VOTI ASCOLI - BARI

On line dal 1999. Per parlare dell'Ascoli Calcio.

Moderatori: Moderatori, Moderatore Plus

Avatar utente
Goro7
Messaggi: 2165
Iscritto il: lunedì 31 agosto 2009, 21:22
Settore Stadio: Curva Sud

VOTI ASCOLI - BARI

Messaggio da Goro7 » mercoledì 28 marzo 2018, 23:57

LE PAGELLE IGNORANTI. Visto che tra una cazzata e l'altra pare che portino fortuna, prendetevi questa sacrosanta dose di put####### e festeggiatene tutti.

Agazzi 7. Giaretta, te se potesse cascà tutti li capelli per quante cazzate si fatto, ma per questo acquisto meriteresti un bacio in bocca dal miglior Vladimir Luxuria. Partita sontuosa, eccezion fatta per cinque minuti alla mezzora della ripresa in cui lo spirito di Lanni prova ad impossessarsi di lui; intuita la presenza del maligno, però, il portiere se ne libera con una bestemmia di proporzioni bibliche che lo colloca di fatto nella "hall of fame" delle Bestie di Satana. INDEMONIATO

Padella 6,5. quando ti guarda "storto" e con la coda dell'occhio, questo giocatore sarebbe capace di mettere in fuga persino la gang di Mogos; sui calci d'angolo marca così stretto che la camicia di Bellini in confronto è di una taglia di troppo, ma la gioia con cui abbraccia gli avversari in area prendendoli per il collo ne denota le chiare origini vampiresche. E d'altronde, gli occhi azzurri non mentono. TWILIGHT.

Mengoni 8. Il suo recupero è la cosa più determinante avvenuta su questo pianeta nell'ultimo quinquennio dopo la scoperta delle foto nude di Diletta Leotta; ogni pallone che passa dalle sue parti decide autonomamente di allontanarsi pur di non venire sfiorato da quei piedacci ignoranti come i tatuaggi di Mogos. Nel primo tempo scherza con Nené, quando invece vede entrare Kozak capisce che è il caso di indossare le scarpe chiodate ed al primo pestone il gigante ceco diventa anche monco mostrando così in che modo ha avuto origine il monopodalico Giorgio Chiellini.

Gigliotti 6. Deficita nei contrasti, deficita nei colpi di testa e deficita nell'uno contro uno... in poche parole è un deficiente. Scherzi a parte, gioca la partita onesta di chi a Bestia bussa solo con l'asso, restituendo all'avversario l'unico anticipo riuscito pur di non prendere la sufficienza; il modo ed il tempismo con cui allontana la palla dall'area piccola nel concitato assalto finale dei galletti gli costa però la reputazione perché da solo vale la sufficienza piena e la sua firmetta (piccoletta eh...) sui tre punti. MARTIRE.

Mogos 6,5. Vedendo la fascia destra presidiata dal duo Mogos - Addae la 'ndrangheta ha rinunciato ad inserirsi nel capoluogo piceno; vederli fraseggiare, poi è pura POESIA. I loro tocchi di prima a scambiarsi la sfera sembrano più affini al lancio dei coltelli che non al gioco del calcio, ma nel finale salva un azione pericolosissima in area soffiando palla a Iocolano senza commettere fallo e questo, da solo, basta a dimostrare scientificamente l'esistenza di Dio. ROBERT LANGDON.

Addae 6. Nelle mille partite in cui è risultato decisivo gli è sempre stato riconosciuto il grande merito di essere determinante; oggi, però, dal profondo del cuore, mi sale un laconico "la fregna de mojeta" per tutte le volte che ha tentato di rimettere in gioco i baresi con appoggi ai limiti dell'arresto (volendomene dimenticare qualcuno per essere suo complice ne conto solo tre). A fine gara, dopo un prodigioso recupero di palla a centrocampo, il telecronista pronuncia un "Addae ragiona..." dando così origine al più meraviglioso ossimoro di tutti i tempi. Ciononostante, la scena in cui al 92' è a terra dolorante sulla linea del centrocampo, e dopo uno sguardo di Cosmi in 12 millesimi di secondo si teletrasporta in area ad ampie falcate per decapitare a colpi di machete chiunque si avvicini dalle parti di Agazzi vale da sola il prezzo del biglietto. MIRACOLATO.

Buzzegoli 6,5. Il piglio con cui inizia la partita evidenzia la sua straordinaria condizione atletica, mostrando a tutti di avere finalmente 12 minuti nelle gambe; il gol è una perla balistica di rara bellezza, la successiva corsa verso la panchina a cercare disperatamente la maglia di Carpani gli costa però tutte le energie residue e la sua partita finisce lì. EIACULAZIONE PRECOCE.

Martin(h)o 5. La mossa di Cosmi di metterlo mezzala somiglia tanto a quella dell'allenatore di Terza Categoria che deve per forza far giocare il figlio del presidente e pur di non lasciarlo in panchina gli trova posto "mettendolo dove po' fa meno danni possibili". Talmente lento da anticiparsi da solo, è utilissimo alla squadra per testare il centrocampo a due. Cosmi alla vigilia aveva dichiarato "Martin(h)o sta meglio..." ma la frettolosità di un Marco Amabili troppo lesto a spegnere il microfono ne tronca a metà la frase completa, che era ""Martin(h)o sta meglio... de mi nonna". RI(DE)GENERATO.

D'Urso 5. Nell'area predisposta al riscaldamento a bordo campo si era giocato tutta la sua paghetta con Ganz scommettendo di riuscire a sbagliare tutti i palloni che avrebbe toccato; SimoneAndrea, ingenuo, lo sopravvaluta e abbocca alla trappola. La dovizia con cui "il De Rossi del futuro" porta a termine il suo piano diabolico è disarmante, al punto che Cosmi lo rimette in piedi al volo dopo un fallo per paura che la vicinanza con la panchina lo riporti ai tempi senza pensieri della Nazionale Under 20.

Pinto 8. Più arrapante del video porno di Belen, se Martin(h)o è brasiliano non vedo perché costui, anziché Giovanni, non potremmo chiamarlo Joao. Dopo il triennale a De Feo non so cosa aspetti Giaretta a contrattualizzare a vita questo giocatore pazzesco, più che un terzino oserei definirlo UN AMULETO. Accusa un infortunio al polpaccio ma Cosmi lo lascia in campo con una gamba sola per dimostrare che quando si è di un altro pianeta si può fare la differenza in qualsiasi condizione. Henderson nel finale prova a spingerlo fuori dal campo ma lui, col tipico accento alla "Pio e Amedeo", gli rivela che per avere la sua maglia c'è da aspettare il triplice fischio (ed una lauta mazzetta). JOAO PINTO.

De Santis N.G. (No Gigliotti). Il suo ingresso è determinante perché serve a due cose fondamentali nel convulso finale di gara: tributare la doverosa standing ovation a Pinto ed allontanare il più possibile Gigliotti dall'area di rigore. DECISIVO.

Varela 6,5. L sua capacità straodinaria di distribuire calcioni a tutti facendosi puntualmente malissimo mi ricorda gli innumerevoli avversari delle scazzottate di Bud Spencer; una volta ha provato a far male a Clemenza in un contrasto, uscendone stordito per la supremazia fisica del talentino scuola juventus (volutamente lettera piccola). Eppure, quando accarezza la palla, è un piacere vederlo, più o meno come il culo di Melissa Satta. PANZER.

Clemenza 6,5. La staffetta Varela-Clemenza somiglia tanto a quella dei chierichetti della Chiesa che si alternano nel servire messa; facce pulite da bimbi per bene, salvo poi nascondere la palla come i chierichetti di cui sopra quando rubano le monetine dal cestino delle offerte. Finché poi quelle monetine non finiscono nelle mani di Mogos, e la serata se ne va subito "a put#######"... BIMBO IMPERTINENTE.

Monachello 6,5. Ogni volta che un lancio lungo finisce dalle sue parti, il difensore casca per terra senza che l'arbitro possa fischiare fallo. Praticamente, il contrario di quanto accadeva con Perez. Ma a pensarci bene Monachello sa anche stoppare il pallone. Però il fatto che Monachello sia un mancino naturale rende a Perez il giusto onore di essere più forte con il destro. Scherzi a parte Gaetanino, prima o poi ti arriverà anche qualche pallone giocabile. FACCIA DA BULLO.

Cosmi 6,5. Oh, finalmente il bel gioco. Cioè no, scherzavo. Ma sai che te dico caro Serse, che del bel gioco me ne sbatto le palle. Sogna vence, e questo spirito è quello giusto. Certo, a volte potresti essere anche meno plateale nel farti vedere dalla tribuna o dalle telecamere, ma finché i risultati sono questi per me puoi anche girare nudo per piazza Arringo convincendo tutti che in realtà sei "l'uomo roccia" dei Fantastici 4. ATTORE.
"Il pubblico mi commuove in maniera particolare. Quando ascolto l'incitamento collettivo di duemila e più voci, quando vedo i tifosi urlare e cantare tutta la loro passione un nodo mi percorre la gola." Costantino Rozzi

Paulista
Messaggi: 513
Iscritto il: martedì 14 gennaio 2014, 22:30
Settore Stadio: Distinti

Re: VOTI ASCOLI - BARI

Messaggio da Paulista » giovedì 29 marzo 2018, 0:25

Goro, mi inchino al tuo genio. Dico la mia dopo una vittoria d’oro.

Agazzi: avere, finalmente, un portiere. 7
Mogos: molto bene nel primo tempo, sempre attento fino alla fine. 6,5
Padella: si sta ritrovando, sicuramente quello che si sta giovando maggiormente della presenza del Mengo. 6,5
Mengoni: Implacabile, cattivo, trasmette sicurezza. 7
Gigliotti: la sua migliore prestazione da molto tempo a questa parte. 6,5
Pinto: sorpresa positiva della serata, per certi versi è il tipico giocatore tutta grinta e umiltà che da noi si fa amare. 7
Martinho: parte bene ma finisce stremato e merita il cambio. 6 perchè seme vinte.
Buzzegoli: mai stato tenero con lui ma quando gioca così che gli vuoi dire? Peccato non sia sempre a questi livelli. E poi 3 gol 9 punti, di questo gli va dato atto.
Addae: molto comdizionato dal giallo però fa la sua parte. 6
Varela: primo tempo devastante, merita di giocare per quello che sta facendo in queste ultime partite. Si sacrifica molto, cosa che va detto ha sempre fatto. 7
Monachello: partita di grande sacrificio, avrebbe meritato il gol. 6,5

D’Urso: a me è piaciuto, a volte impreciso ma ha corso moltissimo. 6
Clemenza: molto stanco ma non manca di deliziare la platea con un paio di tocchi dei suoi. Gran piede. 6
De Santis: s.v.

Cosmi: mister, stasera non ti si può dire nulla. Formazione e cambi perfetti. 7

Grande il tifo della curva e di tutto lo stadio.

Avatar utente
tozzi
Moderatore
Messaggi: 28459
Iscritto il: domenica 6 luglio 2008, 7:55
Settore Stadio: Curva Sud
Località: Lecce

Re: VOTI ASCOLI - BARI

Messaggio da tozzi » giovedì 29 marzo 2018, 0:43

Pinto 8 Se in campo cacci le palle dei già un campion
"L'Ascoli è capace di grandi cose. Rende intimi amici persone che, senza l'Ascoli, normalmente si sarebbero magari solo conosciute, dei fratelli persone che eppure, senza l'Ascoli, le cui strade si sarebbero magari solo sfiorate. Dei consanguinei bianconeri, potremmo chiamarli, persone apparentemente che sono di estrazione sociale e culturale diversa, di dialetti diversi. Che, senza l'Ascoli, si sarebbero potuti incrociare probabilmente solo in un autogrill o in un supermercato, tutti invece animati da una delle grandi passioni della loro vita, se non la più grande, l'Ascoli calcio" (Costantino Rozzi, 12 Maggio 1989).

Avatar utente
wood
Messaggi: 5893
Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 0:36
Settore Stadio: Curva Sud

Re: VOTI ASCOLI - BARI

Messaggio da wood » giovedì 29 marzo 2018, 1:41

Un 7 a tutti i rAGAZZI!
ImmagineImmagine

Oetzi
Messaggi: 1230
Iscritto il: lunedì 6 marzo 2017, 23:12
Settore Stadio: Curva Sud

Re: VOTI ASCOLI - BARI

Messaggio da Oetzi » giovedì 29 marzo 2018, 7:49

Agazzi: 8. Si è immerso con grande passione nella mentalità ascolana. È un ragazzo intelligente ed ancorché fosse finito come portiere di riserva in Lega Pro dimostra che le qualità non si dimenticano. Comanda con grande autorevolezza il reparto arretrato.

Mengoni: 8 prestazione di spessore nonostante le non perfette condizioni. Ma è previsto. Il problema lo tempra. Semmai è la routine che lo deconcentra.

Padella 7,5: sempre puntuale prestazioni oltremodo lusinghiere per grinta e determinazione.

Gigliotti: 7 Si è velocizzato molto e, cosa non scontata, dimostra di tenere alla maglia. Bravo.

Mogos: 8 Giocatore che sta tornando ai livelli di inizio campionato dopo la parentesi Arpili. Fa parte di un 532 ma non disdegna grandi sgroppate.

Pinto: 7 Tecnica approssimativa, ma agonismo straripante e prezioso. Non sarà facile togliergli la maglia.

Addae: 7 Chiedere ad una donna se ama un mandingo per la sua intelligenza è stupido. Ma il sui wattaggio è sempre di grande livello.

Buzzegoli: 7 Il goal gli regala un punto in più. Ma è fedele alla causa. Ha un tipo di corsa che lo limita parecchio e che alla fine quasi lo azzera.

Martinho 6 Non sta bene e si vede. Sembra affetto da mononucleosi. Anche il colore pallido è evidente. Ogni giudizio va sospeso perché se questo ritrova un minimo di enzimi per digerire sarà un altro discorso.

Varela 8,5 Questo è un giocatore che nel gioco medievale di Cosmi si distingue. Sa trattare la palla, ma marca con grande efficacia era da 4-5 partite che tendeva a straripare. Il passaggio a Buzzegoli in occasione del goal non è banale, anzi calibrato e della serie tiè divertiti. Unico problema. Non ride e sembra anzi è in lutto.

Monachello 6 Poco incisivo ma corre tanto. Tuttavia non mi sembra insostituibile. Sbaglia un tiro molto malamente nel primo tempo.

Clemenza 8 dite quello che volete. Per me questo è un top player. Gioca al 5 per cento delle potenzialità ma sono sufficienti per capire la classe immensa di questo ragazzo. Io non ho dubbi. Punta centrale tutta la vita.

D'Urso 6 si incaponisce in controlli un Po persistenti ma è utile alla causa

De Sanctis sv

Cosmi 8 gioco medievale ma vivaddio il pollo lo mangiavano arrosto già nel quattrocento e il minestrone pure. È un calcio antico, teatrale, da palcoscenico pronti a raccogliere applausi da menestrello. Ma alla fine chi se ne fotte? Grande Cosmi.

Avatar utente
pikioboy
Messaggi: 4028
Iscritto il: lunedì 3 settembre 2007, 11:55
Settore Stadio: Curva Sud
Contatta:

Re: VOTI ASCOLI - BARI

Messaggio da pikioboy » giovedì 29 marzo 2018, 11:25

Agazzi 7
Mengoni 7,5
Padella 7
Gigliotti 6,5
Mogos 6,5
Pinto 7
Buzzegoli 7
Addae 6,5
Martinho 6
Varela 6,5
Monachello 6,5

D'urso 6,5
Clemenza 6,5
De Santis 6

Cosmi 8
-41

"I tifosi hanno continuato a incitare la squadra che perde 4a0; Bravi davvero i tifosi dell'Ascoli, sembra quasi stiano vincendo 4a0. Un pubblico eccezionale che sa che deve incitare i propri giocatori e lo sta facendo ancora ora con un grande spettacolo e un grande colpo d'occhio."(Giovani Scaramuzzino, Tutto il calcio minuto per minuto, 26/3/11)
Paulista ha scritto: In generale, io invece di sbraitare dieci giorni di fila contro Maresca, mi tengo le bestemmie in serbo se non vedo un mercato degno dei soldi incassati con Orsolini e che probabilmente incasseremo con Favilli. Allora si che mi girano le palle.

Avatar utente
AUGUSTUS REX
Messaggi: 4346
Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 11:08
Settore Stadio: Distinti
Località: Li Callare

Re: VOTI ASCOLI - BARI

Messaggio da AUGUSTUS REX » giovedì 29 marzo 2018, 12:22

Goro7 ha scritto:
mercoledì 28 marzo 2018, 23:57
LE PAGELLE IGNORANTI. Visto che tra una cazzata e l'altra pare che portino fortuna, prendetevi questa sacrosanta dose di put####### e festeggiatene tutti.

Agazzi 7. Giaretta, te se potesse cascà tutti li capelli per quante cazzate si fatto, ma per questo acquisto meriteresti un bacio in bocca dal miglior Vladimir Luxuria. Partita sontuosa, eccezion fatta per cinque minuti alla mezzora della ripresa in cui lo spirito di Lanni prova ad impossessarsi di lui; intuita la presenza del maligno, però, il portiere se ne libera con una bestemmia di proporzioni bibliche che lo colloca di fatto nella "hall of fame" delle Bestie di Satana. INDEMONIATO

Padella 6,5. quando ti guarda "storto" e con la coda dell'occhio, questo giocatore sarebbe capace di mettere in fuga persino la gang di Mogos; sui calci d'angolo marca così stretto che la camicia di Bellini in confronto è di una taglia di troppo, ma la gioia con cui abbraccia gli avversari in area prendendoli per il collo ne denota le chiare origini vampiresche. E d'altronde, gli occhi azzurri non mentono. TWILIGHT.

Mengoni 8. Il suo recupero è la cosa più determinante avvenuta su questo pianeta nell'ultimo quinquennio dopo la scoperta delle foto nude di Diletta Leotta; ogni pallone che passa dalle sue parti decide autonomamente di allontanarsi pur di non venire sfiorato da quei piedacci ignoranti come i tatuaggi di Mogos. Nel primo tempo scherza con Nené, quando invece vede entrare Kozak capisce che è il caso di indossare le scarpe chiodate ed al primo pestone il gigante ceco diventa anche monco mostrando così in che modo ha avuto origine il monopodalico Giorgio Chiellini.

Gigliotti 6. Deficita nei contrasti, deficita nei colpi di testa e deficita nell'uno contro uno... in poche parole è un deficiente. Scherzi a parte, gioca la partita onesta di chi a Bestia bussa solo con l'asso, restituendo all'avversario l'unico anticipo riuscito pur di non prendere la sufficienza; il modo ed il tempismo con cui allontana la palla dall'area piccola nel concitato assalto finale dei galletti gli costa però la reputazione perché da solo vale la sufficienza piena e la sua firmetta (piccoletta eh...) sui tre punti. MARTIRE.

Mogos 6,5. Vedendo la fascia destra presidiata dal duo Mogos - Addae la 'ndrangheta ha rinunciato ad inserirsi nel capoluogo piceno; vederli fraseggiare, poi è pura POESIA. I loro tocchi di prima a scambiarsi la sfera sembrano più affini al lancio dei coltelli che non al gioco del calcio, ma nel finale salva un azione pericolosissima in area soffiando palla a Iocolano senza commettere fallo e questo, da solo, basta a dimostrare scientificamente l'esistenza di Dio. ROBERT LANGDON.

Addae 6. Nelle mille partite in cui è risultato decisivo gli è sempre stato riconosciuto il grande merito di essere determinante; oggi, però, dal profondo del cuore, mi sale un laconico "la fregna de mojeta" per tutte le volte che ha tentato di rimettere in gioco i baresi con appoggi ai limiti dell'arresto (volendomene dimenticare qualcuno per essere suo complice ne conto solo tre). A fine gara, dopo un prodigioso recupero di palla a centrocampo, il telecronista pronuncia un "Addae ragiona..." dando così origine al più meraviglioso ossimoro di tutti i tempi. Ciononostante, la scena in cui al 92' è a terra dolorante sulla linea del centrocampo, e dopo uno sguardo di Cosmi in 12 millesimi di secondo si teletrasporta in area ad ampie falcate per decapitare a colpi di machete chiunque si avvicini dalle parti di Agazzi vale da sola il prezzo del biglietto. MIRACOLATO.

Buzzegoli 6,5. Il piglio con cui inizia la partita evidenzia la sua straordinaria condizione atletica, mostrando a tutti di avere finalmente 12 minuti nelle gambe; il gol è una perla balistica di rara bellezza, la successiva corsa verso la panchina a cercare disperatamente la maglia di Carpani gli costa però tutte le energie residue e la sua partita finisce lì. EIACULAZIONE PRECOCE.

Martin(h)o 5. La mossa di Cosmi di metterlo mezzala somiglia tanto a quella dell'allenatore di Terza Categoria che deve per forza far giocare il figlio del presidente e pur di non lasciarlo in panchina gli trova posto "mettendolo dove po' fa meno danni possibili". Talmente lento da anticiparsi da solo, è utilissimo alla squadra per testare il centrocampo a due. Cosmi alla vigilia aveva dichiarato "Martin(h)o sta meglio..." ma la frettolosità di un Marco Amabili troppo lesto a spegnere il microfono ne tronca a metà la frase completa, che era ""Martin(h)o sta meglio... de mi nonna". RI(DE)GENERATO.

D'Urso 5. Nell'area predisposta al riscaldamento a bordo campo si era giocato tutta la sua paghetta con Ganz scommettendo di riuscire a sbagliare tutti i palloni che avrebbe toccato; SimoneAndrea, ingenuo, lo sopravvaluta e abbocca alla trappola. La dovizia con cui "il De Rossi del futuro" porta a termine il suo piano diabolico è disarmante, al punto che Cosmi lo rimette in piedi al volo dopo un fallo per paura che la vicinanza con la panchina lo riporti ai tempi senza pensieri della Nazionale Under 20.

Pinto 8. Più arrapante del video porno di Belen, se Martin(h)o è brasiliano non vedo perché costui, anziché Giovanni, non potremmo chiamarlo Joao. Dopo il triennale a De Feo non so cosa aspetti Giaretta a contrattualizzare a vita questo giocatore pazzesco, più che un terzino oserei definirlo UN AMULETO. Accusa un infortunio al polpaccio ma Cosmi lo lascia in campo con una gamba sola per dimostrare che quando si è di un altro pianeta si può fare la differenza in qualsiasi condizione. Henderson nel finale prova a spingerlo fuori dal campo ma lui, col tipico accento alla "Pio e Amedeo", gli rivela che per avere la sua maglia c'è da aspettare il triplice fischio (ed una lauta mazzetta). JOAO PINTO.

De Santis N.G. (No Gigliotti). Il suo ingresso è determinante perché serve a due cose fondamentali nel convulso finale di gara: tributare la doverosa standing ovation a Pinto ed allontanare il più possibile Gigliotti dall'area di rigore. DECISIVO.

Varela 6,5. L sua capacità straodinaria di distribuire calcioni a tutti facendosi puntualmente malissimo mi ricorda gli innumerevoli avversari delle scazzottate di Bud Spencer; una volta ha provato a far male a Clemenza in un contrasto, uscendone stordito per la supremazia fisica del talentino scuola juventus (volutamente lettera piccola). Eppure, quando accarezza la palla, è un piacere vederlo, più o meno come il culo di Melissa Satta. PANZER.

Clemenza 6,5. La staffetta Varela-Clemenza somiglia tanto a quella dei chierichetti della Chiesa che si alternano nel servire messa; facce pulite da bimbi per bene, salvo poi nascondere la palla come i chierichetti di cui sopra quando rubano le monetine dal cestino delle offerte. Finché poi quelle monetine non finiscono nelle mani di Mogos, e la serata se ne va subito "a put#######"... BIMBO IMPERTINENTE.

Monachello 6,5. Ogni volta che un lancio lungo finisce dalle sue parti, il difensore casca per terra senza che l'arbitro possa fischiare fallo. Praticamente, il contrario di quanto accadeva con Perez. Ma a pensarci bene Monachello sa anche stoppare il pallone. Però il fatto che Monachello sia un mancino naturale rende a Perez il giusto onore di essere più forte con il destro. Scherzi a parte Gaetanino, prima o poi ti arriverà anche qualche pallone giocabile. FACCIA DA BULLO.

Cosmi 6,5. Oh, finalmente il bel gioco. Cioè no, scherzavo. Ma sai che te dico caro Serse, che del bel gioco me ne sbatto le palle. Sogna vence, e questo spirito è quello giusto. Certo, a volte potresti essere anche meno plateale nel farti vedere dalla tribuna o dalle telecamere, ma finché i risultati sono questi per me puoi anche girare nudo per piazza Arringo convincendo tutti che in realtà sei "l'uomo roccia" dei Fantastici 4. ATTORE.
Brillante disamina che mi ha strappato qualche sorriso (cosa sufficientemente rara di questi tempi). Non concordo sul voto ad Addae e D'Urso. Il primo ha finalmente reindossato gli stivaletti a molla di Paperinik prendendole tutte di testa e facendo argine in modo valido; certo che se uno si aspetta la giocata di fino....Riguardo il secondo, è riuscito a tenere palla in diversi frangenti, cosa impossibile sino a quel momento visto il pressing asfissiante del Bari, contribuendo a far scorrere le lancette dell'orologio; ma, soprattutto, mi è piaciuta la raja con cui è entrato in campo, senza risparmiarsi con un atteggiamento molto aggressivo che ho apprezzato. La sufficienza gliel'avrei data.
Augustus Rex

Avatar utente
Goro7
Messaggi: 2165
Iscritto il: lunedì 31 agosto 2009, 21:22
Settore Stadio: Curva Sud

Re: VOTI ASCOLI - BARI

Messaggio da Goro7 » giovedì 29 marzo 2018, 12:34

AUGUSTUS REX ha scritto:
giovedì 29 marzo 2018, 12:22
Brillante disamina che mi ha strappato qualche sorriso (cosa sufficientemente rara di questi tempi). Non concordo sul voto ad Addae e D'Urso. Il primo ha finalmente reindossato gli stivaletti a molla di Paperinik prendendole tutte di testa e facendo argine in modo valido; certo che se uno si aspetta la giocata di fino....Riguardo il secondo, è riuscito a tenere palla in diversi frangenti, cosa impossibile sino a quel momento visto il pressing asfissiante del Bari, contribuendo a far scorrere le lancette dell'orologio; ma, soprattutto, mi è piaciuta la raja con cui è entrato in campo, senza risparmiarsi con un atteggiamento molto aggressivo che ho apprezzato. La sufficienza gliel'avrei data.
Ci sta Augustus, altroché se ci sta, spesso l'adrenalina del post partita porta a scrivere di getto ed anche a sbagliare, peraltro l'idea di queste pagelle è prevalentemente quella di riderci su, nel bene e nel male.
Su Addae sfondi una porta aperta, la sufficienza è quasi garantita anche solo per l'atteggiamento costantemente messo in campo; ieri mi è piaciuto meno di altre volte nello sbagliare cose facili, tutto qua, nessuno pretende da lui (credo) giocate di fino ma il minimo sindacale per un centrocampista sì (minimo che peraltro Bright è in grado di garantire anche con una gamba sola). Su D'Urso invece riconosco di essere stato cattivo, ma le mie aspettative su questo giocatore sono altissime perché è dotato di tecnica non comune. Ieri non mi ha entusiasmato affatto, da lui sicuramente possiamo aspettarci molto di più sotto il profilo della lucidità e del fraseggio. Cmq semo vinto, quello conta!
:nfive: :wink:
"Il pubblico mi commuove in maniera particolare. Quando ascolto l'incitamento collettivo di duemila e più voci, quando vedo i tifosi urlare e cantare tutta la loro passione un nodo mi percorre la gola." Costantino Rozzi

Avatar utente
Picchio Ole'
Messaggi: 1840
Iscritto il: mercoledì 2 luglio 2014, 23:17
Settore Stadio: Curva Sud

Re: VOTI ASCOLI - BARI

Messaggio da Picchio Ole' » giovedì 29 marzo 2018, 13:37

Grazie a Goro per l'ironia che mette nel fare le pagelle che per altro portano pure bene. Aggiungo solo l'importanza di Agazzi , portiere che in carriera ha avuto meno di quello che meritava. Sperando pure che Ivan Lanni torni ad essere la saracinesca di qualche tempo fa
COSTANTINO guidaci dall'alto!!

pikkio75
Messaggi: 1469
Iscritto il: mercoledì 16 maggio 2012, 22:51
Settore Stadio: Curva Sud

Re: VOTI ASCOLI - BARI

Messaggio da pikkio75 » giovedì 29 marzo 2018, 13:40

AGAZZI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! un portiere che esce è mezza difesa!!!!!!!!!!!! 7,5

Avatar utente
Pampali
Presidente
Messaggi: 6292
Iscritto il: domenica 6 novembre 2005, 13:06
Settore Stadio: SKY

Re: VOTI ASCOLI - BARI

Messaggio da Pampali » giovedì 29 marzo 2018, 13:45

Picchio Ole' ha scritto:
giovedì 29 marzo 2018, 13:37
Aggiungo solo l'importanza di Agazzi , portiere che in carriera ha avuto meno di quello che meritava
Si, però la sorte gli sta restituendo tutto tutto! Cavolo, è passato dalla panca a titolare dell'Ascoli :-D
"PAMPALI' JR"

MODERATORE "TIFOMETRO BIANCONERO"

:maglia: :bandiera2:

Avatar utente
Goro7
Messaggi: 2165
Iscritto il: lunedì 31 agosto 2009, 21:22
Settore Stadio: Curva Sud

Re: VOTI ASCOLI - BARI

Messaggio da Goro7 » giovedì 29 marzo 2018, 14:00

Pampali ha scritto:
giovedì 29 marzo 2018, 13:45
Si, però la sorte gli sta restituendo tutto tutto! Cavolo, è passato dalla panca a titolare dell'Ascoli :-D
Credo si stia rendendo perfettamente conto del privilegio che ha avuto e che ha, e lo sta sfruttando al meglio. Onore a lui che si è fatto trovare prontissimo, ieri nell'intervista di fine gara pareva quasi emozionato.
"Il pubblico mi commuove in maniera particolare. Quando ascolto l'incitamento collettivo di duemila e più voci, quando vedo i tifosi urlare e cantare tutta la loro passione un nodo mi percorre la gola." Costantino Rozzi

Avatar utente
obn
Messaggi: 2533
Iscritto il: martedì 9 marzo 2010, 13:57

Re: VOTI ASCOLI - BARI

Messaggio da obn » giovedì 29 marzo 2018, 15:25

AUGUSTUS REX ha scritto:
giovedì 29 marzo 2018, 12:22
Brillante disamina che mi ha strappato qualche sorriso (cosa sufficientemente rara di questi tempi). Non concordo sul voto ad Addae e D'Urso. Il primo ha finalmente reindossato gli stivaletti a molla di Paperinik prendendole tutte di testa e facendo argine in modo valido; certo che se uno si aspetta la giocata di fino....Riguardo il secondo, è riuscito a tenere palla in diversi frangenti, cosa impossibile sino a quel momento visto il pressing asfissiante del Bari, contribuendo a far scorrere le lancette dell'orologio; ma, soprattutto, mi è piaciuta la raja con cui è entrato in campo, senza risparmiarsi con un atteggiamento molto aggressivo che ho apprezzato. La sufficienza gliel'avrei data.
:okyy: :coolguy:

e :okyy:
anche alla precisazione di Goro7 (che non so quotare :mrgreen: )

Avatar utente
obn
Messaggi: 2533
Iscritto il: martedì 9 marzo 2010, 13:57

Re: VOTI ASCOLI - BARI

Messaggio da obn » giovedì 29 marzo 2018, 15:26

tozzi ha scritto:
giovedì 29 marzo 2018, 0:43
Pinto 8 Se in campo cacci le palle dei già un campion
:okyy:
al cambio standing ovation meritatissima per lui...

CiccioAscoli
Messaggi: 420
Iscritto il: lunedì 28 luglio 2014, 17:57
Settore Stadio: Uebcronaca
Località: Londra

Re: VOTI ASCOLI - BARI

Messaggio da CiccioAscoli » giovedì 29 marzo 2018, 18:31

La cosa che mi ha piu' entusiasmato della partita di ieri e' stato l'atteggiamento battagliero della squadra nel secondo tempo. per come l'ho vista io abbiamo giocato meglio nel secondo tempo che nel primo, una cosa che non si vedeva da secoli!
E poi i primi due cambi di Serse hanno fatto la differenza, Martinho era scomparso, mentre D'Urso e Clemenza (soprattutto questo) hanno portato energia, velocita' e con le ripartenze hanno dato fastidio al Bari.
Ieri ho visto una squadra che ci ha creduto fino alla fine. Avanti cosi'!!!

Rispondi