Pagina 2 di 2

Re: le pagelle

Inviato: martedì 9 ottobre 2018, 8:48
da Barelò
tozzi ha scritto:
lunedì 8 ottobre 2018, 22:24
In realtà ha 27 anni. Non credo che abbia margini significativi di miglioramento, ma è di suo assai migliore di quanto ci ha fatto vedere fino a ora.
Si sì lo mettevo in rapporto ai 33 di Frezzollini :mrgreen:

Re: le pagelle

Inviato: mercoledì 10 ottobre 2018, 12:17
da francesco71
credo che Vivarini era già propenso a proporre Lanni, il cui rientro è stato rallentato dal problema muscolare che ha avuto di recente; ora vedo che lavoro psicologico è stato fatto in questi mesi su di lui, su Ganz e su Rosseti; Vivarini ha avuto quattro sfortune:

1) ha lavorato su gruppo costituitosi tardi, con assemblamento dell'organico a 360 gradi fatto dopo la prima settimana di agosto
2) si è infortunato Ardemagni, che aveva un ruolo di leader nel gruppo
3) di fatto il play davanti alla difesa della squadra, che risponde al nome di Troiano, che ordina la manovra, che detta i tempi delle giocate, che contrasta e tampona, e governa le ripartenze d'azione, gli è arrivato a campionato iniziato e fino ad allora sono stati provati in quel ruolo con risultati non buoni Zebli, e con risultati migliori ma non trascendentali Casarini
4) il piccolo infortunio a Lanni, che ha tenuto nelle ultime due gare fuori un Lanni che virtualmente aveva riconquistato già il posto

Re: le pagelle

Inviato: giovedì 11 ottobre 2018, 16:46
da GREZZO
francesco71 ha scritto:
mercoledì 10 ottobre 2018, 12:17
credo che Vivarini era già propenso a proporre Lanni, il cui rientro è stato rallentato dal problema muscolare che ha avuto di recente; ora vedo che lavoro psicologico è stato fatto in questi mesi su di lui, su Ganz e su Rosseti; Vivarini ha avuto quattro sfortune:

1) ha lavorato su gruppo costituitosi tardi, con assemblamento dell'organico a 360 gradi fatto dopo la prima settimana di agosto
2) si è infortunato Ardemagni, che aveva un ruolo di leader nel gruppo
3) di fatto il play davanti alla difesa della squadra, che risponde al nome di Troiano, che ordina la manovra, che detta i tempi delle giocate, che contrasta e tampona, e governa le ripartenze d'azione, gli è arrivato a campionato iniziato e fino ad allora sono stati provati in quel ruolo con risultati non buoni Zebli, e con risultati migliori ma non trascendentali Casarini
4) il piccolo infortunio a Lanni, che ha tenuto nelle ultime due gare fuori un Lanni che virtualmente aveva riconquistato già il posto
Dipende dal concetto di NON TRASCENDENTALE :mrgreen: :mrgreen:

Casarini 1 da PLAY...media 3 POINTS (ci sono poi i pochi minuti a Perugia MOLTO BENE)
Zebli 2 da Play...........media 0,5 POINTS
Troiano 3 da Play..............media 0,66 POINTS

Re: le pagelle

Inviato: giovedì 11 ottobre 2018, 18:19
da TERZI1898
GREZZO ha scritto:
giovedì 11 ottobre 2018, 16:46
Dipende dal concetto di NON TRASCENDENTALE :mrgreen: :mrgreen:

Casarini 1 da PLAY...media 3 POINTS (ci sono poi i pochi minuti a Perugia MOLTO BENE)
Zebli 2 da Play...........media 0,5 POINTS
Troiano 3 da Play..............media 0,66 POINTS
Si però secondo me sono ancora poche partite per fare una statistica attendibile; va detto per esempio che Zebli gioco nelle due partite in cui la squadra era più in difficoltà. Che con il Lecce non mi sembra abbiamo fatto sta grossa prestazione. Che nelle ultime 3, nonostante i pochi punti portati a casa, la squadra si è espressa bene andando a crescere.

Re: le pagelle

Inviato: venerdì 12 ottobre 2018, 22:03
da francesco71
TERZI1898 ha scritto:
giovedì 11 ottobre 2018, 18:19
Si però secondo me sono ancora poche partite per fare una statistica attendibile; va detto per esempio che Zebli gioco nelle due partite in cui la squadra era più in difficoltà. Che con il Lecce non mi sembra abbiamo fatto sta grossa prestazione. Che nelle ultime 3, nonostante i pochi punti portati a casa, la squadra si è espressa bene andando a crescere.
si, la penso come te; nel ruolo di play basso, Zebli ha evidenziato di avere tecnica calcistica, ma nelle partite giocate tendeva a perdere vari palloni avventurandosi troppo in dribbling, che innescavano giocate pericolose degli avversari...d'altronde quando perdi palla poco oltre il limite dell'area nostra, è chiaro che l'avversario può farti male; invece Casarini ha dato nel ruolo di play una maggiore solidità, alla squadra che si è vista subito, risultando comunque poco appariscente, con giocate più essenziali rispetto a Zebli, e offrendosi all'azione soprattutto di schermo davanti alla difesa.
Migliore dei tre in assoluto in quel ruolo, Troiano, per me; con lui in campo la squadra a tratti sembra da alta classifica, ma con la trasferta di Salerno, abbiamo da un lato avuto Troiano e da un lato perso Ardemagni. Quindi in avanti si sono dovuti rivalutare Ganz e e Rosseti, che avevano fatto solo panchina e dovevano acquisire il ritmo gara; la statistica di GREZZO, non tiene conto del fatto secondo me che abbiamo pagato in termini di competitività sia in casa con la Cremonese che a Foggia per gli aggiustamenti forzati in attacco. Ganz e Rosseti non appaiono ancora del tutto convincenti; si spera che Ganz dopo il gol fatto possa fare meglio