Video Cosmi, Grassadonia, Castiglia e Gozzi post Pro Vercelli-Ascoli 2-0

On line dal 1999. Per parlare dell'Ascoli Calcio.

Moderatori: Moderatori, Moderatore Plus

Avatar utente
tozzi
Moderatore
Messaggi: 26947
Iscritto il: domenica 6 luglio 2008, 7:55
Settore Stadio: Curva Sud
Località: Lecce

Re: Video Cosmi, Grassadonia, Castiglia e Gozzi post Pro Vercelli-Ascoli 2-0

Messaggio da tozzi » sabato 27 gennaio 2018, 22:08

Piceno ha scritto:
sabato 27 gennaio 2018, 21:39
...più che abbattuto, mi è sembrato si sentisse "tradito" dalla squadra.
Se uno avesse visto solo sta partita, avrebbe l'impressione netta che la squadra abbia voluto scaricare l'allenatore...cosa assurda, lo so, ma gli estremi per pensarlo ci stanno tutti...
Le prime due frasi ho pensato che si stesse dimettendo, Poi per fortuna ha parlato del dopo.
"L'Ascoli è capace di grandi cose. Rende intimi amici persone che, senza l'Ascoli, normalmente si sarebbero magari solo conosciute, dei fratelli persone che eppure, senza l'Ascoli, le cui strade si sarebbero magari solo sfiorate. Dei consanguinei bianconeri, potremmo chiamarli, persone apparentemente che sono di estrazione sociale e culturale diversa, di dialetti diversi. Che, senza l'Ascoli, si sarebbero potuti incrociare probabilmente solo in un autogrill o in un supermercato, tutti invece animati da una delle grandi passioni della loro vita, se non la più grande, l'Ascoli calcio" (Costantino Rozzi, 12 Maggio 1989).

Avatar utente
Piceno
Messaggi: 1996
Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 16:11
Settore Stadio: Curva Sud
Località: Piazza del Popolo

Re: Video Cosmi, Grassadonia, Castiglia e Gozzi post Pro Vercelli-Ascoli 2-0

Messaggio da Piceno » sabato 27 gennaio 2018, 22:21

tozzi ha scritto:
sabato 27 gennaio 2018, 22:08
Le prime due frasi ho pensato che si stesse dimettendo, Poi per fortuna ha parlato del dopo.
Che ne possiamo sapere se davvero non abbia pensato di dimettersi...ma che poi sia stato "convinto" dalla società a restare (c'erano sia Cardinaletti che Giaretta a Vercelli), da qui il ritiro...
Comunque se molla Cosmi, si sfascia tutto...
LA NOSTRA FEDE NON FALLIRA' MAI !!!

Avatar utente
tozzi
Moderatore
Messaggi: 26947
Iscritto il: domenica 6 luglio 2008, 7:55
Settore Stadio: Curva Sud
Località: Lecce

Re: Video Cosmi, Grassadonia, Castiglia e Gozzi post Pro Vercelli-Ascoli 2-0

Messaggio da tozzi » sabato 27 gennaio 2018, 22:35

Piceno ha scritto:
sabato 27 gennaio 2018, 22:21
Che ne possiamo sapere se davvero non abbia pensato di dimettersi...ma che poi sia stato "convinto" dalla società a restare (c'erano sia Cardinaletti che Giaretta a Vercelli), da qui il ritiro...
Comunque se molla Cosmi, si sfascia tutto...
Beh se mollasse sarebbe lui a tradire noi. Non sarebbe da Cosmi. Io da domani lo rivoglio cazzuto e soprattutto vorrei che quella forza della disperazione portata a Brescia venisse ritrovata da tutti. Qua dopo quella vittoria e i rinforzi in troppi noi compresi si è ragionato come se la salvezza fosse diventata una formalità.
"L'Ascoli è capace di grandi cose. Rende intimi amici persone che, senza l'Ascoli, normalmente si sarebbero magari solo conosciute, dei fratelli persone che eppure, senza l'Ascoli, le cui strade si sarebbero magari solo sfiorate. Dei consanguinei bianconeri, potremmo chiamarli, persone apparentemente che sono di estrazione sociale e culturale diversa, di dialetti diversi. Che, senza l'Ascoli, si sarebbero potuti incrociare probabilmente solo in un autogrill o in un supermercato, tutti invece animati da una delle grandi passioni della loro vita, se non la più grande, l'Ascoli calcio" (Costantino Rozzi, 12 Maggio 1989).

Oetzi
Messaggi: 807
Iscritto il: lunedì 6 marzo 2017, 23:12
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Video Cosmi, Grassadonia, Castiglia e Gozzi post Pro Vercelli-Ascoli 2-0

Messaggio da Oetzi » domenica 28 gennaio 2018, 0:04

tozzi ha scritto:
sabato 27 gennaio 2018, 22:35
Beh se mollasse sarebbe lui a tradire noi. Non sarebbe da Cosmi. Io da domani lo rivoglio cazzuto e soprattutto vorrei che quella forza della disperazione portata a Brescia venisse ritrovata da tutti. Qua dopo quella vittoria e i rinforzi in troppi noi compresi si è ragionato come se la salvezza fosse diventata una formalità.
Esatto. Invece è un percorso duro, molto duro. Però possibile. NON CI SI DEVE ABBATTERE. Lavorare lavorare, lavorare.

Rispondi