VOTI FOGGIA - ASCOLI

On line dal 1999. Per parlare dell'Ascoli Calcio.

Moderatori: Moderatori, Moderatore Plus

Rispondi
Avatar utente
Goro7
Messaggi: 2167
Iscritto il: lunedì 31 agosto 2009, 21:22
Settore Stadio: Curva Sud

VOTI FOGGIA - ASCOLI

Messaggio da Goro7 » venerdì 13 aprile 2018, 22:23

LE PAGELLE IGNORANTI: le scrivo lo stesso, perché portavano bene. Prima che il designatore, illuminato dalla fregnaccia de la sorella, decidesse di far giocare il nostro amato Ascoli di venerdì 13, puozze 'rcacà a Ferragosto.

AGAZZI 5 Le sue bestemmie in occasione dell'espulsione sono seconde solo a quelle di Mazzeo quando intuisce che sarebbe entrato Lanni che l'unica cosa che sa fare bene è parare i rigori; che stasera fosse una serataccia lo intuisce già in fase di riscaldamento, quando vede la difesa bucata più volte anche dai ragazzini del servizio raccattapalle. Col rientro di Lanni capisce che probabilmente dovrà tornare a lavorare nella tabaccheria della moglie, ed esce strappandosi i capelli che sono l'unica cosa ben messa in campo in questa serataccia di mer##.

...LANNI 7 Entra e para il rigore, episodio che certamente non influisce su un match più a senso unico delle corsie dell'Ascoli-Mare ma incide su chi ha Mazzeo al Fantacalcio. La prestazione di stasera non sarà sfuggita agli operatori di mercato juventini, che alla disperata ricerca di un portiere capace di parare i rigori in occasione dell'espulsione del portiere titolare (questa è cattiva forte) stanno pensando di opzionare Lanni in cambio di 2/3 di Slivka e 5/14 di Tamba M'Pinga.

PADELLA 5 Con lo schifo che si spalma sui capelli attualmente è al terzo posto per emanazione di radiazioni nocive dopo Chernobyl e Fukushima, ma lui lo sa e da perfetto kamikaze taleban-romano si butta in avanti con la razionalità di chi sa che andrà a morire ammazzato risultando comunque il più pericoloso dei suoi.

MENGONI 5 Nella partita che poteva significare TUTTO nella rimonta salvezza scompare peggio del corpo di un pentito della Camorra; in settimana ha rivelato di avere il cuore messo peggio di quello di Umberto Smaila, ma nonostante tutto Cosmi continua imperterrito a mettergli a fianco Gigliotti. Il buon Andrea, di tutto punto, si ritrova messo in mezzo dagli attaccanti del Foggia come un'ucraina lungo la statale elpidiense, ed alla fine non può che fare la fine dell'ucraina in questione... inchinarsi.

GIGLIOTTI 4 Il migliore del Foggia, a fine gara va anche a prendersi il meritato applauso sotto la sua curva, che mai lo ha dimenticato e mai lo riabbraccerebbe. Talmente inutile da costringere Cosmi, suo unico estimatore su questo Pianeta, a lasciarlo negli spogliatoi a fine primo tempo, relegandolo così alla categoria che merita... la terza.

...CHERUBIN N.G. (Nondovevagiocare Gigliotti) Ancora un po’ troppo lento nella manovra, tanto che quando corre all'indietro parte il bip come nei camion di cantiere; nelle marcature mostra la dinamicità di Gerry Scotti in giacca e cravatta, tanto che l'unica palla che tocca lo fa in scivolata dopo che l'arbitro ha fischiato rigore. Risulta comunque una spanna sopra a Gigliotti (un metro e novanta contro il metro e ottanta del francesino).

MOGOS 4 Il destino gli mette di fronte Kragl, che è un po' come fronteggiare Uma Thurman di Kill Bill con una baguette farcita di bestemmie, soprattutto se le spade le hai al posto dei piedi e la tua tecnica non va oltre il corso base di saldatura. Quando il cronista dice "attacca anche Mogos..." verrebbe da dirgli "Sì, le Figurine Panini!". Non possiamo lamentarci che non spinge se nessuno gli spiega in rumeno che nella metà campo avversaria non c'è la ZTL.

ADDAE 5 Recupera palla come un campione, poi però il successivo passaggio filtrante mostra inesorabilmente le losanghe di granito che il Padreterno gli ha donato al posto dei piedi; in compenso, però, dispensa falli come Nostro Signore dispensava preghiere e benedizioni, senza fare discriminazioni ed eccezioni di sorta. Ha però il grande merito di portare un po' di sana delinquenza ad un centrocampo di chierichetti in Hogan e Moncler.

BUZZEGOLI 4 I suoi lanci lunghi stasera hanno la precisione dei rinvii di Lanni, ha la stessa autonomia del suo Cayenne nel centro di Roma, con la differenza che se tiri la palla contro il Cayenne almeno lui la palla te la restituisce. Supera la metà campo solo per dare la mano agli avversari a inizio partita e gioca con la voglia di vivere di Adele, tanto che a fine primo tempo anziché rientrare negli spogliatoi corre a ritirare il suo primo Grammy Award.

...KANOUTE 5,5 Il telecronista deve ancora capire che non è Konate, ma forse anche Cosmi che per quanto lo stima gli preferisce gli ectoplasmi Buzzegoli e Baldini; a fine primo tempo si maschera da Addae e Serse lo mette in campo chiedendogli di dare brillantezza alla manovra, il giovane però fraintende e con la prontezza del campione va subito a strappare la collana d'oro da mezzo chilo dal collo del sobrio Nicastro.

BALDINI 5 Nel ruolo di mezzala è più leggero dei biscotti Misura, ed appare spaesato come Tiziano Ferro ad un addio al celibato. Bellissimo ed appassionato il bacio sul collo di Lanni all'atto della sostituzione, gesto che rende il paragone con Tiziano Ferro più che mai azzeccato.

MIGNANELLI 4 Pensare di fermare uno Zambelli in forma straordinaria con l'attuale Mignanelli, che l'unica forma che ha è quella di cacio dentro al frigorigero, è un po' come parlare di figa con Berlusconi pensando di spuntarla. L'esterno del Foggia è anche più vecchio di parecchi anni, ma rimane sempre arzillo e cazzuto, proprio come Berlusconi; Mignanelli, invece, mostra l'ardore di un pettirosso e per varcare la metà campo consegna i documenti al quarto uomo, dai quali si evince che è lui il nipote di Mubarak. PINTO MI MANCHI.

VARELA 4 La fantasia con cui calcia palloni a ca##o ricorda molto il criterio con cui il PD sceglie i propri candidati, è talmente generoso che prima della partita decide di donare i suoi piedi ad un ragazzo foggiano armato di coltello che aveva un calcetto dalle 19 alle 21. Stasera non salterebbe l'uomo neanche giocando alla cavallina con Giovinco, non fa nulla di buono ma almeno ha il grande merito di non disturbare.

MONACHELLO 5 In telecronaca lo si sente nominare meno di Marco Carta dopo aver vinto Amici, le uniche palle importanti che tocca sono le sue, sotto la doccia, per insaponarsele.

COSMI 4 In uno stadio coi controcazzi, con un tifo coi controcazzi, contro una squadra coi controcazzi che gioca un calcio coi controcazzi, Serse manda in campo il suo solito Ascoli, bello come Brunetta in mutande e calzettoni eleganti e solido come il Nonno Nanni. Consapevole delle difficoltà, inventa la mossa geniale di schierare Baldini mezzala, incrementando oltre il dovuto le incertezze di una squadra che già di per sé è più scarsa dell'acqua in Namibia.
"Il pubblico mi commuove in maniera particolare. Quando ascolto l'incitamento collettivo di duemila e più voci, quando vedo i tifosi urlare e cantare tutta la loro passione un nodo mi percorre la gola." Costantino Rozzi
"Ad Ascoli abbiamo visto i 50 calciatori più forti di tutti i tempi, tolti Cristiano Ronaldo, Messi, Sivori e Pelè, gli altri sono passati tutti al Del Duca. E non è detto che Cristiano Ronaldo non lo vedremo..." Giuliano Tosti

Avatar utente
tozzi
Moderatore
Messaggi: 28887
Iscritto il: domenica 6 luglio 2008, 7:55
Settore Stadio: Curva Sud
Località: Lecce

Re: VOTI FOGGIA - ASCOLI

Messaggio da tozzi » venerdì 13 aprile 2018, 22:34

Meno male tu Goro7
"L'Ascoli è capace di grandi cose. Rende intimi amici persone che, senza l'Ascoli, normalmente si sarebbero magari solo conosciute, dei fratelli persone che eppure, senza l'Ascoli, le cui strade si sarebbero magari solo sfiorate. Dei consanguinei bianconeri, potremmo chiamarli, persone apparentemente che sono di estrazione sociale e culturale diversa, di dialetti diversi. Che, senza l'Ascoli, si sarebbero potuti incrociare probabilmente solo in un autogrill o in un supermercato, tutti invece animati da una delle grandi passioni della loro vita, se non la più grande, l'Ascoli calcio" (Costantino Rozzi, 12 Maggio 1989).

Nostalgico
Messaggi: 486
Iscritto il: martedì 21 ottobre 2008, 12:42
Località: Ascoli

Re: VOTI FOGGIA - ASCOLI

Messaggio da Nostalgico » sabato 14 aprile 2018, 0:46

Grazie, hai portato il sorriso in un funereo ritorno a casa.

Pantera
Presidente
Messaggi: 6933
Iscritto il: domenica 6 novembre 2005, 13:14
Località: Dallas, Texas *USA*

Re: VOTI FOGGIA - ASCOLI

Messaggio da Pantera » sabato 14 aprile 2018, 2:12

Goro7 ha scritto:
venerdì 13 aprile 2018, 22:23

COSMI 4 In uno stadio coi controcazzi, con un tifo coi controcazzi, contro una squadra coi controcazzi che gioca un calcio coi controcazzi, Serse manda in campo il suo solito Ascoli, bello come Brunetta in mutande e calzettoni eleganti e solido come il Nonno Nanni. Consapevole delle difficoltà, inventa la mossa geniale di schierare Baldini mezzala, incrementando oltre il dovuto le incertezze di una squadra che già di per sé è più scarsa dell'acqua in Namibia.
Faccia una grande fatica in capire lui come Allenatore ; ma GANZ che te lo porti a fare dietro se non lo usi mai ?
Immagine

Il Picchio e una fede, scritta nel cuore dei suoi tifosi con la matita del Piceno, che non possiede gomma per cancellarla,
E siccome e una fede, non si puo ne comperare, vendere o ridurrerre a parole,
Si puo soltanto viverla !
Forza Picchio sempre ed ovunque
:bandiera: :bandiera: :bandiera:

Oetzi
Messaggi: 1447
Iscritto il: lunedì 6 marzo 2017, 23:12
Settore Stadio: Curva Sud

Re: VOTI FOGGIA - ASCOLI

Messaggio da Oetzi » sabato 14 aprile 2018, 4:58

Pantera ha scritto:
sabato 14 aprile 2018, 2:12
Faccia una grande fatica in capire lui come Allenatore ; ma GANZ che te lo porti a fare dietro se non lo usi mai ?
sono d'accordo.

Rispondi