire sono persone vere. Solo oggi ne sono morte 349. Ma stiamo diventando insensibili anche a questo con una bestiale rappresentazione delle morti che vengono giustificate dal fatto che erano persone che soffrivano di altre patologie. Proprio per questo avremmo dovuto fare di tutto per difenderle. In questa rappresentazione viene fuori il pessimo sentimento atavico che assegna la sorte finale solo ai più deboli. Non riesco ad uscir fuori da questa pessima e bestiale rappresentazione della realtà. Mi pare il peggio di un processo comunicativo che nella algida presentazione delle cifre si sofferma al trend invece che al lutto che gli eventi dovrebbero imporre. Il Capo della Protezione Civile Borrelli è il simbolo visivo di questa rappresentazione. La sua espressione è il frutto di anni ed anni di duro addestramento al controllo delle pulsioni e di conseguenza anche delle loro espressioni migliori ovvero le emozioni.
L'assenza di emozioni visibili di quest'uomo non ammette alcun pianto per le 2200 persone morte che non hanno nome. Non sappiamo nulla di loro. Sappiamo solo che avevano altre patologie e che è quasi nell'ordine delle cose che se ne vadano. Nel fare la riforma delle pensioni la Ministra Fornero si commosse o fece finta di farlo per un nobile scopo ovvero attivare meccanismi emozionali. In questa brutta crisi, dei morti non parla nessuno. Quasi fossero il prodotto indesiderato di una sorte già prevista. Nessun meccanismo di salvaguardia nemmeno morale di queste persone. Non viene dato loro nessun conforto religioso, nessun conforto parentale. Una volta lasciata la vita non solo senza fiato ma senza nemmeno un alito di conforto non hanno nemmeno un funerale. Pagheremo amaramente questo imbarbarimento. Non lo pagheremo di la. Lo pagheremo di qua. I nostri figli saranno come noi. E ci faranno morire anonimamente.
:sioux:
Sei una persona colta e di nobile cuore.
Chapeau. :Dx :okyy:
Epica vittoria interna per 2-0 contro il Cagliari del 15 Maggio 1983, un successo che permise alla squadra di Carlo Mazzone di restare in Serie A.
"Chi non c'era se lo deve far raccontare... Chi c'era non lo può dimenticare..."  Enrico Nicolini

„La serie A è nostra e nessuno ce la toglierà mai più. Resterà in eredità ai figli dei nostri figli.“ Costantino Rozzi.
:soccer: Sempre e solo ASCOLI :soccer:

Avatar utente
cri4picchio
Messaggi: 2089
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2018, 13:22
Settore Stadio: Tribuna Est

Re: Ipotesi blocco

Messaggio da cri4picchio »

obn ha scritto:
martedì 17 marzo 2020, 8:35
Caro Oetzi, hai una cultura e una sensibilità non comuni (che apprezzo da tantissimo tempo, e un giorno mi piacerebbe conoscerti... ma credo che tu preferisca l'anonimato per sentirti più libero).
Il problema, come sostiene Caio, è che tu dici cose condivisibilissime, ma allo stesso tempo c'è la dinamica della vita che continua e che preme in maniera potente.
Restare umani (e anzi alimentare il senso di umanità) nella difficoltà, questa è la scommessa e insieme la meta difficile che abbiamo dinanzi.
:GoodJOB:
Epica vittoria interna per 2-0 contro il Cagliari del 15 Maggio 1983, un successo che permise alla squadra di Carlo Mazzone di restare in Serie A.
"Chi non c'era se lo deve far raccontare... Chi c'era non lo può dimenticare..."  Enrico Nicolini

„La serie A è nostra e nessuno ce la toglierà mai più. Resterà in eredità ai figli dei nostri figli.“ Costantino Rozzi.
:soccer: Sempre e solo ASCOLI :soccer:

Avatar utente
paolo69
Messaggi: 1610
Iscritto il: venerdì 14 aprile 2017, 16:47
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Ipotesi blocco

Messaggio da paolo69 »

obn ha scritto:
martedì 17 marzo 2020, 8:35
Caro Oetzi, hai una cultura e una sensibilità non comuni (che apprezzo da tantissimo tempo, e un giorno mi piacerebbe conoscerti... ma credo che tu preferisca l'anonimato per sentirti più libero).
Il problema, come sostiene Caio, è che tu dici cose condivisibilissime, ma allo stesso tempo c'è la dinamica della vita che continua e che preme in maniera potente.
Restare umani (e anzi alimentare il senso di umanità) nella difficoltà, questa è la scommessa e insieme la meta difficile che abbiamo dinanzi.

Avatar utente
paolo69
Messaggi: 1610
Iscritto il: venerdì 14 aprile 2017, 16:47
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Ipotesi blocco

Messaggio da paolo69 »

applausi. da far leggere a tutti, tutti i giorni, più volte al giorno, il messaggio di Oetzi. purtroppo in questo paese vanno avanti tanti raccomandati e persone incapaci che poi fanno danni incalcolabili. nel mondo non va meglio, esiste un cinismo che mai avrei immaginato di poter vivere nella mia vita e che peggiora ogni giorno di più.
poi ci mettiamo al balcone si, girano messaggi su sto paese ma prima facciamo qualche minuto di silenzio per tutte le persone che ogni giorno ci lasciano. persone, sono persone, non cose.

Avatar utente
paolo69
Messaggi: 1610
Iscritto il: venerdì 14 aprile 2017, 16:47
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Ipotesi blocco

Messaggio da paolo69 »

aggiungo che 20 giornali online 20 tv nazionali parlano 24 ore al giorno di questa cosa e nessuno che dedichi 5 minuti a sti poveri cristi che muiono. tutti i giorni dovremmo stare in silenzio 5 minuti e ricordare i nostri connazionali che se ne vanno in completa solitudine.

RAGNO
Messaggi: 14157
Iscritto il: giovedì 3 febbraio 2011, 14:11

Re: Ipotesi blocco

Messaggio da RAGNO »

paolo69 ha scritto:
martedì 17 marzo 2020, 13:45
aggiungo che 20 giornali online 20 tv nazionali parlano 24 ore al giorno di questa cosa e nessuno che dedichi 5 minuti a sti poveri cristi che muiono. tutti i giorni dovremmo stare in silenzio 5 minuti e ricordare i nostri connazionali che se ne vanno in completa solitudine.
:Dx :Dx :Dx :Dx :Dx :Dx :Dx :Dx :Dx

Avatar utente
MDCCCXCVIII
Messaggi: 530
Iscritto il: mercoledì 4 febbraio 2009, 19:41
Settore Stadio: Distinti
Località: Campo parignano

Re: Ipotesi blocco

Messaggio da MDCCCXCVIII »

paolo69 ha scritto:
martedì 17 marzo 2020, 13:45
aggiungo che 20 giornali online 20 tv nazionali parlano 24 ore al giorno di questa cosa e nessuno che dedichi 5 minuti a sti poveri cristi che muiono. tutti i giorni dovremmo stare in silenzio 5 minuti e ricordare i nostri connazionali che se ne vanno in completa solitudine.
E' vero, ma fortunatamente solo in parte. Oggi in tv hanno mostrato un carro funebre che si allontanava seguito dallo sguardo di un parente doppiamente affranto, sia per la perdita del proprio caro sia per l'impossibilità di dargli un ultimo saluto.
Il servizio era commovente.
Sono invece contento che il nostro paese, a differenza di quello inglese, abbia scelto la via della tutela della vita, ad ogni costo.
I nostri governanti hanno fatto errori e probabilmente ne faranno ancora ma mai ê venuto meno il principio sacrosanto della solidarietà e della sacralità della vita.
Sono fiero di questo, come sono fiero del nostro sistema sanitario e di welfare in generale.
Rimaniamo a casa e ricordiamoci che più che fare i flash-mob dobbiamo semplicemente fare il nostro dovere.
A chi mi parla di Inter, Juventus o Milan rispondo: "NON seguo il calcio minore".

Avatar utente
Barelò
Messaggi: 20375
Iscritto il: lunedì 4 giugno 2007, 21:46
Settore Stadio: Uebcronaca
Località: Nervesa della Battaglia TV

Re: Ipotesi blocco

Messaggio da Barelò »

MDCCCXCVIII ha scritto:
martedì 17 marzo 2020, 19:53
Sono invece contento che il nostro paese, a differenza di quello inglese, abbia scelto la via della tutela della vita, ad ogni costo.
I nostri governanti hanno fatto errori e probabilmente ne faranno ancora ma mai ê venuto meno il principio sacrosanto della solidarietà e della sacralità della vita.
ASCOLI UNCIUETTABLE

Avatar utente
tozzi
Moderatore
Messaggi: 31465
Iscritto il: domenica 6 luglio 2008, 7:55
Settore Stadio: Curva Sud
Località: Lecce

Re: Ipotesi blocco

Messaggio da tozzi »

MDCCCXCVIII ha scritto:
martedì 17 marzo 2020, 19:53
E' vero, ma fortunatamente solo in parte. Oggi in tv hanno mostrato un carro funebre che si allontanava seguito dallo sguardo di un parente doppiamente affranto, sia per la perdita del proprio caro sia per l'impossibilità di dargli un ultimo saluto.
Il servizio era commovente.
Sono invece contento che il nostro paese, a differenza di quello inglese, abbia scelto la via della tutela della vita, ad ogni costo.
I nostri governanti hanno fatto errori e probabilmente ne faranno ancora ma mai ê venuto meno il principio sacrosanto della solidarietà e della sacralità della vita.
Sono fiero di questo, come sono fiero del nostro sistema sanitario e di welfare in generale.
Rimaniamo a casa e ricordiamoci che più che fare i flash-mob dobbiamo semplicemente fare il nostro dovere.
:okyy:
"L'Ascoli è capace di grandi cose. Rende intimi amici persone che, senza l'Ascoli, normalmente si sarebbero magari solo conosciute, dei fratelli persone che eppure, senza l'Ascoli, le cui strade si sarebbero magari solo sfiorate. Dei consanguinei bianconeri, potremmo chiamarli, persone apparentemente che sono di estrazione sociale e culturale diversa, di dialetti diversi. Che, senza l'Ascoli, si sarebbero potuti incrociare probabilmente solo in un autogrill o in un supermercato, tutti invece animati da una delle grandi passioni della loro vita, se non la più grande, l'Ascoli calcio" (Costantino Rozzi, 12.05.1989).

"Non è importante cercare sempre un colpevole quando le cose non girano bene ma è fondamentale rendersi conto che dobbiamo essere sempre uniti: noi Società, la squadra, i tifosi e sentendoci nei momenti positivi come oggi, tutti protagonisti assoluti" (Massimo Pulcinelli, 7.04.2019)

Soloilpicchio
Messaggi: 509
Iscritto il: domenica 2 aprile 2017, 20:08
Settore Stadio: Distinti

Re: Ipotesi blocco

Messaggio da Soloilpicchio »

MDCCCXCVIII ha scritto:
martedì 17 marzo 2020, 19:53
E' vero, ma fortunatamente solo in parte. Oggi in tv hanno mostrato un carro funebre che si allontanava seguito dallo sguardo di un parente doppiamente affranto, sia per la perdita del proprio caro sia per l'impossibilità di dargli un ultimo saluto.
Il servizio era commovente.
Sono invece contento che il nostro paese, a differenza di quello inglese, abbia scelto la via della tutela della vita, ad ogni costo.
I nostri governanti hanno fatto errori e probabilmente ne faranno ancora ma mai ê venuto meno il principio sacrosanto della solidarietà e della sacralità della vita.
Sono fiero di questo, come sono fiero del nostro sistema sanitario e di welfare in generale.
Rimaniamo a casa e ricordiamoci che più che fare i flash-mob dobbiamo semplicemente fare il nostro dovere.
:Dx :Dx :Dx

Avatar utente
cri4picchio
Messaggi: 2089
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2018, 13:22
Settore Stadio: Tribuna Est

Re: Ipotesi blocco

Messaggio da cri4picchio »

paolo69 ha scritto:
martedì 17 marzo 2020, 13:45
aggiungo che 20 giornali online 20 tv nazionali parlano 24 ore al giorno di questa cosa e nessuno che dedichi 5 minuti a sti poveri cristi che muiono. tutti i giorni dovremmo stare in silenzio 5 minuti e ricordare i nostri connazionali che se ne vanno in completa solitudine.
:Dx :Dx :Dx :Dx :Dx :Dx :Dx :Dx :Dx :Dx
Epica vittoria interna per 2-0 contro il Cagliari del 15 Maggio 1983, un successo che permise alla squadra di Carlo Mazzone di restare in Serie A.
"Chi non c'era se lo deve far raccontare... Chi c'era non lo può dimenticare..."  Enrico Nicolini

„La serie A è nostra e nessuno ce la toglierà mai più. Resterà in eredità ai figli dei nostri figli.“ Costantino Rozzi.
:soccer: Sempre e solo ASCOLI :soccer:

Rispondi