Solo 3 punti da recuperare!!! Fuori chi non lotta e ripartire.

On line dal 1999. Per parlare dell'Ascoli Calcio.

Moderatori: Moderatori, Moderatore Plus

Avatar utente
GREZZO
Messaggi: 18000
Iscritto il: lunedì 22 maggio 2006, 18:10
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Solo 5 punti da recuperare!!! Fuori chi non lotta e ripartire.

Messaggio da GREZZO » domenica 18 febbraio 2018, 20:49

missi ha scritto:
domenica 18 febbraio 2018, 20:21
Perfavore non mi fate incazzare qualcuno qui dentro parlava di rosa pronta per la serie A...Il progetto è stata una caca ta ma qualcuno parlava di serie A.Non fate i fenomeni oggi abbiamo creato 5 occasioni limpide da gol come non mai e se avrssimo avito piu fortuna potevamo creargli dei problemi la veritá é una sola ad oggi Cosmi può provare a raggiungere i play out mettendo da parte un giocatore inutile come Buzzegoli e mettere in campo gente giovane eatleticamente piu dianamico come kanutè.Centrocampo operaio kanutè addae carpani o martino esterni di gamba baldini mogos mignanelli e battaglia..
Sabato per noi sarà una finale....
Ma ora non è tempo di processi tifare e basta.
Questa è na squadra che in una stagione diversa te po' arriva tra le prime 4 a occhi chiusi altro che cazzi. Il problema di questa squadra paradossalmente è che è una squadra talmente tecnica che non ha proprio le caratteristiche fisiche e psicologiche per accollarsi la battaglia della salvezza. Purtroppo è questo il problema.
Quanti gol abbiamo fatto su palla inattiva?
Purtroppo il paradosso è che la squadra oggi è talmente tecnica (e forte Tecnicamente) che mi rendo conto che un Allenatore non può fare altre che costruire moduli in base a tutto questo. Quello che voglio dire è che quando non avevamo mezza squadra e giocavamo con le "scartine" e senza riserve e cioè i Florio senza minutaggio i Perez con una gamba sola, i Santini i Pinto e roba varia.......tu scendevi in campo col VELENO di chi è inferiore ma mette la ferocia in campo e gioca un calcio sporco come la me rda..........si difende sputa sangue e prova a sfruttare magari l'unica occasione in contropiede...........e andavi a punti, punti feroci.
Appena hai fatto il carico tecnico di giocatori che indubbiamente hanno grandi qualità tecniche hai recuperato la squadra tecnica e vai in giro per l'Italia a fare la partita giocando il più pulito possibile. Il problema è che hai una condizione di classifica dove non puoi permettertelo.
Eppure io ricordo un Trapani ziolatro che qui venne a fare un Catenaccio allucinante e che giocò sempre il campionato per non prenderle e punire di rimessa. L'Ascoli di Avellino e Brescia gli assomigliava tanto.
........ma rimango dell'opinione che una volta braccata la preda la devi sbranare, e non fartela scappare all'ultimo........by Zebro'

Lesson n° 2: SCANZETEVE!!! by Zebrò

"Il passato non lo puoi più cambiare, il futuro lo puoi cambiare" By Francesco Bellini

Avatar utente
tozzi
Moderatore
Messaggi: 27355
Iscritto il: domenica 6 luglio 2008, 7:55
Settore Stadio: Curva Sud
Località: Lecce

Re: Solo 5 punti da recuperare!!! Fuori chi non lotta e ripartire.

Messaggio da tozzi » domenica 18 febbraio 2018, 20:54

GREZZO ha scritto:
domenica 18 febbraio 2018, 20:49
Questa è na squadra che in una stagione diversa te po' arriva tra le prime 4 a occhi chiusi altro che cazzi. Il problema di questa squadra paradossalmente è che è una squadra talmente tecnica che non ha proprio le caratteristiche fisiche e psicologiche per accollarsi la battaglia della salvezza. Purtroppo è questo il problema.
Quanti gol abbiamo fatto su palla inattiva?
Purtroppo il paradosso è che la squadra oggi è talmente tecnica (e forte Tecnicamente) che mi rendo conto che un Allenatore non può fare altre che costruire moduli in base a tutto questo. Quello che voglio dire è che quando non avevamo mezza squadra e giocavamo con le "scartine" e senza riserve e cioè i Florio senza minutaggio i Perez con una gamba sola, i Santini i Pinto e roba varia.......tu scendevi in campo col VELENO di chi è inferiore ma mette la ferocia in campo e gioca un calcio sporco come la me rda..........si difende sputa sangue e prova a sfruttare magari l'unica occasione in contropiede...........e andavi a punti, punti feroci.
Appena hai fatto il carico tecnico di giocatori che indubbiamente hanno grandi qualità tecniche hai recuperato la squadra tecnica e vai in giro per l'Italia a fare la partita giocando il più pulito possibile. Il problema è che hai una condizione di classifica dove non puoi permettertelo.
Eppure io ricordo un Trapani ziolatro che qui venne a fare un Catenaccio allucinante e che giocò sempre il campionato per non prenderle e punire di rimessa. L'Ascoli di Avellino e Brescia gli assomigliava tanto.
Analisi impeccabile.
"L'Ascoli è capace di grandi cose. Rende intimi amici persone che, senza l'Ascoli, normalmente si sarebbero magari solo conosciute, dei fratelli persone che eppure, senza l'Ascoli, le cui strade si sarebbero magari solo sfiorate. Dei consanguinei bianconeri, potremmo chiamarli, persone apparentemente che sono di estrazione sociale e culturale diversa, di dialetti diversi. Che, senza l'Ascoli, si sarebbero potuti incrociare probabilmente solo in un autogrill o in un supermercato, tutti invece animati da una delle grandi passioni della loro vita, se non la più grande, l'Ascoli calcio" (Costantino Rozzi, 12 Maggio 1989).

Oetzi
Messaggi: 954
Iscritto il: lunedì 6 marzo 2017, 23:12
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Solo 5 punti da recuperare!!! Fuori chi non lotta e ripartire.

Messaggio da Oetzi » domenica 18 febbraio 2018, 22:01

GREZZO ha scritto:
domenica 18 febbraio 2018, 20:49
Questa è na squadra che in una stagione diversa te po' arriva tra le prime 4 a occhi chiusi altro che cazzi. Il problema di questa squadra paradossalmente è che è una squadra talmente tecnica che non ha proprio le caratteristiche fisiche e psicologiche per accollarsi la battaglia della salvezza. Purtroppo è questo il problema.
Quanti gol abbiamo fatto su palla inattiva?
Purtroppo il paradosso è che la squadra oggi è talmente tecnica (e forte Tecnicamente) che mi rendo conto che un Allenatore non può fare altre che costruire moduli in base a tutto questo. Quello che voglio dire è che quando non avevamo mezza squadra e giocavamo con le "scartine" e senza riserve e cioè i Florio senza minutaggio i Perez con una gamba sola, i Santini i Pinto e roba varia.......tu scendevi in campo col VELENO di chi è inferiore ma mette la ferocia in campo e gioca un calcio sporco come la me rda..........si difende sputa sangue e prova a sfruttare magari l'unica occasione in contropiede...........e andavi a punti, punti feroci.
Appena hai fatto il carico tecnico di giocatori che indubbiamente hanno grandi qualità tecniche hai recuperato la squadra tecnica e vai in giro per l'Italia a fare la partita giocando il più pulito possibile. Il problema è che hai una condizione di classifica dove non puoi permettertelo.
Eppure io ricordo un Trapani ziolatro che qui venne a fare un Catenaccio allucinante e che giocò sempre il campionato per non prenderle e punire di rimessa. L'Ascoli di Avellino e Brescia gli assomigliava tanto.
Sarà tecnica ma a rotazione una cazzata a testa la fanno tutti.

Avatar utente
tozzi
Moderatore
Messaggi: 27355
Iscritto il: domenica 6 luglio 2008, 7:55
Settore Stadio: Curva Sud
Località: Lecce

Re: Solo 5 punti da recuperare!!! Fuori chi non lotta e ripartire.

Messaggio da tozzi » lunedì 19 febbraio 2018, 8:26

Una notte insonne può alimentare gli incubi o portare consiglio. In una situazione come questa, in cui la via d’uscita sta diventando un pertugio, ogni forma di reazione è comprensibile. Sia quella che esprime prevalentemente negatività e rabbia, contribuendo a deprimere l’ambiente, sia quella che dà la sensazione di nascondere o ignorare i problemi, che può avere pari carica negativa, perché a sua volta esaspera gli animi e viene scambiata per rassegnazione e assenza di reazione. Io ieri mi sono iscritto sicuramente alla prima schiera, come i più fra noi. Ma ora voglio provare a ripartire, innanzi tutto, dai timidi coni di luce visti nel pomeriggio del Matusa.
Il primo è dato dalla ritrovata compattezza dei 391 presenti, che hanno voluto guardare oltre le divisioni, oltre l’assurda cifra di 25 euro per un tagliando di settore ospiti, oltre il momento negativo, e crederci comunque, mandare al mondo il segnale di un popolo che non si arrende. Le lacerazioni lasciano strascichi e amarezza, creano nell’immediato un risentimento di intensità proporzionale alla forza del legame che unisce, quell’Ascoli che, come diceva il Presidentissimo, rende intimi amici persone di diversa estrazione che altrimenti non si sarebbero conosciute. Nessuno però si illuda che l’Ascoli ne possa risultare indebolito, perché quando meno te lo aspetti il popolo bianconero te lo ritrovi lì, fiero e unito nelle comuni battaglie, capace di ritrovarsi con un solo sguardo e consapevole degli insegnamenti del proprio indimenticato condottiero. È già successo: chi aspetta il tramonto dell’Ascoli si metta il cuore in pace.
Sul campo, come anche l’allenatore ha evidenziato, di buono c’è aver scoperto un ragazzo che potrà darci una grossa mano, nel reparto dove fino a oggi si sono manifestate non poche carenze strutturali. Non dovremo chiedere miracoli a un ventenne, ma tener conto che le alternative ai titolari ci sono. Chissà che non ne guadagni il rendimento di alcuni senatori. E poi ancora: Mignanelli è rientrato, probabilmente col Cesena sarà pronto a giocare dal primo minuto. Significa che sul lato sinistro avrai un giocatore nel suo ruolo. Da che è arrivato Cosmi non è mai accaduto, se non quando si è stati costretti a ricorrere a Pinto.
Un’ultima cosa. Ieri la rabbia mi ha fatto pensare di tutto contro qualche nostro giocatore. Non sono stato il solo. È sacrosanto pretendere di più da chi rappresenta la nostra passione e indossa una maglia che appartiene a noi soltanto. Ora però a questi ragazzi dobbiamo stare vicino. Se abbiamo l’impressione che alcuni non stiano dando il massimo, dobbiamo sapere che questa è la lettura più comoda per noi, perché ci offre un paio di colpevoli su cui sfogare tanta rabbia accumulata nei mesi passati. Ma non ci porta da nessuna parte. Se davvero non ci fosse la voglia, allora saremmo comunque spacciati. Se così non è, il poco che possiamo fare, nel nostro piccolo, è creare le condizioni perché ci si possa rialzare con loro, con ciascuno di loro. In fondo abbiamo perso due partite in fila contro le due squadre che sono in testa alla classifica. Ci poteva stare. Forse le abbiamo perse senza lottare abbastanza. O forse siamo noi, io prima d’ogni altro e non è un modo di dire, che non volevamo accettare di trovarci in quella posizione, e ingenuamente abbiamo pensato che si potesse d’incanto ribaltare una classifica negativa contro due colossi. Il Cesena però non è un colosso. Il Cesena possiamo e dobbiamo batterlo, come già abbiamo fatto all’andata. Il Cesena ha due grandi personaggi cui siamo rimasti legati, ma sabato non c’è spazio per pensare a loro. Sabato dobbiamo vincere per il nostro Ascoli. Forza Picchio.
"L'Ascoli è capace di grandi cose. Rende intimi amici persone che, senza l'Ascoli, normalmente si sarebbero magari solo conosciute, dei fratelli persone che eppure, senza l'Ascoli, le cui strade si sarebbero magari solo sfiorate. Dei consanguinei bianconeri, potremmo chiamarli, persone apparentemente che sono di estrazione sociale e culturale diversa, di dialetti diversi. Che, senza l'Ascoli, si sarebbero potuti incrociare probabilmente solo in un autogrill o in un supermercato, tutti invece animati da una delle grandi passioni della loro vita, se non la più grande, l'Ascoli calcio" (Costantino Rozzi, 12 Maggio 1989).

Avatar utente
obn
Messaggi: 2407
Iscritto il: martedì 9 marzo 2010, 13:57

Re: Solo 5 punti da recuperare!!! Fuori chi non lotta e ripartire.

Messaggio da obn » lunedì 19 febbraio 2018, 8:53

Tutto giusto Toz, però è anche giusto considerare che ormai la salvezza diretta è quasi totalmente compromessa per le prime cinque partite del girone d'andata e per un mercato di rafforzamento che tale non è stato (o non lo è stato nella misura dovuta). E' anche giusto considerare che obiettivamente alcuni giocatori non sono in grado di dare un apporto positivo alla situazione e sarebbe meglio che finissero direttamente in tribuna senza neanche passare per la panchina (i nomi non li faccio per carità di patria, ma sono facilmente individuabili). E' anche giusto considerare che Cosmi deve misurare meglio le parole ("la partita migliore" una partita persa 2 a 0... la partita migliore nelle nostre condizioni è quella che vinci... anche con una botta di fortuna ... e poi il continuo riferimento all'ambiente che sembra un'autopromozione quando invece ci vorrebbe un po' di sana autocritica) e soprattutto deve ponderare meglio le decisioni riguardo alla gestione tecnica (alcune soluzioni ci ha messo un po' troppo tempo a trovarle... se le ha trovate; io spero di sì e che non abbia ripensamenti). Le questioni societarie (che sono le più grandi) non le affronto ora, lasciandole in stand by per un momento più opportuno.
Tutto questo considerato, è esattamente come dici tu: col Cesena fino al triplice fischio tutto l'insieme (allenatore, tifosi, squadra) deve rendere al massimo perché non c'è alternativa credibile alla vittoria.
NON SI MOLLA DI UN CENTIMETRO!
Forza Picchio

Avatar utente
asculàchegghievuofà
Messaggi: 240
Iscritto il: venerdì 4 settembre 2015, 0:24
Settore Stadio: SKY

Re: Solo 5 punti da recuperare!!! Fuori chi non lotta e ripartire.

Messaggio da asculàchegghievuofà » lunedì 19 febbraio 2018, 9:16

Aò tecnica de che? È proprio lì che la squadra non arriva... poi ogni partita fa storia a sé: ti può pure capitare che con una botta di culo fai un gol allora ci metti la rabbia per difenderlo e magari la squadra avversaria, sulla carta più forte, va in bambola, e porti a casa il risultato, oppure come ieri quando gli avversari ti sovrastano "tecnicamente" e in bambola vai tu e ti magni pure un gol su calcio di rigore. Tecnica è sbagliare l'80 % dei passaggi, tecnica è stare mezz'ora a fa titic titoc sulla metà campo tua, davanti alla squadra avversaria che sta vincendo quindi ti controlla senza affondare (e quando lo fa rischi di beccarne un altro...), tecnica è quando il gioco ti si sposta sul centro destra e a sinistra ci sta Baldini (o chi per lui) che se pò apparecchià un tavolinetto e pijasse nu caffè senza nessuno de li nostri o de li loro che se lo caca? tecnica è quando gli avversari t'arriva sulla palla sempre prima, o te ve da rrete e te soffia lu pallò? Tecnica è quando gli avversari si difendo ordinatamente e tu non trovi il modo di scardinare allora arepasse arrete nella speranza che loro vengano avanti. Ma scusa una squadra che sta vincendo 2 a 0 vè avanti per fatte nu piacere? Una squadra che deve recuperare tende ad aprire il gioco, a fa allargà li difensori , ma se tu quanne fa lu passagge all'ala lo sbagli e lu fa corre 30 metri pe arrivà alla palla dove già è arrevate lu difensore loro... oppure ti affidi a Mogos, impeccabile sul piano fisico e dell'impegno, ma che purtroppo tanto tecnico non è... quanne può riesci a fa nu cross nen se capisce dove va fenì, o tecnico è Buzzegoli che batte un calcio d'angolo rasoterra in un'area piena di difensori loro? Se la squadra è cuscì scombicchierata può corre e meccecà quante te pare, quello che rimedi è qualche ammonizione o qualche espulsione.
Il problema è che chi deve fa li gioco ne lu sa fa... Addae lu conosceme tutti: un dio a fermà gli avversari ma il massimo che po' fa è passà la palla al giocatore più vicino, fra Bianchi e Carpani non si sa chi è peggio: Bussegoli quello che gli si vuole far fare, non lo sa fare. Punto. inutile che ci giriamo intorno , non è un regista, non so se prima lo è stato e adesso non gliela fa più, ma ho i miei dubbi perché quello è un ruolo che lo puoi fare fino a 40 anni se lo sai fare. Allora quello è il primo problema, o si sostituisce (ma non saprei con chi) o si gioca senza regista. fai un 442 con Kanoutè e Addae al centro, o bisognerà inventarsi qualcos'altro...

luigi61
Messaggi: 9490
Iscritto il: lunedì 26 gennaio 2009, 18:59
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Solo 5 punti da recuperare!!! Fuori chi non lotta e ripartire.

Messaggio da luigi61 » lunedì 19 febbraio 2018, 9:42

A leggervi avete tutti ragione, chi per un verso chi per un altro, tutti.
Tutti stiamo cercando di trovare una soluzione, un appiglio, di fare una disamina la più lucida, pacata e sensata possibile.
Ma noi siamo da quest'altra parte, possiamo fare il nostro (come del resto, nella maggior parte dei casi, abbiamo sempre fatto) , ma quelli che devono fare il loro e a questo punto anche di più, stanno dall'altra. Ed è di quelli che dubito. Non perchè non hanno la voglia, o l'impegno o la lucidità, ma perchè proprio ho paura che quello che chiediamo noi e che servirebbe in questi casi per tirarsi fuori dalla melma, loro proprio non ce l'hanno. Ho paura che abbia ragione Grezzo, (e questo l'ho scritto ieri subito dopo la partita), questa squadra sembra una di quelle di metà classifica, che cerca di giocare mettendo in mostra le qualità tecniche che ha, cercando di giocare di fino, mettendoci tutta la flemma che ha in corpo, insomma giocano come quelli che non hanno l'assillo della classifica. E non è che sono imbecilli e non capiscono dove si trovano, ma proprio nel loro DNA non c'è stampata la parola "battaglia", quello che servirebbe in questi casi, usare non il fioretto, ma la sciabola, il machete Dio santo!!! Questa squadra quando è stata costruita, lo si è fatto per un (pseudo) allenatore che doveva giocare come l Barcellona, che aveva bisogno di giocatori tecnici non di "legnaiuoli".
Adesso ci troviamo nella situazione di aver bisogno di 11 legnaiuoli (e ne abbiamo a malapena un paio!!)ed è stato preso un allenatore che doveva fare anche questa "trasformazione", ma che purtroppo, in questo sta fallendo anche lui, perchè le magie non sempre riescono.
Detto questo, che è il mio pensiero "a caldo" e a "freddo", che fare? Mollare? Certo che no, pur se nel nostro intimo non ci nascondiamo dietro ad un dito, non si molla nulla, e speriamo sempre in qualche miracolo (a volte capitano!!), ma anche per fare i miracoli , una mano bisogna che la si dia. Speriamo che comincino da sabato!!
Agli stupidi non capita mai di pensare che il merito e la buona sorte sono strettamente correlati
Johann Wolfgang von Goethe

pikkio75
Messaggi: 1340
Iscritto il: mercoledì 16 maggio 2012, 22:51
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Solo 5 punti da recuperare!!! Fuori chi non lotta e ripartire.

Messaggio da pikkio75 » lunedì 19 febbraio 2018, 10:49

Ripeto il miracolo c'è già stato......non vinci in casa da ottobre e nonostante tutto sei ancora in gioco....nonostante sconfitte su sconfitte.......in teoria ti basterebbero due vittorie consecutive......in pratica fare almeno un partita decente........

Avatar utente
GREZZO
Messaggi: 18000
Iscritto il: lunedì 22 maggio 2006, 18:10
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Solo 5 punti da recuperare!!! Fuori chi non lotta e ripartire.

Messaggio da GREZZO » lunedì 19 febbraio 2018, 10:51

luigi61 ha scritto:
lunedì 19 febbraio 2018, 9:42
A leggervi avete tutti ragione, chi per un verso chi per un altro, tutti.
Tutti stiamo cercando di trovare una soluzione, un appiglio, di fare una disamina la più lucida, pacata e sensata possibile.
Ma noi siamo da quest'altra parte, possiamo fare il nostro (come del resto, nella maggior parte dei casi, abbiamo sempre fatto) , ma quelli che devono fare il loro e a questo punto anche di più, stanno dall'altra. Ed è di quelli che dubito. Non perchè non hanno la voglia, o l'impegno o la lucidità, ma perchè proprio ho paura che quello che chiediamo noi e che servirebbe in questi casi per tirarsi fuori dalla melma, loro proprio non ce l'hanno. Ho paura che abbia ragione Grezzo, (e questo l'ho scritto ieri subito dopo la partita), questa squadra sembra una di quelle di metà classifica, che cerca di giocare mettendo in mostra le qualità tecniche che ha, cercando di giocare di fino, mettendoci tutta la flemma che ha in corpo, insomma giocano come quelli che non hanno l'assillo della classifica. E non è che sono imbecilli e non capiscono dove si trovano, ma proprio nel loro DNA non c'è stampata la parola "battaglia", quello che servirebbe in questi casi, usare non il fioretto, ma la sciabola, il machete Dio santo!!! Questa squadra quando è stata costruita, lo si è fatto per un (pseudo) allenatore che doveva giocare come l Barcellona, che aveva bisogno di giocatori tecnici non di "legnaiuoli".
Adesso ci troviamo nella situazione di aver bisogno di 11 legnaiuoli (e ne abbiamo a malapena un paio!!)ed è stato preso un allenatore che doveva fare anche questa "trasformazione", ma che purtroppo, in questo sta fallendo anche lui, perchè le magie non sempre riescono.
Detto questo, che è il mio pensiero "a caldo" e a "freddo", che fare? Mollare? Certo che no, pur se nel nostro intimo non ci nascondiamo dietro ad un dito, non si molla nulla, e speriamo sempre in qualche miracolo (a volte capitano!!), ma anche per fare i miracoli , una mano bisogna che la si dia. Speriamo che comincino da sabato!!
COSMI non è un fesso. Lo accenna ogni volta in sette lingue in ogni concetto che esprime: e cioè giocare in queste condizioni di classifica è propibitivo. E' questo il nostro limite e cioè la posizione di classifica OGGI praticamente ad inizio Marzo. Non sei lucido di testa, sembra che il mondo intero ce l'ha con te......................sbagli rigori, sbagli gol davanti la porta, cambi tutti i portieri e ogni volta la pseudopapera. Se ieri giocava con noi VIGORITO ti inanellava una serie di pisciate a rotoloni..............perchè cambia il contesto non di certo il suo valore tecnico. Purtroppo questo è il NOSTRO più grande nemico oggi. Giochi contro squadre più forti di te e prendi pè recchia sostanzialmente per mancanza di lucidità negli9 episodi e poi non riesci a raccontarla perchè esce fuori il valore tecnico dell'avversario che viaggia nei primi posti della classifica. Giochi contro squadre a te inferiori, tu ti imponi nel senso che si vede che la qualità tua è superiore (Vercelli, Novara.....etc.) però giochi contro squadre SPORCHE che la mettono sul fisico e tu vai in difficoltà lo stesso (il NOVARA è fatte 20 lanci in area tipo calcio anni 20 e tu hai termato per tutta la gara). Arriva il CESENA, probabilmente la squadra più SPORCA di tutto il campionato soprattutto in trasferta perchè CASTORI lo conosciamo tutti. Tu devi vincere, il CESENA metterebbe la firma pè nu pareggie.........................anche stavolta condizioni cioè CONTRO di noi....................che giochiamo sempre senza tranquillità. Purtroppo è una situazione da cui puoi uscire solo con una continuità di risultati che alimenterebbero fiducia.
Detto questo, la mia sensazione è che COSMI parli molto poco con i giocatori nel senso di dialogo. Sembra quasi che lui i concetti li esprima mezzo stampa quando rivolgersi a qualcuno. Mi ha colpito molto la settimana del ritiro in cui dichiarò..ci siamo parlati....in realtà poco......ci siamo guardati negli occhi. Secondo me si vede che non c'è dialogo.........................probabilmente una scelta...............non saprei. Paradossalmente COSMI, che sembrerebbe un chiacchierone, è il più freddo di tutti durante la settimana lavorando solo di campo. Non saprei!
Chiudo rimarcando ancora che il problema più grande di questa squadra sono le fasce. Non riusciamo proprio a creare profondità sulle fascie..................anche cambiando gli uomini. Non me lo spiegare come sia possibile.
........ma rimango dell'opinione che una volta braccata la preda la devi sbranare, e non fartela scappare all'ultimo........by Zebro'

Lesson n° 2: SCANZETEVE!!! by Zebrò

"Il passato non lo puoi più cambiare, il futuro lo puoi cambiare" By Francesco Bellini

TERZI1898
Messaggi: 1744
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2014, 18:32
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Solo 5 punti da recuperare!!! Fuori chi non lotta e ripartire.

Messaggio da TERZI1898 » lunedì 19 febbraio 2018, 12:37

Io ad oggi faccio fatica a non essere pessimista. Il Parma al momento è in zona play-off e ha una media punti di circa 1,42 punti. Se noi vogliamo arrivare a quota 46, che forse ci daranno i play-out, nemmeno la salvezza diretta, dovremmo fare altri 23 punti, in 16 gare, media circa 1,42, praticamente una media da play-off. E' capace questa squadra. Con il Cesena è la partita della vita; se non vinciamo siamo veramente nei casini. Poi ok, il campionato è lungo, tutto quello che volete, non si mollerà fino alla fine e ok, però la situazione è quasi drammatica. Sabato è quasi un'ultima spiaggia. Volendo non siamo stati nemmeno fortunati con il calendario, perché se queste squadre le affronti più in la magari sono più abbordabili e inoltre incontrare queste squadre subito adesso ci ha portato ad avere un distacco importante dalla salvezza: 7 punti sono tanti, non ci sta niente da fare, se giù stavi a 4-5 era un altro ragionare.
"Noi non supereremo mai questa fase"

Avatar utente
obn
Messaggi: 2407
Iscritto il: martedì 9 marzo 2010, 13:57

Re: Solo 5 punti da recuperare!!! Fuori chi non lotta e ripartire.

Messaggio da obn » lunedì 19 febbraio 2018, 14:37

Il discorso salvezza diretta è virtualmente chiuso, salvo che tre lì davanti non rallentino molto (noi a 50 non ci possiamo realisticamente arrivare).
il discorso play out invece è del tutto ancora aperto, però bisogna vincere la prossima. Non ci sono alternative.
Altrimenti GAME OVER

Avatar utente
Picchio Ole'
Messaggi: 1746
Iscritto il: mercoledì 2 luglio 2014, 23:17
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Solo 5 punti da recuperare!!! Fuori chi non lotta e ripartire.

Messaggio da Picchio Ole' » lunedì 19 febbraio 2018, 14:52

tozzi ha scritto:
lunedì 19 febbraio 2018, 8:26
Una notte insonne può alimentare gli incubi o portare consiglio. In una situazione come questa, in cui la via d’uscita sta diventando un pertugio, ogni forma di reazione è comprensibile. Sia quella che esprime prevalentemente negatività e rabbia, contribuendo a deprimere l’ambiente, sia quella che dà la sensazione di nascondere o ignorare i problemi, che può avere pari carica negativa, perché a sua volta esaspera gli animi e viene scambiata per rassegnazione e assenza di reazione. Io ieri mi sono iscritto sicuramente alla prima schiera, come i più fra noi. Ma ora voglio provare a ripartire, innanzi tutto, dai timidi coni di luce visti nel pomeriggio del Matusa.
Il primo è dato dalla ritrovata compattezza dei 391 presenti, che hanno voluto guardare oltre le divisioni, oltre l’assurda cifra di 25 euro per un tagliando di settore ospiti, oltre il momento negativo, e crederci comunque, mandare al mondo il segnale di un popolo che non si arrende. Le lacerazioni lasciano strascichi e amarezza, creano nell’immediato un risentimento di intensità proporzionale alla forza del legame che unisce, quell’Ascoli che, come diceva il Presidentissimo, rende intimi amici persone di diversa estrazione che altrimenti non si sarebbero conosciute. Nessuno però si illuda che l’Ascoli ne possa risultare indebolito, perché quando meno te lo aspetti il popolo bianconero te lo ritrovi lì, fiero e unito nelle comuni battaglie, capace di ritrovarsi con un solo sguardo e consapevole degli insegnamenti del proprio indimenticato condottiero. È già successo: chi aspetta il tramonto dell’Ascoli si metta il cuore in pace.
Sul campo, come anche l’allenatore ha evidenziato, di buono c’è aver scoperto un ragazzo che potrà darci una grossa mano, nel reparto dove fino a oggi si sono manifestate non poche carenze strutturali. Non dovremo chiedere miracoli a un ventenne, ma tener conto che le alternative ai titolari ci sono. Chissà che non ne guadagni il rendimento di alcuni senatori. E poi ancora: Mignanelli è rientrato, probabilmente col Cesena sarà pronto a giocare dal primo minuto. Significa che sul lato sinistro avrai un giocatore nel suo ruolo. Da che è arrivato Cosmi non è mai accaduto, se non quando si è stati costretti a ricorrere a Pinto.
Un’ultima cosa. Ieri la rabbia mi ha fatto pensare di tutto contro qualche nostro giocatore. Non sono stato il solo. È sacrosanto pretendere di più da chi rappresenta la nostra passione e indossa una maglia che appartiene a noi soltanto. Ora però a questi ragazzi dobbiamo stare vicino. Se abbiamo l’impressione che alcuni non stiano dando il massimo, dobbiamo sapere che questa è la lettura più comoda per noi, perché ci offre un paio di colpevoli su cui sfogare tanta rabbia accumulata nei mesi passati. Ma non ci porta da nessuna parte. Se davvero non ci fosse la voglia, allora saremmo comunque spacciati. Se così non è, il poco che possiamo fare, nel nostro piccolo, è creare le condizioni perché ci si possa rialzare con loro, con ciascuno di loro. In fondo abbiamo perso due partite in fila contro le due squadre che sono in testa alla classifica. Ci poteva stare. Forse le abbiamo perse senza lottare abbastanza. O forse siamo noi, io prima d’ogni altro e non è un modo di dire, che non volevamo accettare di trovarci in quella posizione, e ingenuamente abbiamo pensato che si potesse d’incanto ribaltare una classifica negativa contro due colossi. Il Cesena però non è un colosso. Il Cesena possiamo e dobbiamo batterlo, come già abbiamo fatto all’andata. Il Cesena ha due grandi personaggi cui siamo rimasti legati, ma sabato non c’è spazio per pensare a loro. Sabato dobbiamo vincere per il nostro Ascoli. Forza Picchio.
Tanto di cappello per queste parole, troppo facile il disfattismo in questo momento, fino a che la matematica non ci condanna bisogna moccicare forte. Anch'io ci credo
COSTANTINO guidaci dall'alto!!

Avatar utente
obn
Messaggi: 2407
Iscritto il: martedì 9 marzo 2010, 13:57

Re: Solo 5 punti da recuperare!!! Fuori chi non lotta e ripartire.

Messaggio da obn » lunedì 19 febbraio 2018, 15:17

Condivido tutto, però dobbiamo essere concreti, altrimenti anche per i play out si fa dura.
Obiettivo play out.
Mancano 16 partite al termine e negli ultimi 5 anni (almeno) per accedere ai play out sono occorsi 44 punti o più.
Significa che occorrono (punto più, punto meno) 21 punti, cioè una media di 1,31 punti a partita (contro la media di 1,0 attualmente di Cosmi e di 0,88 complessiva).
Significa che devi vincerne almeno 5 (e pareggiarne in buon numero).
Significa che devi battere le dirette concorrenti.
Significa che bisogna cambiare rendimento immediatamente.
Sono tutte condizioni che stanno insieme, non scorporabili.

TERZI1898
Messaggi: 1744
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2014, 18:32
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Solo 5 punti da recuperare!!! Fuori chi non lotta e ripartire.

Messaggio da TERZI1898 » lunedì 19 febbraio 2018, 17:04

Come ha detto sopra Grezzo per salvarsi occorre avere giocatori adatti a lottare per la salvezza, è inutile che siano più o meno bravi tecnicamente. A gente come Baldini, Clemenza, Monachello che gli vai a dire, sono bravi, i primi due diventeranno giocatori importanti, ma al momento non riesco ad incidere. Basta vedere il nostro passato. L'anno scorso di fatto non abbiamo mai dovuto lottare con i denti per la salvezza, qualche patema finale, ma siamo sempre stati fuori dalla mischia e comunque anche con fenomeni come Orsolini e Favilli hai rischiato un pò perché alla fine ti mancava comunque Giorgi e Cacia andava a sprazzi (decisivo comunque nella gara fondamentale con l'Avellino). Nel 2013 avevamo Fossati che sarà un figlio di ....., ma in B è un signor giocatore. Poi Zaza davanti, una forza della natura, anche lui figlio di...., però veramente forte, altro che Monachello, a livelli di Favilli però con un anno in più, eppure sei retrocesso, eppure sto qua negli ultimi mesi è sparito dal campo, per un motivo e per un altro. Nel 2016 avevamo un fenomeno, Jankto, cioè volete mettere Jankto con qualsiasi 97-98 che abbiamo adesso? Una furia era; più Petagna, adesso titolare dell'Atalanta dei miracoli di Gasperini, eppure se non era per Cacia negli ultimi due mesi retrocedevi nonostante questi due che erano oggettivamente forti tanto. Per esempio nel 2012 ti sei dovuto affidare a Papa Waigo per salvarti. Questo per dire che poi in questi momenti ci vuole la gente con gli attributi, i giovani, anche se sono fenomeni, fanno fatica. Non è facile andare in campo da penultimi in classifica con l'assillo che per te sarà la partita della vita. Sabato sarà una partita di una difficoltà inaudita. Perché devi vincere, non esistono alternative.
"Noi non supereremo mai questa fase"

Avatar utente
GREZZO
Messaggi: 18000
Iscritto il: lunedì 22 maggio 2006, 18:10
Settore Stadio: Curva Sud

Re: Solo 5 punti da recuperare!!! Fuori chi non lotta e ripartire.

Messaggio da GREZZO » lunedì 19 febbraio 2018, 17:23

TERZI1898 ha scritto:
lunedì 19 febbraio 2018, 17:04
Come ha detto sopra Grezzo per salvarsi occorre avere giocatori adatti a lottare per la salvezza, è inutile che siano più o meno bravi tecnicamente. A gente come Baldini, Clemenza, Monachello che gli vai a dire, sono bravi, i primi due diventeranno giocatori importanti, ma al momento non riesco ad incidere. Basta vedere il nostro passato. L'anno scorso di fatto non abbiamo mai dovuto lottare con i denti per la salvezza, qualche patema finale, ma siamo sempre stati fuori dalla mischia e comunque anche con fenomeni come Orsolini e Favilli hai rischiato un pò perché alla fine ti mancava comunque Giorgi e Cacia andava a sprazzi (decisivo comunque nella gara fondamentale con l'Avellino). Nel 2013 avevamo Fossati che sarà un figlio di ....., ma in B è un signor giocatore. Poi Zaza davanti, una forza della natura, anche lui figlio di...., però veramente forte, altro che Monachello, a livelli di Favilli però con un anno in più, eppure sei retrocesso, eppure sto qua negli ultimi mesi è sparito dal campo, per un motivo e per un altro. Nel 2016 avevamo un fenomeno, Jankto, cioè volete mettere Jankto con qualsiasi 97-98 che abbiamo adesso? Una furia era; più Petagna, adesso titolare dell'Atalanta dei miracoli di Gasperini, eppure se non era per Cacia negli ultimi due mesi retrocedevi nonostante questi due che erano oggettivamente forti tanto. Per esempio nel 2012 ti sei dovuto affidare a Papa Waigo per salvarti. Questo per dire che poi in questi momenti ci vuole la gente con gli attributi, i giovani, anche se sono fenomeni, fanno fatica. Non è facile andare in campo da penultimi in classifica con l'assillo che per te sarà la partita della vita. Sabato sarà una partita di una difficoltà inaudita. Perché devi vincere, non esistono alternative.
Oltre al discorso di non avere giocatori adatti a lottare per la salvezza (i giovani e i nuovi) c'è anche il discorso della leadership: non ci nascondiano, la leadership la ha Buzzegoli. Il che mi sembra un giocatore di esperienza con i piedi buoni ma che non RICHIAMEREBBE A BRUTTO MUSO manco un passero. Non è per fare paragoni, però onestamente io credo che nello spogliatoio manchi IL o I PERSONAGGI che ti appiccano sopra il termosifone che se sbagli un passaggio in campo ti demolisce con gli occhi e ti manda pure a cagare (soprattutto se sei giovanissimo). Purtroppo questi ATTACCHI di TIPO EPILETTICO NERVOSO mancano in maniera assoluta quest'anno (considerando che Mengoni è praticamente out e fuori dalle dinamiche quotidiane del calcio giocato del gruppo).
Il risultato è che tutti i giovani di TALENTO che abbiamo (perchè li abbiamo) evidentemente NON SONO RIUSCITI a CRESCERE................a vedere bene sono gli stessi delle prime giornate, cioè talenti. E' mancato cioè l'INGRANAGGIO del CALCIO SPORCO a livello di dinamiche a mio avviso. Non che io rimpianga GIORGI o CACIA ma questi due giocatori pure FUORI dal CAMPO costruivano RISORSE NERVOSE molto importanti (ci metto pure PEREZ). Con tutto la volontà che ci voglio mettere............un BUZZEGOLI potrà avere un attaccamento alla maglia di tipo professionistico proprio per una questione di storia sua personale.........................cioè mancano i rappresentanti (in campo ma anche fuori) della DIFESA FEROCE della maglia, di chi è disposto ad APPICCARTI al soffitto se ti mangi un gol o se non passi la palla..........................
Quest'anno non prendiamo GIALLI e MANCO Rossi.......................il che non è sempre un bene.............è anche sintomo di un atteggiamento poco feroce: lo scorso anno e con Mangia in 10 abbiamo giocato molte partite ma ne seme pierse pochissime e alcune addirittura vinte.
L'unica cosa a cui ci dobbiamo affidare è IL GIOCO del CALCIO quest'anno inteso come MODULO, GIOCATE etc. etc...........................qualche arregna (in senso generico) la vedo molto improbabile.
Comunque il rigore per noi se lo è inventato l'Arbitro.................................va detto pure. Manche quando ci aiutano sfruttiamo il momento......................
........ma rimango dell'opinione che una volta braccata la preda la devi sbranare, e non fartela scappare all'ultimo........by Zebro'

Lesson n° 2: SCANZETEVE!!! by Zebrò

"Il passato non lo puoi più cambiare, il futuro lo puoi cambiare" By Francesco Bellini

Rispondi