Pagina 2 di 4

Re: Video intervista Pulcinelli dopo le dimissioni di Tosti

Inviato: mercoledì 23 ottobre 2019, 4:14
da tozzi
superpicchio ha scritto:no, davere, qualche scienziato qui sul tifometro mi può spiegare perché Pulcinelli non può fare il presidente?
Bellini lo faceva dall'altro capo del mondo....
Infatti ciò costitui il principale problema della sua gestione.

Inviato dal mio ASUS_A007 utilizzando Tapatalk


Re: Video intervista Pulcinelli dopo le dimissioni di Tosti

Inviato: mercoledì 23 ottobre 2019, 7:21
da superpicchio
tozzi ha scritto:
mercoledì 23 ottobre 2019, 4:14
Infatti ciò costitui il principale problema della sua gestione.

Inviato dal mio ASUS_A007 utilizzando Tapatalk
:lol3: bella chessa.. :mrgreen:
ma che cazz dice tozzi....Roma sta esse rete..

Re: Video intervista Pulcinelli dopo le dimissioni di Tosti

Inviato: mercoledì 23 ottobre 2019, 7:24
da luigi61
superpicchio ha scritto:
mercoledì 23 ottobre 2019, 7:21
:lol3: bella chessa.. :mrgreen:
ma che cazz dice tozzi....Roma sta esse rete..
Oh, ma viste che sà tutte tu, che cazze va demannenne a tutte???? ](*,) :mrgreen:

Re: Video intervista Pulcinelli dopo le dimissioni di Tosti

Inviato: mercoledì 23 ottobre 2019, 7:48
da superpicchio
luigi61 ha scritto:
mercoledì 23 ottobre 2019, 7:24
Oh, ma viste che sà tutte tu, che cazze va demannenne a tutte???? ](*,) :mrgreen:
:Dx

Re: Video intervista Pulcinelli dopo le dimissioni di Tosti

Inviato: mercoledì 23 ottobre 2019, 7:53
da mike
luigi61 ha scritto:
mercoledì 23 ottobre 2019, 7:24
Oh, ma viste che sà tutte tu, che cazze va demannenne a tutte???? ](*,) :mrgreen:
Top giggi.... :sogghigno:

Re: Video intervista Pulcinelli dopo le dimissioni di Tosti

Inviato: mercoledì 23 ottobre 2019, 9:08
da GREZZO
Credo che abbiano perso tutti. Al di là del Nocciolo rimane un Presidente che comunica dimissioni al Patron via WhatsApp e un Patron che gli risponde con lo stesso mezzo e che cerca un contatto/chiarimento tramite collaboratori.
Questo dipinge il quadro di una Società, al di là della facciata, di entità assolutamente estranee. Con tutte le conseguenze

Re: Video intervista Pulcinelli dopo le dimissioni di Tosti

Inviato: mercoledì 23 ottobre 2019, 9:13
da simo82
GREZZO ha scritto:Credo che abbiano perso tutti. Al di là del Nocciolo rimane un Presidente che comunica dimissioni al Patron via WhatsApp e un Patron che gli risponde con lo stesso mezzo e che cerca un contatto/chiarimento tramite collaboratori.
Questo dipinge il quadro di una Società, al di là della facciata, di entità assolutamente estranee. Con tutte le conseguenze
Bravo Grezzo.... è il primo passo verso la frutta... il patron non mi sembrava proprio tranquillo in conferenza... un presidente che si dimette (non mi dite x ripicca...) ma x vedute diverse... possiamo andare avanti così? La piazza che si spacca sicuro tra i pro e i contro... stiamo punto a capo come in passato

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk


Re: Video intervista Pulcinelli dopo le dimissioni di Tosti

Inviato: mercoledì 23 ottobre 2019, 10:07
da pikkio75
La piazza deve rompere le scatole.....al tecnico....ed ai giocatori........., tra i soci non devono mettere bocca.........

Re: Video intervista Pulcinelli dopo le dimissioni di Tosti

Inviato: mercoledì 23 ottobre 2019, 10:20
da Pallmall
Peró diciamole le cose.
Ad oggi ci sta una proprietà che è stata messa sulla graticola per una decisione che in qualsiasi società è normale. Ed è finita sulla graticola perchè si è dipinta, a mezzo stampa, una situazione che sembrava preludere a chissà quali sconvolgimenti societari. Hanno legato la risoluzione del rapporto alle dimissioni del Presidente e si è investita, del problema, per i toni usati nell’articolo, la tifoseria e l’intera città.
Pulcinelli è stato costretto a venire ad Ascoli e fare una conferenza stampa dove ha riferito una serie di circostanze e - credo anche per una questione di riservatezza - non è sceso troppo nei particolari della risoluzione del rapporto. Già è tanto che abbia dovuto rendere conto in un conferenza di un passaggio amministrativo. Ma si è fatto di più. È stato bersagliato da una serie di domande che facevano seguito a tutta una serie di voci ed illazioni sulla sua solvibilità e sulla trasparenza delle operazioni finanziarie. Gli si è chiesto perfino chi fosse la società che detiene la maggioranza delle azioni dell’Ascoli quando è una società che ha sede in Italia ed iscritta al registro imprese e che non solo era nota fin dalla compravendita ma che chiunque avrebbe potuto accertare da una semplice visura camerale.
A fronte di tutto questo, ancora non c’è stata una replica da parte di Tosti il quale, a mio modesto avviso, ben farebbe a chiarire la vicenda e spiegare cosa sia successo visto che tutto questo polverone è nato, purtroppo, proprio dopo la notizia delle sue dimissioni. Con questo, sia chiaro, non voglio dire che tutto sto casino è nato per colpa sua. Forse nemmeno si è posto, fino in fondo, il problema di quello che la stampa avrebbe potuto scrivere sull’argomento dimissioni. Peró, visto quando accaduto, mi sembra un atto dovuto dire almeno due parole, per rispetto verso i soci ed anche i tifosi che comunque, in questa vicenda, loro malgrado sono stati coinvolti. Un chiarimento sarebbe doveroso nell’interesse di tutti ma soprattutto nell’interesse dell’Ascoli come società di calcio, in un momento di risultati negativi. Restare in silenzio non aiuta. Anzi, rischia di creare ancor più voci che non fanno bene a nessuno.
Possiamo pure far finta che non sia successo nulla e non sentire mai l’altra campana ma ditemi, seriamente, se poi non corriamo il rischio che ad ogni piccolo movimento e/o passaggio amministrativo in società, scatti la rincorsa al pettegolezzo ed al dubbio.
No, cosi non va bene. Non va assolutamente bene. Possono benissimo chiarire e discutere tra loro, in privato, di questa vicenda ma è bene che qualcuno dica pubblicamente “ci siamo chiariti ed è tutto ok, le voci su Pulcinelli sono ingiuste e vanno censurate”. Io questo mi aspetto da chi vive in città ed è, per molti, una cd. garanzia di trasparenza. Sbaglio?
Quando il giornalista ha detto, in conferenza stampa, che si gioca con la vita delle persone, quella considerazione non puó restare cosi, ferma, asettica, come se riguardasse solo Pulcinelli. Quella considerazione, che ritengo ingiusta ed eccessiva, riguarda la società e non la dipinge affatto bene. Se io fossi un socio, mi incazzerei come una bestia perchè devo tutelare pure tutti gli altri miei dipendenti e collaboratori, tra cui anche altri ascolani, che in quella società lavorano. E lo direi: qua nessuno gioca con la vita delle persone!
Il silenzio, in questo momento, non aiuta a dimenticare ma alimenta ancor più un chiacchiericcio per una situazione che, per me, è chiara ma per tanti altri tifosi non lo è affatto e lo si è capito anche da alcuni commenti che sono stati fatti durante la diretta FB dove addirittura qualcuno insinuava il dubbio che dietro quel licenziamento e le dimissioni ci fosse altro, tanto da chiedere al Presidente di dire la verità.
Io mi auguro che Tosti, da persona seria qual è, da tutti stimato, capisca che serve un passaggio anche da parte sua.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Re: Video intervista Pulcinelli dopo le dimissioni di Tosti

Inviato: mercoledì 23 ottobre 2019, 10:26
da asbr73
Perfetto Pallmall.
Ho scritto in altro modo sull'altro post (quello dei "nuvoloni") in modo temo più "confuso" ed "istintivo" quello che tu hai riassunto OTTIMAMENTE.

E' cosi'.
Punto e a capo.

Re: Video intervista Pulcinelli dopo le dimissioni di Tosti

Inviato: mercoledì 23 ottobre 2019, 10:32
da paolo69
da parte mia abolirei qualsiasi coro, almeno quello sulla sentina che io non ho mai cantato, mai e mai lo farò.

Re: Video intervista Pulcinelli dopo le dimissioni di Tosti

Inviato: mercoledì 23 ottobre 2019, 10:33
da pikkio75
Se poi sei socio.....e il tuo comportamento......( le dimissioni ci possono stare....) non fà altro che gettare sulla società di cui detieni una piccola quota....tanto fango.....

Re: Video intervista Pulcinelli dopo le dimissioni di Tosti

Inviato: mercoledì 23 ottobre 2019, 10:34
da paolo69
Pallmall ha scritto:
mercoledì 23 ottobre 2019, 10:20
Peró diciamole le cose.
Ad oggi ci sta una proprietà che è stata messa sulla graticola per una decisione che in qualsiasi società è normale. Ed è finita sulla graticola perchè si è dipinta, a mezzo stampa, una situazione che sembrava preludere a chissà quali sconvolgimenti societari. Hanno legato la risoluzione del rapporto alle dimissioni del Presidente e si è investita, del problema, per i toni usati nell’articolo, la tifoseria e l’intera città.
Pulcinelli è stato costretto a venire ad Ascoli e fare una conferenza stampa dove ha riferito una serie di circostanze e - credo anche per una questione di riservatezza - non è sceso troppo nei particolari della risoluzione del rapporto. Già è tanto che abbia dovuto rendere conto in un conferenza di un passaggio amministrativo. Ma si è fatto di più. È stato bersagliato da una serie di domande che facevano seguito a tutta una serie di voci ed illazioni sulla sua solvibilità e sulla trasparenza delle operazioni finanziarie. Gli si è chiesto perfino chi fosse la società che detiene la maggioranza delle azioni dell’Ascoli quando è una società che ha sede in Italia ed iscritta al registro imprese e che non solo era nota fin dalla compravendita ma che chiunque avrebbe potuto accertare da una semplice visura camerale.
A fronte di tutto questo, ancora non c’è stata una replica da parte di Tosti il quale, a mio modesto avviso, ben farebbe a chiarire la vicenda e spiegare cosa sia successo visto che tutto questo polverone è nato, purtroppo, proprio dopo la notizia delle sue dimissioni. Con questo, sia chiaro, non voglio dire che tutto sto casino è nato per colpa sua. Forse nemmeno si è posto, fino in fondo, il problema di quello che la stampa avrebbe potuto scrivere sull’argomento dimissioni. Peró, visto quando accaduto, mi sembra un atto dovuto dire almeno due parole, per rispetto verso i soci ed anche i tifosi che comunque, in questa vicenda, loro malgrado sono stati coinvolti. Un chiarimento sarebbe doveroso nell’interesse di tutti ma soprattutto nell’interesse dell’Ascoli come società di calcio, in un momento di risultati negativi. Restare in silenzio non aiuta. Anzi, rischia di creare ancor più voci che non fanno bene a nessuno.
Possiamo pure far finta che non sia successo nulla e non sentire mai l’altra campana ma ditemi, seriamente, se poi non corriamo il rischio che ad ogni piccolo movimento e/o passaggio amministrativo in società, scatti la rincorsa al pettegolezzo ed al dubbio.
No, cosi non va bene. Non va assolutamente bene. Possono benissimo chiarire e discutere tra loro, in privato, di questa vicenda ma è bene che qualcuno dica pubblicamente “ci siamo chiariti ed è tutto ok, le voci su Pulcinelli sono ingiuste e vanno censurate”. Io questo mi aspetto da chi vive in città ed è, per molti, una cd. garanzia di trasparenza. Sbaglio?
Quando il giornalista ha detto, in conferenza stampa, che si gioca con la vita delle persone, quella considerazione non puó restare cosi, ferma, asettica, come se riguardasse solo Pulcinelli. Quella considerazione, che ritengo ingiusta ed eccessiva, riguarda la società e non la dipinge affatto bene. Se io fossi un socio, mi incazzerei come una bestia perchè devo tutelare pure tutti gli altri miei dipendenti e collaboratori, tra cui anche altri ascolani, che in quella società lavorano. E lo direi: qua nessuno gioca con la vita delle persone!
Il silenzio, in questo momento, non aiuta a dimenticare ma alimenta ancor più un chiacchiericcio per una situazione che, per me, è chiara ma per tanti altri tifosi non lo è affatto e lo si è capito anche da alcuni commenti che sono stati fatti durante la diretta FB dove addirittura qualcuno insinuava il dubbio che dietro quel licenziamento e le dimissioni ci fosse altro, tanto da chiedere al Presidente di dire la verità.
Io mi auguro che Tosti, da persona seria qual è, da tutti stimato, capisca che serve un passaggio anche da parte sua.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Re: Video intervista Pulcinelli dopo le dimissioni di Tosti

Inviato: mercoledì 23 ottobre 2019, 10:40
da luigi61
Sono d'accordo su quanto scrive Pallmall, la penso allo stesso modo, ma temo che Tosti non parlerà perchè, magari, dovrebbe dire cose che potrebbero creare ancora più polemiche, spaccature ecc. E il timore di tutti, (credo anche di Tosti) è che se si continua, il rischio è che Pulcinelli alla fine dica: sai che c'è? Andate un po' a fanculo!! E credo che nessuno voglia questo.
O più semplicemente è nello stile della persona , nel senso che magari, il suo pensiero è che in questo occasioni, meno si parla e meglio è. Del resto non parlò nemmeno quando rassegnò le dimissioni la volta scorsa.
Naturalmente questo è il mio pensiero per giustificare un silenzio che al momento, da un po' da pensare.

Re: Video intervista Pulcinelli dopo le dimissioni di Tosti

Inviato: mercoledì 23 ottobre 2019, 10:50
da TERZI1898
Pallmall ha scritto:
mercoledì 23 ottobre 2019, 10:20
Peró diciamole le cose.
Ad oggi ci sta una proprietà che è stata messa sulla graticola per una decisione che in qualsiasi società è normale. Ed è finita sulla graticola perchè si è dipinta, a mezzo stampa, una situazione che sembrava preludere a chissà quali sconvolgimenti societari. Hanno legato la risoluzione del rapporto alle dimissioni del Presidente e si è investita, del problema, per i toni usati nell’articolo, la tifoseria e l’intera città.
Pulcinelli è stato costretto a venire ad Ascoli e fare una conferenza stampa dove ha riferito una serie di circostanze e - credo anche per una questione di riservatezza - non è sceso troppo nei particolari della risoluzione del rapporto. Già è tanto che abbia dovuto rendere conto in un conferenza di un passaggio amministrativo. Ma si è fatto di più. È stato bersagliato da una serie di domande che facevano seguito a tutta una serie di voci ed illazioni sulla sua solvibilità e sulla trasparenza delle operazioni finanziarie. Gli si è chiesto perfino chi fosse la società che detiene la maggioranza delle azioni dell’Ascoli quando è una società che ha sede in Italia ed iscritta al registro imprese e che non solo era nota fin dalla compravendita ma che chiunque avrebbe potuto accertare da una semplice visura camerale.
A fronte di tutto questo, ancora non c’è stata una replica da parte di Tosti il quale, a mio modesto avviso, ben farebbe a chiarire la vicenda e spiegare cosa sia successo visto che tutto questo polverone è nato, purtroppo, proprio dopo la notizia delle sue dimissioni. Con questo, sia chiaro, non voglio dire che tutto sto casino è nato per colpa sua. Forse nemmeno si è posto, fino in fondo, il problema di quello che la stampa avrebbe potuto scrivere sull’argomento dimissioni. Peró, visto quando accaduto, mi sembra un atto dovuto dire almeno due parole, per rispetto verso i soci ed anche i tifosi che comunque, in questa vicenda, loro malgrado sono stati coinvolti. Un chiarimento sarebbe doveroso nell’interesse di tutti ma soprattutto nell’interesse dell’Ascoli come società di calcio, in un momento di risultati negativi. Restare in silenzio non aiuta. Anzi, rischia di creare ancor più voci che non fanno bene a nessuno.
Possiamo pure far finta che non sia successo nulla e non sentire mai l’altra campana ma ditemi, seriamente, se poi non corriamo il rischio che ad ogni piccolo movimento e/o passaggio amministrativo in società, scatti la rincorsa al pettegolezzo ed al dubbio.
No, cosi non va bene. Non va assolutamente bene. Possono benissimo chiarire e discutere tra loro, in privato, di questa vicenda ma è bene che qualcuno dica pubblicamente “ci siamo chiariti ed è tutto ok, le voci su Pulcinelli sono ingiuste e vanno censurate”. Io questo mi aspetto da chi vive in città ed è, per molti, una cd. garanzia di trasparenza. Sbaglio?
Quando il giornalista ha detto, in conferenza stampa, che si gioca con la vita delle persone, quella considerazione non puó restare cosi, ferma, asettica, come se riguardasse solo Pulcinelli. Quella considerazione, che ritengo ingiusta ed eccessiva, riguarda la società e non la dipinge affatto bene. Se io fossi un socio, mi incazzerei come una bestia perchè devo tutelare pure tutti gli altri miei dipendenti e collaboratori, tra cui anche altri ascolani, che in quella società lavorano. E lo direi: qua nessuno gioca con la vita delle persone!
Il silenzio, in questo momento, non aiuta a dimenticare ma alimenta ancor più un chiacchiericcio per una situazione che, per me, è chiara ma per tanti altri tifosi non lo è affatto e lo si è capito anche da alcuni commenti che sono stati fatti durante la diretta FB dove addirittura qualcuno insinuava il dubbio che dietro quel licenziamento e le dimissioni ci fosse altro, tanto da chiedere al Presidente di dire la verità.
Io mi auguro che Tosti, da persona seria qual è, da tutti stimato, capisca che serve un passaggio anche da parte sua.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Tutto giusto quello che dici; proviamo però ad andare anche oltre e penso: ma se veramente c'è qualcosa di "losco" come vogliono far capire questi "personagetti" tipo quello di Picusonline, Tosti si sarebbe dimesso non solo da Presidente, ma anche dal CDA e di conseguenza sarebbe uscito anche dalla società. Cosa che poi magari farà in futuro, però io non rimango in una società dove detengo una minima parte delle quota, quindi non posso fare niente per cambiare le cose, e stanno succedendo cose "strane". Poi come dici tu magari lo stesso Tosti potrebbe dare una spiegazione, mettere a tacere certe voci e magari lo farà in futuro. Tra l'altro anche come è stata ricostruita la vicenda mi suona male; non conosco che tipo di contratto aveva, ma comunque per licenziare una persona gli devi dare il preavviso, altrimenti glie lo devi poi pagare sulla buonuscita; tra l'altra puoi licenziare solo per giusta causa, quindi o una riduzione del personale o altri motivi (lo stesso Pulcinelli infatti ha poi detto che non può assumere un altro al suo posto perchè è contro la legge).